Sel: “13 famiglie mafiose tra Anzio, Latina e Aprilia”

23/10/2013 di
tribunale-latina-aula-latina24ore-587367200

«Nel Lazio, secondo la mappa stilata dall’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Regione, operano ben 46 clan mafiosi. Nella zona di Aprilia, Anzio, Nettuno e Latina sono presenti ben 13 famiglie mafiose, suddivise tra ‘ndragheta, camorra e mafia. Questo smentisce quanto sostenuto, da certi amministratori locali e da certa politica, sempre pronta ad allontanare ogni sospetto di collusione o di infiltrazioni minimizzando la presenza mafiosa». Lo dichiara, Claudio Pelagallo responsabile regionale per la Legalità di Sel Lazio.

«Nel Lazio le organizzazioni mafiose non agiscono secondo le tradizionali metodologie – aggiunge il comunicato – non mirano a combattere tra di loro, ma si sono suddivise il territorio, tendendo a mantenere una situazione di tranquillità in modo da poter agevolmente realizzare gli scopi criminali che si prefiggono: quello della progressiva infiltrazione nel tessuto economico ed imprenditoriale. La presenza delle tradizionali organizzazioni mafiose è evidenziata anche, da arresti eclatanti, di numerosi importanti latitanti».

  1. Solo 13? Beh ci aggiungerei un paio di famiglie rom, almeno 5 di usurai, altrettante che spacciano e come coliegina sulla torta qualche bel politico. Mescoliamo bene gli ingredienti ed ecco qua LATINA! La città più bella e sicura del mondo!

  2. Purtroppo sembra che il territorio (nel quale comprendo cittadini ed amministratori) non se ne renda conto. Ogni volta che parlo con qualcuno di Latina sembra che sia sempre la migliore città che hanno visto. Probabilmente solo perchè non hanno visto nulla. Che delusione, sia la città che una parte di chi la abita.

  3. Sta avvenendo cio che altre citta del meridione han vissuto 50 anni fa. stiamo sprofondando e la colpa e’ nostra … Siamo noi che strizziamo l occhio al delinquente perche’ fa fico essergli amico e servitore