VOLONTARI PULISCONO IL PARCO VICINO LARGO TOBAGI

07/08/2010 di

Questa mattina il gruppo dei “Giovani Comunisti” ha pulito e tagliato l’erba in parte del parco pubblico situato vicino le case popolari in largo Tobagi.

“Si tratta – spiegano gli organizzatori – di un gesto di denuncia nei confronti della tenuta delle aree del verde pubblico, in particol modo al di fuori del centro storico, nonostante le continue lamentele da parte dei cittadini. Siamo spinti a promuovere questa iniziativa da un reale bisogno di spazi verdi all’interno della nostra città, che come sappiamo sono pochi e purtroppo spesso abbandonati al degrado. Senza dubbio questa non rimarrà un’azione isolata, ma verrà portata avanti (in quanto è stata bonificata solo una metà del parco) sperando anche in una partecipazione attiva della cittadinanza, la stessa che spesso si è mossa per ottenere un parco agibile e che lo ha soprannominato fino ad oggi “parco della vergogna”. In questi anni abbiamo visto diminuire costantemente i fondi stanziati per la manutenzione del verde pubblico. C’è anche da sottolineare il problema sanitario che deriva dal degrado del parco ed il pericolo costante di incendi. La mancata agibilità di questi spazi danneggia inoltre i rari momenti di aggregazione e non permette l’utilizzo dei giochi per i bambini. In questi anni le amministrazioni che si sono succedute, erano talmente tanto attente alle rotatorie, gli unici spazi verdi curate della città, da non accorgersi dei parchi e dei giardini, che quando vengono aperti, sono lasciati a loro stessi dopo l’inaugurazione (vedi parchi q4). Alla fine del lavoro di bonifica, sono stati appesi dei cartelli di denuncia con su scritto “Il centro viene pulito! Delle case popolari ci si ricorda solo sotto elezioni!”. L’iniziativa ha riscontrato il consenso degli abitanti del quartiere, che numerosi si sono fermati per solidarizzare con i militanti a lavoro”.

 

  1. concordo con il commento di Critico…meglio continuare a votare gente che se ne

  2. caro stefano,
    ovviamente non hai capito niente… io ho lodato l’iniziativa e anche tutti i motivi che hanno spinto quessti ragazzi a farla… per

  3. caro M.M.,
    proprio a questa affermazione volevo arrivare… “fare politica…”, infatti il loro intervento

  4. Continuo a non vederci nulla di malandrino e furbesco.
    Lo sarebbe stato, semmai, qualora avessimo scoperto che chi organizzava questo intervento, magari “anonimo”, poi era candidato in quella o quell’altra lista. Qui sappiamo chi fa cosa. Pi