ALPINI A LATINA? 300.000 BIGLIETTI DA VISITA VIVENTI

19/03/2009 di

di MARCO CUSUMANO

“Ma che ci importa degli alpini? Vengono solo a fare casino, e poi chi se ne frega delle sfilate!”. Ma sì, facciamoci del male e teniamoci la fiera della Lestra perché, in fondo, è quello che ci meritiamo. O almeno è quello che si merita chi, in questi giorni, si esprime in questi termini. Purtroppo sono molti, troppi per una città dalle grandi ambizioni come dovrebbe essere Latina.


Gli alpini sono un’occasione. Le loro sfilate possono interessare o meno, ma restano un’occasione per la città. Sono persone che vengono a Latina, molti per la prima volta. Sono 300.000 biglietti da visita viventi che dopo aver passato 3 giorni a Latina ne parleranno con altre persone in tutta Italia. Ignorarli, o peggio, infastidirsi per il loro arrivo è quanto di più provinciale si possa immaginare.

Piuttosto che guardare gli alpini come se davvero venissero qui a “invadere” una città che, altrimenti, non visiterebbe nessuno, dovremmo tutti prepararci a dare la miglior immagine possibile di Latina. Certo non come stanno facendo alcuni nostri amministratori, in ritardo con i preparativi nonostante l’evento fosse ampiamente annunciato.

Gli alpini, oltretutto, porteranno anche un bel po’ di soldi. Lo sanno bene i ristoranti, prenotati da mesi, così come gli hotel, gli affittacamere, i campeggi e tutte le strutture turistiche presenti sul territorio. L’adunata sarà un affare per molti, anche per quei commercianti che non fanno proprio nulla durante l’anno per guadagnarsi un cliente in più. Quelli che ad agosto sono capaci di lasciare il centro sorico senza un bar aperto. Quelli che chiudono i negozi nei centri commerciali all’ora di pranzo quando la gente può comprare in pausa pranzo. Anche per loro, ma non solo per loro, 300.000 alpini a Latina potrebbero essere una vera benedizione. 

E allora basta lamentarsi per l’arrivo degli alpini. Cerchiamo invece di far fare una bella figura a Latina. Sperando che qualcuno un giorno abbia voglia di tornarci.

 

LINK: Il decalogo degli alpini per l’adunata

 

  1. Cari amici di Latina. Scrivo da Verona e sono uno dei molti Alpini che a maggio sar

  2. Se ci informassimo meglio, riusciremmo a capire che i soldi non vanno agli alpini ma nelle casse del nostro comune.
    E se la venuta degli alpini, serve a rimettere a posto un p

  3. mi ha fatto piacere leggere l’intervento dell’alpino, credo a nome dell’intera categoria. che i soldi vadano al Comune si

  4. quando arriverete a Latina in treno vi consiglio di prendere la metropolitana leggera che vi porter

  5. Grazie del contributo, Claudio, ti dispiace se lo copio nel mio blog?

  6. Caro Ulisse, se il buon giorno si vede dal mattino…
    Quella che hai raccontato sembra proprio una parabola: da una parte si inizia in sordina, come per vedere la reazione; dall’altra c’

  7. Scusami, Alpino di Verona, ho confuso penna e piuma. Per farmi perdonare dir

  8. Troppo facile chiedere scusa! Anche il sacerdote, per darti l’assoluzione, oltre al pentimento pretende una penitenza: in mancanza di un Pater, Ave e Gloria, andrebbe bene un bicchiere di bianco (o rosso) in amicizia, pagato da te!

  9. Benvenuti Alpini!
    Ho un ricordo molto personale di un raduno degli Alpini (circa nel 1965 o ’66) a Schilpario (Prealpi Bergamasche). Ero molto giovane e tra canti, arance e sgnappa ho preso una sbronza che ancora me la ricordo.
    Benvenuti!

  10. sembra quella di trovare da bere sgnappa o altre porcherie !! ma andate a lavorare…..

  11. io non entro in merito alla questione alpini, dico solo che quella settimana abbandono latina per sicurezza, per

  12. x Djm:
    i giornalisti sono pagati (anche) per pensare e proporre interpretazioni, senn

  13. non mi pare che nessuno bacchetti nessuno, se non sei d’accordo non devi sentirti “bacchettato” anche perch

  14. Scusate volevo sapere noi lavoratori come ci dobbiamo comportare????per i nostri spostamenti quotidiani vista che latina sara invasa da centinaia di alpini megli restare chiusi??????per attivit

  15. fossi in te resterei aperto, metti che qualche alpino ha bisogno di uno specchietto retrovisore?!

  16. Caro amico, nessuno nega che a qualcuno l’adunata degli Alpini possa comportare qualche disagio. Come del resto capita quando vengono organizzati grandi eventi (per es. nella mia citt

  17. Ma smettetela di criticare gli alpini… manco fossero dei marziani… di cosa avete paura, di un po’ di traffico?

  18. ma ci sveglieranno con l’alzabandiera tutti i giorni alle 7 e poi ci daranno il rancio a pranzo, per non passare per i varchi i chekpoint, e poi ci sar

  19. di tutte queste frenesie !! Meglio stare chiusi in casa a leggere vita ed opere di Berlusconi…..

  20. Ringrazio tutti gli alpini che hanno aiutato gli amici della mia terra d’abruzzo. C’erano anche loro ad aiutare i miei fratelli abruzzesi. Sono felice ed orgogliosa che sia stata scelta Latina, la citt

  21. Caro Ruperto….mi dispiace essere stata fraintesa ed offesa…ho sofferto durante il caso della Pinar e …tanto per fartelo sapere : sono astemia. Sono molto tollerante verso altre religioni e verso tutto ci

  22. Grazie a lei, o, se posso, a te, cara Alessandra, per aver ricordato al signor 4444$ che gli alpini in Abruzzo c’erano, ci sono e ci resteranno finch

  23. Dal 1994 partecipo (quasi) ogni anno all’adunata pur non essendo alpino, ma amico di un gruppo di Alpini. Da Belluno, da Cuneo e da Reggio emilia, si ritrovano ogni anno, si accampano tutti assieme e si festeggia tutti insieme, compresi gli abitanti della citt

  24. Quante parole spese. Ma da oggi cosa ne pensate dell’adunata degli ALPINI? Io mi porto a casa un bel ricordo di Latina. Arrivederci

  25. accidenti, devo dire che questo articolo scritto a marzo ha visto lungo………. erano davvero superflue tutte quelle lamentele prima ancora che iniziasse tutto. un sacco di gente che si lagnava ora

  26. Leggo solo ora tutto quello che avete scritto da Marzo a poco prima che arrivassero gli Alpini, due Piccole considerazioni e vediamo cosa sapranno rispondere tutti quei signori di cui sopra ho letto i commenti:

    1)In tutte le citta in cui si organizzano grandi eventi c’

  27. Da Alpino di Brescia non conoscevo Latina e i suoi abitanti. Devo dire che siete veramente ospitali. Vedo che tutti avete cambiato idea e mi dispiace per chi

  28. e a volte pecchiamo di un certo provincialismo che si manifesta nella diffidenza e nella chiusura aprioristica verso il diverso. Ma come abbiamo visto tutti avevano ragione quelli che fin dall’inizio hanno salutato con entusiasmo l’adunata degli amici alpini…

  29. e di tutte queste chiacchiere rimaste tali rendiamo grazie al sindaco ed ai negozianti che si sono opposti alla creazione dell’ isola pedonale. >:(