ARRESTATI I VERTICI DI ACQUALATINA

23/01/2008 di
Questa mattina gli uomini della Guardia di Finanza hanno arrestato, su ordinanza del Tribunale di Latina, sei persone ai vertici di Acqualatina. L’arresto è stato effettuato al termine di una lunga inchiesta sull’operato della società privata che gestisce il servizio idrico.

 
Tra gli arrestati c’è Paride Martella – presidente della Provincia dal 1994 al 2004 con l’Udc, ex presidente di Acqualatina, poi passato all’Italia dei Valori; Silvano Morandi – attuale amministratore delegato di Acqualatina; Raimondo Besson – ex vicepresidente della società e amministratore delegato di Sorical, che gestisce il servizio idrico in Calabria, consigliere d’amministrazione di Acea Ato2; Giansandro Rossi – primo amministratore delegato di Acqualatina; Bernard Cynà – amministratore delegato della società successivo a Rossi, in quota Veolia, socio privato di Acqualatina; Luis Marie Pons – ex consigliere d’amministrazione e rappresentante in Italia di Veolia. 

Altre tre persone hanno avuto il decreto di interdizione dagli incarichi direttivi delle società. L’inchiesta ipotizza i reati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata, abuso d’ufficio, frode nelle pubbliche forniture, falsità ideologica in appalti pubblici, truffa aggravata pe ril conseguimento di erogazioni pubbliche.
 
L’inchiesta, durata due anni, è stata conclusa dal pm Raffaella De Pasquale. L’ordinanza è stata firmata dal giudice Tiziana Coccoluto. Le ipotesi di reato sono riconducibili ai cosiddetti affidamenti "In House" ovvero agli appalti affidati a società appartenenti allo stesso gruppo di Acqualatina.
 
Un poole di consulenti dell’accusa ha quantificato il danno erariale in 5 milioni e mezzo di euro. Gli appalti "In House" ammontano ad un totale di 15 milioni di euro.
  1. Benedetto Iddio! 2 anni di indagine, quanto Latina Oggi denuncia tutti i giorni cosa combina Acqualatina.

    DAVIDE

  2. [b][/b]tutti eroi nazionali e vittime di persecuzioni giudiziarie.
    Fatemi dire, questi non sono degni neppure di gestire l’acqua relua di un bidet !!

  3. Era ora.. ma non si sono scordati qualcuno? Forse si sono fermati nei controlli troppo indietro nel tempo e non hanno verificato le ultime drittate dei vari dirigenti per virt

  4. sono sicuro che nel giro di poche settimane saranno fuori…tanto va sempre a finire cosi!
    anzi il giudice che li ha condannati sar

  5. sabato 26 gennaio ore 16.30 conferenza all’oratorio don bosco in via sisto V a latina ci sar

  6. A Latina Ambiente il Comune ha la maggioranza delle azioni, 51%, ma…………… chi decide il tutto

  7. Lasciamo lavorare serenamente la Magistratura.
    Solo mi chiedo: chi risarcir

  8. Caro Fernando,
    sequestro immediato dei beni loro e dei loro parenti, e se saranno colpevoli di danni fatti alla collettivit