Dissequestrate le giostre nel parco comunale di Latina

25/06/2013 di
giostre-giardini-pubblici-parco-mussolini-latina-437621344

E’ stata dissequestrata l’area giostre all’interno del parco comunale di Latina. La decisione è stata presa dalla Procura di Latina che ha accolto l’istanza presentata dal legale del proprietario dei giochi.

I vigili urbani avevano sequestrato l’area considerata abusiva per l’assenza di autorizzazioni da parte del Comune. Il legale Luca Amedeo Melegari, però, ha evidenziato come il Comune incassi regolarmente la tassa sull’occupazione del suolo pubblico. Un fatto che sembra un’autorizzazione implicita dell’attività.

Inoltre l’ente invia periodicamente i tecnici dell’ufficio Commercio per le verifiche sulla sicurezza delle giostre. Il gestore delle giostre ha inviato la richiesta di conferma dell’autorizzazione, rilasciata molti anni fa  ormai scaduta, senza però aver ricevuto risposta.

Di fronte alle osservazione dei legali, il Comune ha provveduto ad attivare l’iter per consentire la riapertura dell’attività, almeno in attesa di un piano definitivo per la gestione dell’area. I legali si sono poi rivolti alla Procura che ha disposto il dissequestro del parco giochi. Il provvedimento è stato eseguito questa mattina.

  1. ci siamo passati più o meno tutti per le giostre dei giardini pubblici… ho 31 anni e ricordo con piacere il millepiedi su rotaie…. cerchiamo di regolarizzare il tutto ma non blocchiamo questo servizio… per la felicità dei nostri bambini…

  2. ai venditori di calzini e altra gentaccia nei parcheggi che chiede soldi non fate nulla….??? fate finta di non vedere… (parcheggio ASL, Panorama)

  3. amministratori, e fatelo un cavolo di bando publico per la gestione se siete capaci. Ma tanto siete incapaci…

  4. Certo che quell’avvocato difende sempre le solite categorie (zingari in primis). Chissà come i titolari delle giostre abbiano potuto permetterselo. Già…chissà. Ma del resto business is business! Non è cosi avvocà?

  5. Caro foffo esiste il gratuito patrocinio basta avere le referenze e viene accettato da tutti gli avvocati…. detto questo chiunque gestisca quelle giostre sia il proprietario attuale o chiunque altro sarei ben contento la felicita’ dei bambini non ha prezzo

  6. Caro macio, è vero che la felicità dei bambini non ha prezzo, ma non sarebbe più giusto un parco sano, rimesso a nuovo dal comune, con altalene e scivoli funzionanti ?
    Perché per far divertire la mia bimba di 6 anni, devo andare in un parco comunale, dove, invece di trovare dei divertimenti gratuiti, trovo due altalene e due scivoli rotti, e affianco un piccolo parco misero, con un trenino e una giostrina a pagamento ?
    Indovinate un po’ dove vuole andare mia figlia, quando la porto in quel posto ?
    Immaginate un po’ la frustrazione di un genitore, che porta il suo bimbo a fare un giro al parco comunale e che non puo’ permettersi di spendere neanche 2 euro, perché ha perso il lavoro e non ce la fa ad arrivare a fine mese.
    In altre città più evolute, ci sono interi parchi, con tanti giochi per i piccoli tutti gratuiti.
    Aggiungo che in altre zone di Latina c’ eè qualche piccolo parco con tanti giochi, tutti gratuiti, perché il parco comunale è stato abbandonato ?
    Non credo di essere il solo a pensarla così, anzi, vorrei qualche altro commento di chi, come me, vorrebbe cambiare qualcosa, in questa città che buono e usufruibile da tutti, ha ben poco.
    Per curiosità, vi lascio l’ indirizzo di una pagina web, che parla di vari eventi culturali e di divertimento per bambini e adulti, giusto per capire la differenza tra una città piena di servizi e strutture e una città sterile come Latina.
    http://www.familygo.eu/italia/emilia-romagna/bologna/eventi_bambini_bologna.html

  7. Salve, ho 19 anni e per caso sono capitata qui. Ho letto l’articolo e i commenti; A parte il pensiero di foffo che poteva risparmiarselo ci tenevo a dire che magari dovreste pensare non solo a voi ma pensare che non è di certo colpa dei giostrai che stanno li! è il comune che deve provvedere ad avere un area dedica al luna park per legge e a curare il parco comunale. che vi piaccia o no i giostrai esercitano lo spettacolo viaggiante e pagano le tasse come tutti voi! dovranno mangiare pure loro e i loro figli non credete? è ora ke uscite dalla visione remota che avete e informarvi di più su come funzionano le cose. basta fare di tutta l’erba un fascio.

  8. Andrea ha ragione, nel parco pubblico dovrebbero esserci solo giochi gratuiti e perfettamente funzionanti.
    Quanti genitori sono costretti a non portare i propri figli nel parco dove esistono solo quelli a pagamento, molto caro.Non possono dire ai propri figli,”papà o mamma non hanno neanche un centesimo in tasca”.
    L’ assessora al sociale che tutti i giorni appare su Latina Oggi che si vanta dei suoi progetti, dovrebbe prestare molta attenzione a questo argomento che sembra futile, ma è molto importante per i nostri figli e nipoti.

  9. Cara Misteri, leggi bene l’articolo.
    I giostrai erano abusivi. Poi ovviamente il zelante legale ha dimostrato che, ricevendo il comune un pagamento per l’occupazione di suolo pubblico, era implicita l’autorizzazione all’attività.
    Ma questa è l’Italia. Faccio un abuso, tanto poi pago le spese per il condono e torno in regola.
    Quello che mi fa pensare male è che una famiglia di giostrai possa permettersi di pagare quel signore come avvocato. E non venitemi a raccontare la favola del gratuito patrocinio. L’avvocato in questione non è Robin Hood….ma ha una tendenza a difendere note, anzi notissime famiglie rom che hanno rovinato la nostra città. Ma vi devo fare i nomi?

  10. A parte ke nn so ki sia quell’avvocato e non mi interessa .. ma come ti permetti tu di fare i conti in tasca a quella famiglia, magari si so fatti i debiti per pagare quell’avvocato tu che ne sai? e un’altra cosa che so per certo è che i media spesso scrivono e dicono solo quello che gli fa comodo. Sono stati tanti anni li e vuoi che se erano abusivi nn avrebbero fatto qualcosa prima sapendo che il comune ci guadagna perchè gli viene pagato il suolo pubblico.. ? io sono con voi quando dite ke il parco deve essere pubblico e funzionante per i bambini perchè è giusto che sia così perchè non tutti possono permettersi di far divertire i propri figli sulle giostre soprattutto di qsti tempi. ma sapete meglio di me che chi sta rovinando la città e tutto il paese sono le classi dirigenti, i politici non di certo l’operaio o chi lavora facendo mille sacrifici, non i rom!