Arsenico, Acqualatina sotto attacco

07/01/2013 di
soffione-doccia-acqua-risparmio-48762334

Il superamento dei limiti di arsenico nell’acqua provoca numerosi attacchi ad Acqualatina, smentita dalla Asl dopo che aveva annunciato la soluzione del problema arsenico.

«Nessuno credeva che il problema fosse risolto – commentano i Verdi Ecologisti Pontini – Il caso arsenico è scoppiato in provincia di Latina oltre due anni fa per i comitati e per un cittadino che ne denunciava le mancate analisi della Asl».

Gli ambientalisti pongono domande precise: «Ogni volta che veniva superato il limite di 10 microgrammi la Asl ha mandato l’avviso ai Comuni? Hanno provveduto i sindaci alle ordinanze previste dalla Asl in questo caso? E’ stata sospesa l’erogazione a bambini e anziani? Le aziende del settore alimentare sono state informate? Hanno provveduto secondo legge a trattare l’acqua, oppure hanno immesso sul mercato prodotti alimentari non conformi?».

«Dopo la conferenza stampa di Acqualatina ci eravamo illusi che la situazione fosse tornata sotto controllo» commentano i consiglieri comunali del Pd Giorgio De Marchis e Omar Sarubbo. «Troviamo inquietante l’immobilismo del sindaco di Latina – continuano – che non ha ritenuto opportuno emanare alcuna ordinanza di divieto del consumo di acqua. Ci auguriamo che il sindaco lo faccia al più presto altrimenti saremo costretti a tutelare la nostra popolazione informando il Prefetto e la Procura». Chiesto anche un Consiglio comunale straordinario con la presenza dei vertici di Acqualatina.

  1. Purtroppo ancora una volta dovremo attendere l’intervento della magistratura.

    I cui tempi sono noti a tutti e faranno calare un velo sulle responsabilità di molti.

    Sta a noi di nuovo vigilare che non cada tutto nel dimenticatoio.

  2. Fosse solo quello il problema di acqualatina !!!
    Andate a controllare i bilanci, le bollette e i compensi ai politici facenti parte della suddetta ACQUALATINA!!!

    tutto tutto niente niente
    il vs cetto lachiunque