ROMA-LATINA, LA REGIONE: AUTOSTRADA ENTRO IL 2012

05/06/2007 di
Dalla giunta del Lazio via libera al sistema intermodale Roma-Latina-Cisterna-Valmontone. Ad annunciarlo, nel corso di una conferenza stampa, il governatore Piero Marrazzo e l’assessore regionale ai Lavori pubblici e alla Politica della casa Bruno Astorre, che ha auspicato che i lavori possano avere inizio entro il 2008 e finire entro il 2012.
 

 
La memoria stabilisce il futuro infrastrutturale del collegamento Roma-Latina, cronoprogramma compreso, e mette fine alle polemiche che hanno costretto a mesi di rinvio per trovare la soluzione per garantire più sicurezza per una strada, la Pontina, che ha il record degli incidenti mortali.
 

La memoria stabilisce «le direttive per la soluzione progettuale del corridoio intermodale Roma Latina e collegamento Cisterna Valmontone». In particolare nel tratto Roma (Tor dè Cenci) – Aprilia nord, si «deve prevedere – è scritto – un’ autostrada a tre corsie per senso di marcia con galleria artificiale ai margini del Sic di Tor dè Cenci, trincea coperta e rinaturalizzata, complanari abolite a favore di tratti di viabilità di servizio necessari a garantire gli accessi attuali».
 
Inoltre nel tratto Aprilia nord – Latina la soluzione progettuale «deve prevedere un’autostrada – è scritto nella memoria  – un’autostrada a pedaggio tipo A a due corsie per senso di marcia, affiancata, a partire da Aprilia sud, da due viabilità complanari, monodirezionali, senza pedaggio, a due corsie per senso di marcia».
 
Per quanto riguarda il tratto Cisterna – Valmontone è prevista «una autostrada a due corsie per senso di marcia e corsia di emergenza, raccomandando – è scritto nella bozza della memoria – di ottimizzare il tracciato stesso in funzione dei confini delle aziende agricole e delle abitazioni esistenti». 
 
Il cronoprogramma che la Regione si impegna a rispettare prevede: entro il 30 luglio 2007 il progetto aggiornato acquisisca il parere del Comitato tecnico regionale; entro il 30 dicembre 2007 il progetto dovrà invece acquisire il parere della commissione Via e dovrà essere approvato dal Cipe; entro il 31 gennaio 2008 dovrà essere pubblicato il bando di gara ed entro il 30 settembre 2008 dovranno essere consegnati i lavori.
 
Per quanto riguarda il potenziamento ferroviario entro il 30 settembre 2007 Rfi «dovrà incrementare le corse nel tratto Latina-Roma-Latina per trasferire il più possibile il traffico da strada a ferro e con la Regione definire la realizzazione del collegamento ferroviario Roma-Pomezia contestualmente alla costruzione dell’autostrada e prevedere un sistema tariffario che salvaguardi fasce sociali disagiate e per i pendolari».
 
  1. se non ricordo male l’autostrada avrebbe due complanari “free” da aprilia a roma.

    Pace, R.

  2. E meno male che nel suo programma Marrazzo prendeva le distanze dai mostri autostradali! Che pena!! Peggio di Storace…Peggio!!!!!!

  3. Alla sofferenza di Enriko, consiglio un rimedio: rinfrescarsi, con un bel tuffo dal lido di latina alle 7-7.30 del mattino.

    Per saperne di pi

  4. Ho l’impressione che sull’argomento ci sia molta poca informazione.Magari(..?)si trattasse di disboscare solo una collina!!!!Qui si parla di saccheggiare un intero territorio, il cui valore Economico e Turistico(!!)

  5. Concordo pienamente con Luca! Si lasciano per decenni le strade in stato pietoso (vedi SS 148, con il benestare politico delle varie cittadinanze, per poter poi devastare per bene interi territori con opere faraoniche, che, quelle si, rendono bene!!!
    Comunque, abbiate pazienza, di ingegneri ambientali, ingegneri stradali, agricoltori incazzati e cittadini informati e ugualmente avvelenati invaderanno a breve le strade e le piazze delle cittadine interessate, per portare a conoscenza di tutti la reale portata degli assurdi mega-progetti di cui si sta parlando. A presto !

  6. Giu’ le mani dall’ambiente!
    Giu’ le mani dai nostri soldi!!
    Trasporto pubblico!!!Come in tutti i paesi davvero civili nel mondo!!!
    Sveglia!!!!