Forza Italia, Calvi coordinatore della provincia di Latina

24/04/2014 di

Il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi ha nominato, su proposta del coordinatore regionale senatore Claudio Fazzone, il nuovo Comitato di Presidenza del Lazio. Si legge in una nota di Fi.

Questa la composizione: vice presidente Enti Locali, Francesco Giro; vice presidente e delegato «Attribuzione 5 Sezioni Sentinelle del Voto», Angelo Miele; vice presidente rapporti con Società e partecipazioni pubbliche e Cal, Domenico Gramazio; vice presidente Fund-raising, Alessandro Colorio; vice presidente Rapporti con i Club, Francesco Aracri; vice presidente Attività club, Giordano Tredicine; delegato ai Rapporti con le Forze di Polizia, Pino Palmieri; delegato ai Rapporti con le FFAA e rispettivi Sindacati, Patrizio Di Tursi; delegato «Juniores», Francesco Zicchieri; delegato «Ambiente e Amici dell’Uomo», Paola Paone; delegato «Vittime della Giustizia», Civita Di Russo; delegato «Missionari della Libertà», Cristiano Pasero; delegato «Seniores», Domenico Di Virgilio. Ed ancora: delegato «Volontariato e Solidarietà», Maria Paola D’Orazio; delegato «Iniziative Culturali Politiche», Erasmo Berti. Sono stati inoltre nominati i seguenti coordinatori e commissari straordinari: -coordinatore Grande Città di Roma Capitale, Davide Bordoni; coordinatore Provincia di Roma, Adriano Palozzi; coordinatore Provincia di Latina, Alessandro Calvi; coordinatore Provincia di Frosinone, Pasquale Ciacciarelli; vice coordinatore Provincia di Frosinone, Alessia Savo; commissari straordinari Provincia di Viterbo, Francesco Urbanetti e Claudio Umbertini; commissario straordinario Provincia di Rieti, Sandro Grassi. Per le Province di Rieti e Viterbo, si conclude, « si provvederà a nominare dei commissari straordinari. E con successivo provvedimento, saranno nominati gli altri vice coordinatori».

  1. Co sta gente se potemo mai salva’? E i pusillanimi Latinari che,gli vanno appresso è solo gentaglia

  2. Tutta gente che “senza” la politica non potrebbe sopravvivere o almeno non potrebbe mantenere quel tenore di vita!
    Dei veri “parassiti”!

    Bisogna “togliere” i soldi dalla politica, così chi vuole impegnarsi, lo fa per la collettività e dopo 2 mandati, torna al lavoro che faceva prima.

  3. il padre prende 8mila euro al mese di vitalizio da ex senatore psi
    lui non se sa’..