CORRIDOIO TIRRENICO, DI GIORGI: SOLUZIONE STRATEGICA

30/06/2010 di

«Ritorna ciclicamente la polemica sulla
alternativa tra la sistemazione della Pontina e la sua trasformazione in autostrada e
la realizzazione del Corridoio Tirrenico. Credo fondamentale fare alcune
considerazioni: la scelta di messa in sicurezza della Pontina è una soluzione
necessaria ma che non risolve il nodo del collegamento tra il nord ed il sud del
Lazio, è una soluzione che ‘gestisce l’esistentè. Non elimina il tappo intorno a
Roma, non libera l’area pontina (da Pomezia a Formia) dalla impossibilità di accedere
celermente alla rete viaria nazionale». Così in una nota il consigliere regionale Pdl
Giovanni Di Giorgi.

«Il corridoio tirrenico è un asse viario che collega l’Italia al nord Europa – dice
Di Giorgi – Mi spiego meglio: si entra nel corridoio a Latina e si arriva a Parigi, a
Berlino senza incontrare un impianto semaforico. Si tratta di un asse viario che, per
la prima volta, collegherebbe la provincia di Latina, e l’intera area del Lazio
meridionale, direttamente alla rete viaria nazionale ed europea senza gravare sul
nodo di Roma, compreso il collegamento diretto con il sistema aeroportuale romano. Si
tratterebbe, inoltre, di una infrastruttura aggiuntiva alla Pontina creando, così,
una reale alternativa alla viabilità attuale. Solo una visione miope legate alle
contingenze può non vedere nel Corridoio Tirrenico la soluzione strategica per la
mobilità nella nostra regione. Oggi i costi che le nostre imprese sostengono per il
gap infrastrutturale rispetto ad altre aree del Paese ci penalizza in termini
competitivi, e rende meno attrattive le nostre aree rispetto a nuovi investimenti. A
breve la Pontina verrà gravata da altre funzioni (penso ai parchi tematici in via di
realizzazione nell’area di Castelromano, al rilancio turistico della costa pontina,
allo sviluppo dei nuovi poli universitari di Pomezia e Latina) cosa che rende
indispensabile la creazione di nuovi assi viari. Credo che questo debba essere
l’impegno di una amministrazione regionale, come quella che abbiamo messo in campo
con la giunta Polverini, che vuole rompere con le miopie del passato e dare risposte
concrete allo sviluppo del Lazio».

  1. ……..le parole qui a Latina hanno fatto il loro tempo, con la bella figura della conclusione del mandato Zaccheo si

  2. Son felice di leggere le parole del consigliere Di Giorgi e auspico sinceramente di vedere qualcosa di veramente utile realizzato per la nostra provincia. Per gli oppositori al corridoio tirrenico la soluzione migliore sarebbe chiudere la pontina e renderla ciclabile con particolare attenzione a creare un area solo pedonale. Lo strano

  3. Vedo che l’argomentazione piace ;D
    Basta questo straparlare da parte dei soliti “martiri professionali”.
    Fatti e quando occorre.
    Non come fosse un favore ma come atto dovuto.

  4. Sono secoli che si parla di questo progetto, ma fino ad ora ho ascoltato e letto tante chiacchiere dal primo fino all’ultimo presidente della regione!! Latina sta diventando sempre pi

  5. siete pronti latinensi alle promesse pre elezioni? pronti alle cene con i sogni e le fantasie??Sarebbe opportuno che nelle prossime elezioni gli elettori si tengano lontani da questi furbi..