Crolla l’impianto accusatorio, 23 anni di condanne ai Di Silvio

12/04/2012 di
de_angelis_francesco_654274

E’ quasi crollato del tutto l’impianto accusatorio che aveva portato nell’ottobre del 2010 all’arresto dei nove imputati giudicati oggi nel processo Andromeda.

L’inchiesta, portata avanti dal pubblico ministero Marco Giancristofaro, era la prima che contestava ad alcune persone della famiglia Di Silvio il reato di associazione per delinquere.  A ridurre di molto le condanne, rispetto alle richieste dell’accusa, la mancata contestazione di tentato omicidio e la diversa classificazione dell’associazione per delinquere, riconosciuta in forma semplice.

A fronte della richiesta di 116 anni, oggi pomeriggio, dopo cinque ore di camera di consiglio, il collegio penale, presieduto da Pierfrancesco De Angelis,  ha condannato sei dei nove imputati a 23 anni. La pena più alta quella per Costantino, detto Patatone a sei anni e nove mesi, per il quale erano stati chiesti 18 anni. Sei anni e otto mesi per Giuseppe Pasquale, a fronte dei 16 chiesti dal pm.

Tre anni per Armando, contro i 17 richiesti, tre per Ferdinando, per il quale ne erano stati chiesti 13. Un anno e dieci mesi per Samuele, un anno e otto mesi per Gianluca Mattiuzzo: per entrambi ne erano stati chiesti dieci. Assolti Giulia De Rosa, Carmine Di Silvio, e Gerardo Scava.

Assolti dall’accusa di tentato omicidio, perché il fatto non sussiste Armando, Giuseppe Pasquale, Samuele e Ferdinando, ai quali è stato riconosciuto il 416, ma non nella forma in cui era stato contestato. Della famiglia l’uno promotore e organizzatore sarebbe Giuseppe Pasquale. Assolti dal vincolo associativo Patatone, Carmine, Mattiuzzo e De Rosa.

  1. che scxhifo… cxhe inguardabile schifo… secondo me i giudici hanno paura… come si può chiedere allora alla gente normale di denunciare?????????

    SONO SCHIFATO!!!!!

  2. ciò che evidente alla gente che vive la città non è evidente ai giudici, i quali vivono in un limbo di intoccabili…chiedessero ai commercianti, agli studenti minacciati, ai giovani senza lavoro indotti a spacciare, a chi deve dei soldi come ci si sente solo ad incontrare una di queste persone…per loro è una grande vittoria, usciranno più forti di prima perchè in italia il crimine paga.

  3. Vedrete che tra un anno li lasceranno uscire tutti con tanto di scuse e risarcimento e Patatone si candiderà alle prossime amministrative e diventerà sicuramente sindaco. Non ci lamentiamo se la polizia non interviene quando questi delinquenti spadroneggiano per le strade di Latina… ti risponderanno: “Tanto il giorno dopo li rimettono li fanno uscire!”. Questa è la legge, questo è il sistema giudiziario, dove i migliori avvocati vengono pagati con i soldi dello spaccio, dell’usura e dell’estorsione. V E R G O G N A!

  4. Non mi stupirò se un giorno leggeremo sulle notizie che il Bistecca si è suicidato…

  5. che schifo di giudici! hanno più paura loro che noiatri che vergogna latina.. è tutto una corruzione spero tante cose brutte per qusti zingari come loro hanno fatto ad altra pora gente

  6. … Non e’ stato riconosciuto il tentato OMICIDIO??????? Ma il Buonamano quello che e’ morto sparato e’ forse morto per Infarto? L’associazione a delinquere non e’ stata riconosciuta???????? Ma che stiamo parlando forse di associazione ONLUS?????? Vuoi scommettere che invece di delinquenti e pluripregiudicati incalliati, verranno riconosciuti come emeriti Filantropi ???? Ma qui a Latina gli Ispettori del MINISTERO della INGIUSTIZIA, non li mandano Mai????? Ci prendono in giro, fermi ed integerrimi con le Persone per bene e l’esatto contrario coi Delinquenti? Ma e’ mai possibile che in questa Citta’ si possa assistere a simili spudorate nefandezze, senza che nessuno si indigni. MA PADRETERNO… SE CI SEI…

  7. … per bacco a questa gentaglia in qualche modo bisogna drgli e fargli capire che c’e’ un limite a tutto, io comunque mi sono sempre assunto le mie responsabilita. Ma e’ possibile provare a fare delle assemblee pubbliche e confrontarci civilmente con questi addetti alla Gestione della Giustizia che mi rifiuto di chiamare Giudici?

