Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Calcio, il magro bottino del Latina

mario_beretta1-478x350Cinque punti in quattro partite giocate. Un bottino magro che di certo non può saziare tifosi e società del Latina. Un bottino, magro, che evidenzia ancora le difficoltà nerazzurre nel farsi viva come formazione da battere: insomma, come squadra vera che solo qualche mese aveva sfiorato la serie A.

Serve tempo. Perché la rosa è nuova, perché l’allenatore, Mario Beretta, è nuovo. E nel calcio funziona così: rodaggio, rodaggio, rodaggio. Il tempo, appunto, che serve per trovare la più classica quadratura del cerchio. Per mettere a posto i pezzi che ancora vagano in mezzo al campo in cerca di chissà quale pallone se il pallone non arriva. Dunque la quadratura, che dovrebbe cominciare col sistemare l’attacco ancora sterile: tre gol. Due dei quali messi a segno da Sforzini che, come visto nella sconfitta patita sabato al Francioni contro l’Avellino, è uno dei pochi – pochi – che corre e corre fino al fischio finale. L’altro che fa parte dei pochi è Crimi. Un voto in pagella che sta tra il sette e il sette e mezzo. Roba buona, roba con cui si può arrivare all’esame senza sperare nel regalino del professore. Quindi bisogna ripartire da qui. Ripartire dalla roba buona e rialzare subito la testa, mettere punti in classifica.

“Sono io il primo responsabile”, dice Beretta durante la conferenza post partita. Il solito spiaggiamento dell’allenatore che, essendo condottiero, si assume la responsabilità dei fatti. Ma ora serve rivederli questi fatti. Serve vincere. Magari già martedì, nella notte infrasettimanale di Pescara.

Comments

comments

  • Io

    ora si iniziano a vedere le vere potenzialità in quattro partite una vittoria fortunosa 2 pareggi in superiorità numerica e la sconfitta vergognosa di ieri

  • libero

    SERIE B GIUDICE SPORTIVO SQUALIFICATI / MILANO – Mano pesante del giudice sportivo nei confronti del Carpi: dopo la quarta giornata di Serie B, sono stati fermati per tre turni Riccardo Gagliolo e Lorenzo Pasciuti. Due giornate di squalifica per Bastianoni (Varese), mentre solo un turno per Emerson (Livorno) e Vitale (Ternana).

    Per le società multate Carpi (6mila euro), Latina (5mila euro), Catania (2.500 euro), Perugia (2mila euro), Frosinone e Lanciano (entrambe mille euro di multa).

  • Mario

    Beretta si è preso tutte le responsabilità della sconfitta. Ma qui bisogna prendersi le responsabilità sin dall’inizio. In campo Paolucci lo manda il mister, come anche scegliere di non far giocare almeno uno tra Valiani e Bruno ogni volta, per coprire e assistere in copertura Viviani e Crimi (unica vera anima del Latina). In difesa Dellafiore è venuto a svernare a Latina e la magra figura rimediata ieri è solo la conferma. Petagna sembrava un Balotelli molto più scarso: svogliato e prevedibile, lento e poco inserito nel gioco. Le scelte le fa Beretta ma vanno fatte in via (quasi) definitiva, mettendo finalmente in campo una formazione all’altezza. E visto che siamo in Italia e siamo in almeno 60milioni gli allenatori, giocherei così: (3-4-2-1): Farelli; Brosco, Cottafava, Esposito; Angelo, Viviani, Bruno, Rossi; Crimi, Sbaffo; Sforzini. l’attacco è il vero neo, anziché sforzarmi a far giocare un Petagna o un Paolucci, cercherei gli inserimenti di giocatori veloci e tecnici con la sponda di Sforzini.

  • libero

    La pesante ammenda ; comminata perché propri sostenitori , nel corso della gara, hanno intonato per un breve lasso di tempo, un coro insultante nei confronti dei sostenitori avversari e per avere ,inoltre , fatto esplodere numerosi petardi nel proprio settore.

  • Idea personale

    Mario , la tua idea e’ idea rispettabilissima…..ma a parer mio non e’ pensabile giocare con una sola punta di ruolo per giunta in casa.
    Questa squadra deve giocare con Sforzini e Pettinari che sono complementari e sono i migliori giocatori quanto riguarda il reparto avanzato.
    E viste le caratteristiche dei giocatori probabilmente con tre dietro e cinque sulla linea mezzana.
    Condivido invece appieno il discorso di Valiani e Bruno ,devono giocare.
    Io ritengo che la squadra deve ancora trovare un sua identità , quando questo accadrà non sarà un problema cambiare un paio di giocatori se è’ necessario farli rifiatare.
    Ma dopo tre gare non si può parlare di stanchezza e di turnover ,così come non ho capito la scelta del mister di far giocare dal primo minuto due elementi quasi speculari,Sforzini e Petagna…..avrei fatto giocare dal primo minuto Paolucci o il giovane colored vista l’indisponibilita di Pettinari …..ma non due calciatori che per caratteristiche sono due prime punte e in campo si è’ visto.

    Per il resto ritengo che ripetere il campionato dello scorso anno sarà difficile,ma la squadra possiede le potenzialità per fare un campionato importante e centrare quantomeno i play off …..a patto che i vari Rossi,Angelo ,Valiani ecc. si esprimano ai loro livelli di gioco, perché per fare la differenza sono stati presi !!!!

  • Io

    Apparte il taglio dei capelli e il peso Angelo non lo vedo per niente bene e sul gol del pareggio c’era Rossi in marcatura li davanti che te lo dico a fare!!! siamo da playoff ??? bhaaaaa

  • Fernando Bassoli

    E’ presto per capire il valore di questa squadra, diamogi tempo.

  • TARTAKOWER

    e quel frosinone che vince 5 a 1 fuori casa…….

MandarinoAdv Post.