Morphe Arreda

Niente aeroporto a Viterbo, progetto tagliato dal Governo

29/01/2013 di
bagagli-aeroporto-roma-latina-48656213

Nel duello tra Latina e Viterbo per avere il nuovo aeroporto del Lazio sembrava avesse vinto Viterbo. E invece hanno perso tutti. È stato infatti emanato dal ministro delle Infrastrutture e Trasporti Corrado Passera l’Atto di indirizzo per il Piano nazionale aeroporti.  Esso non prevede la realizzazione di nuovi scali e auspica la progressiva uscita degli enti pubblici dal capitale delle società di gestione favorendo l’ingresso di privati. Tra i progetti bloccati quelli per gli scali di Viterbo e Grazzanise.

Il Comune di Viterbo avanzerà richiesta di risarcimento di danno economico per la mancata realizzazione dell’aeroporto perchè lo scalo non rientra nel piano nazionale per il riordino degli aeroporti italiani. «Abbiamo inutilmente bloccato, per oltre cinque anni, lavori, opere e interventi nella città di Viterbo. Penso ad esempio al Piano Regolatore Generale – dice in una nota il sindaco Giulio Marini – Quanto previsto, anzi, quanto non previsto nell’atto di indirizzo per il riordino degli scali aeroportuali, va ad affossare un progetto che avrebbe garantito al nostro territorio vantaggi e benefici in termini economici, occupazionali e di sviluppo. A questo punto mi auguro che in Conferenza Stato-Regioni la Regione Lazio possa difendere e sostenere la realizzazione del nostro aeroporto». «Lo scorso dicembre la »comunicazione« di tale esclusione è arrivata attraverso Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, o ancora meglio, con provvedimento, voluto e sottoscritto dallo stesso capo del Governo Monti. A distanza di un mese e mezzo, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Passera ha varato l’atto di indirizzo per la definizione del Piano nazionale per lo sviluppo aeroportuale: Viterbo è fuori. Insieme all’altro aeroporto previsto a Grazzanise», conclude Marini.