Approvata la nuova isola pedonale a Latina, ecco tutte le strade chiuse

24/07/2014 di
isola-pedonale-latina

isola-pedonale-latinaLa giunta comunale ha approvato questa mattina la delibera per l’istituzione di una zona a traffico limitato al centro della città.

Nell’atto è prevista la partenza del progetto per il prossimo 1 settembre e l’investimento di 1,4 milioni per l’intervento di pavimentazione dell’area e l’installazione di varchi elettronici.

Il progetto prevede la chiusura al traffico delle seguenti strade: Corso della Repubblica (da piazza San Marco esclusa fino a piazza del Popolo); via Pio VI (a partire dalle ex autolinee); via Eugenio di Savoia (fino alla confluenza con piazza della Libertà); piazza del Popolo (lato destro); via Diaz (fino all’incrocio con via Carducci); via Costa (nel solo ramo che sfocia in corso della Repubblica).

L’area sarà aperta solo all’accesso dei mezzi di soccorso e servizio, dei residenti, dei taxi e dei mezzi per il carico e scarico merci, in orari che saranno stabiliti insieme agli esercenti. Proprio gli operatori commerciali, a cui ieri mattina in aula consiliare sono stati illustrati i vari aspetti del progetto, si faranno promotori di proposte da inserire nel redigendo regolamento. La proposta verrà illustrata domani mattina nella Commissione viabilità del Comune di Latina, mentre lunedì sera, alle ore 21,00, sarà presentato alla città nel corso di un incontro pubblico in piazza del Popolo.

Infine mercoledì 30 luglio, alle ore 10,00, è fissato il Consiglio comunale. Anche in giunta il sindaco Giovanni Di Giorgi ha ribadito che si tratta di uno salto culturale importante per la città, con il centro che diventerà un grande luogo di aggregazione sociale, un centro commerciale all’aperto, uno spazio per fare shopping in sicurezza ma anche per realizzare tanti eventi, come richiesto soprattutto nella fase iniziale dagli stessi operatori economici.

I lavori per la riqualificazione di Piazza del Popolo sono già iniziati e termineranno entro la metà di agosto.

  1. Le piazze vanno chiuse , non in parte.
    Prendere esempio da mezza Europa e quasi tutta Italia.
    A Latina le cose si fanno a metà, non si scontenta nessuno.

  2. Biciclette che vanno a sbattere contro i pedoni…ragazzi che potranno finalmente farsi una canna sedendosi per terra in pieno centro…e le birre fatte spaccare gettandole in aria. Di Giorgi GRAZIE.

  3. il centro libero, per fare cosa ? quelle sagre paesane con gazebo a profusione pieni di salsicce, improbabili prodotti pugliesi o siciliani e puzza di fritto ovunque ?

  4. Sinceramente faccio fatica a comprendere le lamentele.
    Latina è molto piccola, a piedi la giri in 15 minuti. Che problema puo rappresentare fare 2 passi e risparmiare un po di benzina.

  5. Per come è stata congeniata taglia la città in due. Corso della Repubblica bisognava chiuderlo dopo Via Costa, e la stessa via poteva essere cambiata di senso, per permettere accesso facile a Piazza d. Libertà che resta tagliata fuori. V.le Marconi e corso d. Repubblica sono 2 direttrici che portano al centro tutti gli utenti che vengono da fuori LT e non possono essere troncate in questo modo. I latinensi sanno come ovviare, ma se capita qualche povero disgraziato da fuori è penalizzato. E poi ci sarebbe altro ….

  6. Non serviva…bastava fare le multe a chi parcheggia in doppia e tripla fila…