AUTO NEL CANALE, MORTI DUE RAGAZZI

20/06/2010 di

Due ragazzi di 22 e 24 anni sono morti in un incidente stradale avvenuto poco dopo le 20 in via Lunga a Latina. I due si trovavano in una Lancia Y, per cause ancora in corso di accertamento hanno perso il controllo del mezzo finendo prima contro un albero e poi nel canale che costeggia la strada.

Le vittime dell’incidente sono Patrik Iannaccone, classe 86 e Cristian Fiocco, classe 82, entrambi di Latina: tornavano da una serata trascorsa in pizzeria e viaggiavano su una Lancia Y blu in via Lunga in direzione Q4, poi lo schianto contro un pino e la carambola nel canale.

I due amici avevano appena mangiato una pizza insieme nel locale gestito dal padre di Patrik e stavano andando verso casa per vedere la partita del Brasile. Dopo l’incidente un automobilista di passaggio si è accorto dell’auto e ha lanciato l’allarme. Una delle due vittime era stata sbalzata fuori dall’abitacolo, l’altra è stata estratta dai pompieri, ma non c’è stato nulla da fare: i medici hanno potuto effettuare soltanto la constatazione di decesso.

Scene di disperazione sul luogo dell’incidente, all’arrivo di amici e parenti. Nel febbraio 2009 in un incidente stradale avvenuto in via Rossetti era morto Stefano Iannaccone, cugino di Patrick.

cristian_fiocco

iannaccone

  1. queste sono le vere tragedie…altro che le cavolate di cui parliamo tutti i giorni…povere famiglie…prego per voi…ricordiamo l’incidente dell’anno scorso del cugino…che disgrazia…non ci sono parole…:-(

  2. quella strada,Via Lunga. Stretta ma molto trafficata. Segnaletica orizzontale assente.C’

  3. Condoglianze a tutti i vicini che soffrono per questa grave perdita.
    Purtroppo bisogna ammettere che le strade di per se non sono pericolose, ma

  4. un qeusto video si vede una volvo cappottarsi a 100km/h e tutti i passeggeri sono con cinture…

    (spero che la redazione mi lasci il collegamento data l’importanza dell’argomento).
    la cosa che pi

  5. le riflessioni su delle cose importanti come l’omissione d’uso di dispositivi di sicurezza vanno fatte prima caro Fernando, non dopo a tragedia avvenuta. Il tutto si poteva magari evitare e a quest’ora nessuno stava piangendo per la morte prematura di due ragazzi quasi miei coetanei. Io anche ho dei miei amici che quando vanno a ballare bevono per

  6. purtroppo avevo scritto un commento ma il sito non l’ha registrato e riscrivo brevemente il sunto.
    Caro Fernando la riflessione va fatta prima, sull’omissione d’uso dei dispositivi di sicurezza, e magari a quest’ora ci sarebbero state 2 persone in pi