AEROPORTO, ACCORDO FROSINONE-LATINA? MA OGNUNO VUOLE LO SCALO

22/09/2007 di
Il presidente della Provincia di
Frosinone, Francesco Scalia ha scritto al presidente della
Provincia di Latina, Armando Cusani e al sindaco della città
pontina, Vincenzo Zaccheo riguardo la situazione legata
all’aeroporto.

 
«Caro presidente e caro sindaco – ha esordito
Scalia – come è noto, questo Ente, con la società partecipata
‘Aeroporto di Frosinone SpÀ, è impegnato nella realizzazione e
nello sviluppo di un polo aeroportuale integrato. Anche Latina,
come Frosinone, si è attivata con determinazione per lo stesso
progetto, nella considerazione di quanto l’aeroporto civile
darebbe al territorio in termini di crescita e sviluppo socio –
economico: una infrastruttura che potrebbe svolgere un ruolo
specializzato, mirato cioè a servire specifici segmenti di
domanda, quali charter e low cost, nonché merci, che trovano
sempre maggiori difficoltà ad operare sia in un grande aeroporto
intercontinentale ‘all pur posè quale quello di Roma Fiumicino,
per aspetti legati all’operatività ed ai costi, che
nell’aeroporto di Roma Ciampino, per gli evidenti limiti di
capacità operativa raggiunti. Senza dubbio sia Frosinone che
Latina – ha argomentato Scalia – non cesseranno di lottare sino
alla fine per cercare di centrare l’obiettivo e realizzare
l’aeroporto sul proprio territorio, ciascuno convinto dei propri
argomenti e delle proprie buone ragioni e potenzialità.»
 
«Ma –
sottolinea il presidente della Provincia di Frosinone – sarebbe
un errore dividerci su quelle che sono le azioni strategiche
comuni da porre in essere: l’aeroporto, ovunque sia collocato,
può offrire uno straordinario servizio a tutto il Lazio
Meridionale. Una struttura che porterà a rafforzare
significativamente il sistema della viabilità e dei collegamenti
tra i nostri territori, a partire dai progetti rimasti in
sospeso, come la Fondi – Ceprano, o tanti altri che realizzeremo
insieme, tra i quali il potenziamento, anche su ferro, del
collegamento della Frosinone – Latina. Appare evidente la
necessità di una alleanza tra le nostre province sia per
richiedere con voce forte ed unanime comunque la realizzazione
dell’aeroporto sul territorio del Lazio Meridionale, pur con la
prospettiva di un quarto aeroporto regionale al nord con la
specifica finalizzazione allo sviluppo, sia per scongiurare il
rischio che venga invece potenziato Fiumicino, con la ulteriore
congestione del sistema viario collegato alla Capitale: una
soluzione, quest’ultima, che contrasterebbe anche con la
riconosciuta esigenza di consentire uno sviluppo socio –
economico più armonico ed equilibrato del territorio laziale a
favore delle province. È per questo, per l’importanza strategica
che il progetto riveste per tutto il Lazio Meridionale e a
prescindere dalle legittime aspirazioni di ciascuno, che Vi
chiedo di condividere con me questo percorso, nella
consapevolezza che Frosinone e Latina puntando insieme a questo
grande obiettivo, potranno rilanciare, ampliare, arricchire
sempre più anche il sistema dei collegamenti viari e delle
infrastrutture, per il bene di tutti i cittadini e per la
crescita e lo sviluppo dei nostri territori. A tal fine, sarei
lieto se potessimo incontrarci quanto prima. Quale luogo
dell’incontro si potrebbe scegliere quello splendido esempio
dell’architettura gotico – cistercense che è la Abbazia di
Fossanova, quasi a metà strada tra le nostre province. La data e
l’orario – conclude Scalia – potranno essere definiti, anche per
le vie brevi, tramite le rispettive Segreterie Particolari».
  1. Fatevolo davanti casa vostra Aurelio e Toni, vedremo se poi fate ancora gli spiritosi.

    Enrico