  8. …………..Dal fondo un Grido si levo’……….. ma ve ne andate AFF………LO…… o no?

  9. Mi associo all’indignazione ed al disgusto manifestati dagli altri intervenuti a questo sito.
    Come avatar propongo una manifestazione pubblica per esprimere la ns. profonda inc…ura nei confronti di questi giudici che definirei nemici del popolo. Propongo una fiaccolata a favore delle forze dell’ordine della città che in questi due ultimi anni hanno fatto sacrifici enormi, con notti insonni, appostamenti, arresti, perquisizioni per mettere dentro questi delinquenti che da tre generazioni infettano la ns. città ed a favore del P.M. Giancristofaro che è stato pure minacciato in pubblico da quella gentaccia. TUTTO INVANO GRAZIE AL COLLEGIO GIUDICANTE DEL TRIBUNALE DI LATINA. E poi la mafia e la camorra stanno al sud!!!

  10. NON SONO PER NIENTE MERAVIGLIATO…ME LO ASPETTAVO…GENTE DOBBIAMO METTERCI IN TESTA CHE SIAMO IN ITALIA CON GENTE CHE CI GOVERNA E GENTE CHE DOVREBBE DA RE CONDANNE TUTTE PERSONE FALSE…SE RUBO UN PO DI PROCIUTTO MI FACCIO 6 MESI SE AMMAZZO UNA PERSONA POCO PIU…IL REATO è LO STESSO HANNO FATTO CAPIRE…SAI LA DELINQUENZA COME SALE ORA CON QUESTO ESEMPIO CHE CI STANNO DANDO..TANTO LA GENTE SA CHE LA GIUSTIZIA NON GLI FA NIENTE E ALLORA CON IL FATTO CHE Cè ANCHE LA CRISI..AVANTI TUTTA CON FURTI E RAPINE…

  11. Con questa sentenza possono alzare il tiro.Possono essere i primi criminali a fondare una nuova linea guida per Latina.In questo momento stanno cambiando gli scenari della città.

  12. …A …..Dino l’importante che non toccano giudici e avvocati, tanto a questi pezzi grossi che gliè ne frega che minacciano e ammazzano la gente di Latina…….

  13. Dott. Giancristofaro,
    ha il pieno supporto ed appoggio della popolazione onesta e civile di Latina, ricorra in Cassazione, non getti la spugna, forse troveremo un collegio giudicante che la pensa come Lei e come quegli abitanti di Latina che desiderano il rispetto della legalità e della civiltà.

  14. A QUESTO PUNTO TOCCA A NOI CITTADINI.
    Ogniuno di NOI diffonda come può questo schifo, in internet, nei social ecc. in modo da creare un’onda di risentimento e far vedere che IL POPOLO non è d’accordo con questa Giustizia da 4 soldi.
    Qualcuno ci dovrà pur leggere e porre questo caso alla ribalta Nazionale ! Magari qualcuno si vergognerà del liquame che stanno versando e porrà rimedio.
    MA SOPRATTUTTO far sentire il Ns. interesse alDott.GIANCRISTOFARO, e fargli capire che siamo con LUI !!!

  15. Sapete che vi dico…se si continua così, io non voglio più vivere in questa paesello (perchè di un paese si tratta). Emigrerò, come fecero i nostri nonni e bisnonni quando vennero qui, nella speranza di una vita migliore in una città con dei VALORI, io farò il viaggio inverso, con la stessa speranza.
    Ma spero sempre che un giorno qualcuno apra gli occhi e renda Latina una città vivibile, dove questa immondizia verrà riciclata nel cassonetto dell’umido!

  16. mentre la popolazione insorge…. colpisce il silenzio della politica e delle istituzioni locali… ONORE ALLA SQUADRA MOBILE E AL P.M. GIANCRISTOFARO

  17. e una vergogna.. latina una città che tutto dovrebbe funzionare… ora escono e credono di rifare le loro malefatte… ognuno di noi nn deve mollare e deve denunciare tutto quello che loro intendono fare… prevenirli in qualche modo….. stiamo uniti.. w latina e le brave persone… TuTTI UNITI il dott giancristofaro nn e solo.. siamo con lei.