MAFIA A FONDI, SINDACATO DI POLIZIA CONTRO CUSANI

17/01/2010 di

Cusani ha definito una “patacca” la relazione dell’ex prefetto Bruno Frattasi sulle infiltrazioni mafiose a Fondi. Dopo la raffica di polemiche politiche ora si aggiunge un duro intervento del sindacato di polizia Silp Lazio che annuncia una manifestazione a Latina.

L’attacco del segretario Generale SILP-Lazio Cosmo Bianchini: “Le nuove gravissime  dichiarazioni rilasciate dal Presidente della Provincia di Latina Cusani contro la Commissione d’accesso prefettizia, l’ex Prefetto di Latina Frattasi e sugli operatori che hanno svolto le indagini, sul caso Fondi, aprono uno scenario a dir poco sconcertante. Definire “pezzi deviati dello Stato” chi continua a combattere le mafie, e il più delle volte ci lascia la vita, è ignobile, soprattutto se poi dichiarato  da chi rappresenta un Ente dello Stato, quale è la Provincia. Certo,non è la prima volta che Il Presidente della Provincia di Latina Cusani fa capire da che parte sta, sicuramente non con le Istituzioni. Questa O.S spera che queste gravissime dichiarazioni non cadano nel vuoto e finalmente qualcuno chieda nelle sedi opportune contezza al Cusani. Per quello che ci riguarda, mobiliteremo immediatamente tutta la categoria, per decidere ed  effettuare una grande manifestazione a Latina. Sarebbe utile, infine ,chiedere alla neo candidata alla Regione Lazio, Renata Polverini, cosa ne pensa di quanto affermato dal Dr. Cusani  suo alleato alle prossime consultazioni Regionali”.

  1. [b]Ogni volta si ha l’impressione di aver toccato il fondo , e immediatamente dopo ci si accorge invece che il fondo ormai l’abbiamo raggiunto da un pezzo e lo stiamo perfino grattando ![/b]

    Questa volta la causa della rovinosa caduta nella palude dell’arroganza e dell’ignoranza istituzionale e’ il presidente della provincia di Latina , l’inquilino piu’ “illustre ” di via Costa , colui che da sempre vanta l’amicizia con un altro personaggio altrettanto “illustre ” il senatore del feudo di Fondi .

    [u][b]Ancora una volta , sulla scia del malcostume nazionale proveniente dall’uscio di villa S. Martino di Arcore , dopo gli attacchi insulsi del signore di Fondi claudio fazzone , arrivano le bordate del presidente provinciale armando cusani nei confronti di chi ha messo in relazione l’attivita’ politica con gli affari mafiosi .
    [/b][/u]
    Il “galantuomo” di Sperlonga , il rappresentate istituzionale di tutta la provincia di Latina , indica subito l’obbiettivo da mirare . Ancora una volta , le calunniose menzogne verso il Prefetto Bruno Frattasi e la commissione che ha prodotto una voluminosa relazione contenente i dettagli degli episodi e dei soggetti che costituivano la rete di interessi tra imprenditoria mafiosa e politica .

    [b]Al pari del suo maestro d’ “eccellenza ” , il cavaliere in doppio petto martire del duomo , senza alcuna forma di pudore e senza alcun imbarazzo dichiara :” il caso Fondi e’stato creato da

  2. perche “Il Presidente della Provincia di Latina Cusani fa capire da che parte sta, sicuramente non con le Istituzioni” come giustamente ha scritto il sindacato di Polizia…
    Cusani e Fazzone rappresentano alla perfezione i pezzi deviati dello Stato…

  3. Caro De Bonis io sono e vivo a Latina. Sono venuto a Fondi per lavoro e sbagliando strada mi sono ritrovato in un quartiere residenziale pieno di ville a schiera, zona MOF, b

  4. Una persona normale di fronte ad una richiesta di un prefetto suffragata da indagini minuziose svolte da servitori dello Stato con il solo scopo di tutelare la legalit

  5. la mafia camorra n’drangheta non si palesano con coppola e lupara, questo