Assalto alle poste di Latina Scalo, arrestato ladro con il piccone

28/11/2013 di
polizia-questura-latina-24ore-5789022

Un rocambolesco furto all’ufficio postale di Latina Scalo, è terminato con l’arresto del ladro picconatore. L’uomo, Andrea Masini, 27 anni pregiudicato del posto, armato di piccone e coltello, questa notte si è creato un varco nella parete in muratura dell’ufficio postale entrando in una zona non coperta da allarme. Le picconate, però, lo hanno tradito e il vicinato ha lanciato l’allarme alla centrale di Polizia.

Per sua sfortuna, questa notte a Latina, c’erano cinque equipaggi per un servizio coordinato disposto dalla questura Pontina e dal reparto prevenzione Crimine di Sette Bagni. In pochi minuti,le volanti hanno circondato l’edificio e al ladro non è rimasta altra scelta che salire sul tetto e lì tentare di fuggire alla cattura. Gli agenti, però, lo hanno raggiunto e scovato.

A quel punto, secondo la ricostruzione fatta dalle forze dell’ordine, il 27enne ha impugnato il coltello tentando di colpire l’agente che, però ha reagito e ne è nata una colluttazione durante la quale il giovane è caduto da una altezza di circa tre metri senza però conseguenze dato che, una volta a terra, ha tentato nuovamente la fuga scavalcando il muro di cinta dello stabile ma è stato immobilizzato da altri agenti che, dopo una violenta colluttazione, lo hanno arrestato. Nelle intenzioni del 27enne, probabilmente, c’era il voler compiere una rapina.

Gli investigatori, avendogli trovato indosso, oltre al coltello, anche un passamontagna, hanno ipotizzato che l’uomo avrebbe atteso la mattina e l’arrivo del direttore delle Poste che, sotto la minaccia dell’arma, avrebbe dovuto aprire la cassaforte e consegnare i soldi. Le picconate, però, sono state troppo rumorose e lui è stato arrestato per tentato furto aggravato, porto d’arma atta ad offendere, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.