Sorveglianza e confisca dei beni per Ferdinando Di Silvio

14/06/2012 di
latina_questura

Gli agenti della Divisione Anticrimine della Questura di Latina hanno eseguito un decreto del Tribunale  nei confronti di Ferdinando Di Silvio detto “Gianni”, attualmente in carcere, perché arrestato dalla Squadra Mobile  nell’ambito dell’operazione “Andromeda”.

Sul suo conto il Collegio Penale ha  decretato l’applicazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale per anni tre, con l’obbligo di soggiorno, e una serie di prescrizioni che avranno lo scopo di rendere più fattivo e concreto il controllo delle istituzioni.

Nel contempo, i giudici hanno confermato il sequestro operato nel febbraio 2011 ordinando la confisca  dell’ abitazione di Latina,  del valore di  circa 200 mila euro.

Di Silvio è conosciuto fin dal 1992, per gravi reati quali l’estorsione, falsi, violazione leggi sugli stupefacenti, usura, nell’ottobre 2010, tratto in arresto dalla Squadra Mobile della  Questura di Latina per aver costituito con altri soggetti un’associazione a delinquere finalizzata alla commissione di una serie indeterminata di reati in materia di detenzione, porto e cessione illegale di più armi da sparo, di usura, estorsione, omicidi, tentati omicidi, lesioni, incendi.

Nella valutazione della documentazione i magistrati, condividendo le argomentazioni della proposta, hanno formulato un giudizio probabilistico di “attuale pericolosità sociale” ritenendolo  “stabilmente dedito a traffici delittuosi che rappresentano la sua unica fonte di sostentamento”.

 

  1. si, ma devono assegnarla immediatamente alle famiglie bisognose…tipo quelli della q5 che hanno occupato illeggittimamente

  2. Latina in mano ai zingari. Che brutta fine. E i politici di destra, in questi anni hanno vissuto e continuano a vivere in un altro mondo. Con l’avallo dei tuoi voti. E poi sei il primo a lamentarti. Vergognati

  3. ma pensate a quanti uomini dello stato e denaro speso per stare appresso a sta gentaglia, ci sarebbe un modo più veloce per toglierceli dalle p…. a costo zero.