SEQUESTRATA LA VILLA DEL SENATORE FAZZONE

08/08/2007 di
  Sei permessi rilasciati dal Comune di
Fondi sono al centro dell’inchiesta che ha portato questa
mattina al sequestro della villa del senatore Claudio Fazzone a
Fondi.

 
Si tratta di documenti attraverso i quali, nel tempo, la
destinazione originariamente agricola dell’area e sulla quale
poteva realizzarsi una struttura di supporto a un’azienda, è
stata di fatto trasformata in residenziale.
 
Le indagini vanno
avanti da oltre due anni e in passato c’erano stati già dei
sequestri all’interno della struttura.
Le concessioni edilizie, secondo quanto si è appreso in
ambienti investigativi, non sono intestate all’esponente di
Forza Italia ma ad alcuni parenti, anche se l’immobile
sequestrato oggi è quello dove normalmente vive il parlamentare
che proprio a Fondi ha la sua roccaforte elettorale. Per il
momento il senatore non ha voluto commentare l’accaduto.
  1. mi faccio avanti per ospitare il senatore a casa mia in questo momento difficile.
    certo non

  2. Forse non ho colto il messaggio che hai lanciato… o forse non hai colto tu l’ironia del mio. Siccome amo chiarirmi e farmi chiarire, se ho perso l’ironia che fra le righe c’

  3. ….la destinazione originariamente agricola dell’area e sulla quale poteva realizzarsi una struttura di supporto a un’azienda,

  4. SCOMETTIAMO CHE L’INTESTATARIO DELLA LICENZA HA GIA’ PROVVEDUTO A CHIEDERE LA SANATORIA?

  5. [u]Scommettiamo che se uno qualunque di noi edificasse , per vera necessita’, pochi metri cubi l’abbattimento sarebbe immediato ?
    [/u]
    [b]Cittadini e politici ,….certezza delle penalita’ ai primi ,privilegi ai secondi !!![/b]

    [u][b]…Per dire basta a questo sistema TUTTI IN PIAZZA L’8 SETTEMBRE PER IL V-DAY , [/u]WWW.BEPPEGRILLO.IT[/b]

  6. Domenica 20 Aprile 2008

    Una villa sontuosa che, sulla carta, doveva essere un fabbricato rurale. Il giudice unico di Terracina, Antonio Perinelli, ha condannato la moglie e la cugina del senatore di Forza Italia Claudio Fazzone. Sotto accusa i lavori realizzati nella mega villa di 900 metri quadrati costruita ai piedi del Cucuruzzo. Il giudice ha accolto sostanzialmente le richieste del pm Giuseppe Miliano. Condannato anche il tecnico progettista, il geometra Filippo D