CAMPING SEQUESTRATI, LE FAMIGLIE OCCUPANO LA STRADA

11/07/2007 di
Circa 200 nuclei familiari, ospiti
dei camping del Lido di Latina, hanno protestato questa mattina
lungo il litorale, bloccando la strada da Capoportiere a Foce
Verde. La protesta è scattata a seguito del provvedimento di
sequestro emesso dalla Procura di Latina per cinque camping,
Seven Star, Stella Maris, La Conchiglia, Foce Verde e Fogliano.

 
L’ accusa è di abusivismo edilizio per opere realizzate senza
le necessarie autorizzazioni.
Sul caso interviene anche il consigliere regionale Fabrizio
Cirilli, che punta il dito contro le responsabilità dell’
amministrazione comunale, «che negli anni non è stata in grado
di produrre gli atti necessari previsti dalla legge regionale
che avrebbero consentito alle strutture di mettersi in regola».
Il consigliere ha, inoltre, presentato un’ interrogazione
all’assessore regionale all’Urbanistica Massimo Pompili e al
presidente Piero Marrazzo, ipotizzando, sulla materia, un
commissariamento ad acta del Comune.
  1. X Cirilli

    Quali sarebbero gli atti che il Comune di Latina avrebbe dovuto fare per far mettere in regola le strutture? Forse qualche sanatoria? Per quel che se ne s

  2. Cmq mi pare che anche l’installazione di prefabbricati, che nel tempo restano in un posto, siano configurabili come lottizazione abusiva.
    Mi spiego. I prefabbricati devono essere temporanei, se rimangono anni in un luogo e vengono usati in continuazione, allora quella

  3. Cirilli farebbe bene a motivare la sua posizione. Confesso che la situazione, al di fuori dei passaggi di rispetto della legalit