Bracconiere denunciato dal Nipaf, liberati 30 cardellini

07/09/2013 di
bracconiere-forestale-latina-24ore

Un bracconiere napoletano con precedenti specifici è stato sorpreso dal Nipaf del Corpo Forestale mentre cacciava cardellini nelle campagne ai confini tra Latina e Sezze. Con l’ausilio di una grossa rete da uccellagione e l’utilizzo di richiami vivi ed elettronici, aveva già catturato illegalmente oltre una trentina di esemplari.
Alla vista degli agenti l’uomo ha anche tentato la fuga al volante della propria auto, ma è stato bloccato poco dopo lungo la Monti Lepini, nel territorio di Sezze.
Il bracconiere è stato denunciato e i cardellini, che sarebbero sicuramente finiti in qualche mercato rionale del napoletano, sono stati liberati. Sequestrati anche i richiami e la rete utilizzata per la cattura.

  1. Stessa condanna del balordo che ha gettato il cane dal ponte, multa salata e lavori socialmente utili ….. fategli tagliare l’erba vicino ai canali

  2. FARGLI TAGLIARE L’ERBA? E POI I DIPENDENTI DEL CONSORZIO DI BONIFICA LI MANDIAMO A CASA?RIMARREBBERO DISOCCUPATI E CHI LI SENTI POI I SINDACATI SE UN GIUDICE APPLICA QUESTA REGOLA

  3. Caspita hai ragione veleno, non ci avevo pensato, cmq c’e’ tanta erba da tagliare in questo periodo

  4. ma non si potrebbe mettere in galera costui ? E recidivo e vive solo di questo ; rubare allo stato cioè a noi è diverso che rubare ai cittadini ? basta con il, bracconaggio