Bandiera Blu a Latina. Ecco perché la città è scettica

14/05/2014 di
bandiera-blu-latina

Latina ha ottenuto la Bandiera Blu. E questa dovrebbe essere, anzi è una bella notizia. Tuttavia in questi giorni spicca un notevole scetticismo della città rispetto al riconoscimento.

Qualche politicante bolla superficialmente questo scetticismo come l’atteggiamento dei “soliti gufi” che remano contro la propria città. Ma è veramente così?

I dubbi sull’opportunità di assegnare la Bandiera Blu a Latina sono più che legittimi, anche se spesso le critiche vengono avanzate in modo sterile e di certo non costruttivo. Criticare la Bandiera Blu non significa “gufare” come in una partita di calcio della squadra antipatica, ciò sarebbe sciocco oltre che inutile. La critica può arrivare dopo l’analisi del provvedimento, partendo ovviamente dai criteri con i quali vengono assegnate le Bandire Blu.

In tutto i criteri sono 33, divisi in 4 aree: educazione ambientale e informazione; qualità delle acque; gestione ambientale; servizi e sicurezza. Si tratta di semplici condizioni che dovrebbero essere rispettate per l’ottenimento della Bandiera Blu. Vediamone alcune che appaiono particolarmente importanti (In corsivo il testo esatto della Fee).

– La spiaggia deve essere pulita. Sembra ovvio ma purtroppo non lo è. La spiaggia non è pulita, almeno non sempre, e questo è un dato di fatto.

Sulla spiaggia devono essere disponibili cestini per i rifiuti in numero adeguato che devono essere regolarmente mantenuti in ordine. Anche qui non ci siamo, i pochi cestini disponibili non sono certo mantenuti in ordine.

Sulla spiaggia devono essere disponibili contenitori per la raccolta differenziata. Pochissimi e scarsamente utilizzati.

Tutti gli edifici e le attrezzature di spiaggia devono essere mantenuti in buono stato. La prescrizione è decisamente inattesa.

Mezzi di trasporto sostenibili devono essere promossi nell’area circostante la spiaggia. A Latina mancano addirittura le rastrelliere per le biciclette che vengono accatastate, spesso legate l’una all’altra.

Sono solo alcuni punti che a Latina sembrano non rispettati ma che, di certo, potrebbero essere risolti con un minimo di buona volontà e impegno. Il litorale di Latina soffre anche per molti altri problemi: la mancanza di una passeggiata, dei parcheggi, di una viabilità decente, di servizi adeguati. Ciò che sicuramente è migliorato è la qualità dell’acqua, come si evince dai dati dell’Arpa che descrivono un litorale sostanzialmente pulito. E non è poco.

La Bandiera Blu è ora una realtà. Al di là delle opinioni dei favorevoli e dei contrari, c’è un dato oggettivamente positivo: da ora cominceranno delle verifiche che obbligheranno Latina a mantenere e anzi migliorare i risultati ottenuti, pena la perdita del riconoscimento già dal prossimo anno. Ciò di certo sarà uno stimolo per migliorare davvero il lido di Latina. Con o senza bandiere di qualsiasi colore.

Bandiera Blu, il documento sulla procedura e sui criteri (pdf)

  1. Obbiettivamente il mare a latrina fa veramente schifo soprattutto da focemerde a capomerdiere…come fate a dire che da bandiera blu??? Forse merdiera blu!!

  2. iN UNA COSA NUN te li freghi, nel fare coperative che lavorano per il comune per amici ed amici degli amici … ops.. mica saro nel post sbagliato? :)

  3. L’analisi non fa una piega MA sento e leggo da chi si è attivato per l’assegnazione dell’ambito drappo che il riconoscimento sarebbe in realtà arrivato sulla base di un programma di interventi da realizzare. Non metto in dubbio la bontà dei progetti, ma se così fosse sarebbe in pratica come assegnare la vittoria del mondiale al Brasile OGGI sulla base della rosa a disposizione. A Rio de Janeiro non vedo nessuno festeggiare, a Rio Martino si!

    Anch’io da latinense vorrei solo il bene per la città, e davvero faccio fatica ad essere critico verso questo riconoscimento, ma visto che non siamo allo stadio vorrei che i successi della città arrivassero in maniera cristallina e che non ci fosse il minimo dubbio che si sia fatto ricorso ai “mezzi” classici della politica: in questo la vicinanza ad una consultazione elettorale molto sentita non aiuta a dissipare i dubbi.

  4. …aaaahhh..si conosce anche lo “zingarese” adesso…’namo bene!!
    ..io orgogliosamente latinense di nascita ma fortemente deluso da questi vent’anni di amministrazione (proprio perchè proveniente dalla mia generazione e dalla mia parte politica) che ormai non voto più da almeno 10 anni, quando vedo certi commenti sgrammaticati, volgari ed ora addirittura in “lingua” rom ho veramente PAURA per il futuro dei miei figli!! ..ma dov’è la LATINA della mia gioventù???
    Nello specifico articolo di M.Cusumano da sottoscrivere in toto..al di là di becere reazioni di parte o odii politici.
    (e speriamo di non leggere più incomprensibili commenti rom su una testa giornalistica on line)

  5. La bandiera blù è finta come la maggioranza della gente che abita questa città!