Rapina e minacce a uno studente, due arresti

27/09/2008 di

Hanno rapinato e vessato uno studente, portandogli via il cellulare, introducendosi nella sua casa e minacciandolo. Due ordini di custodia cautelare sono stati eseguiti questa mattina dalla Squadra mobile della Questura di Latina a carico di due cugini, Ferdinando e Carmine Di Silvio, di 19 e 18 anni, appartenenti alla nota famiglia rom del capoluogo ed entrambi già noti alle forze dell’ordine. 

 Il primo era già agli arresti domiciliari per rapina, usura ed estorsione, il secondo si trovava in carcere per rapina e minacce.
 Gli episodi che hanno portato ai nuovi arresti si sono verificati tra il 31 agosto e il 1 settembre scorso. Vittima è uno studente di 17 anni, avvicinato alle 21 del 31 agosto da Carmine Di Silvio in un quartiere del centro di Latina.   Dopo aver individuato la vittima di turno Di Silvio si è fatto consegnare il cellulare per fare una telefonata e poi, rifiutandosi di restituirlo, lo ha rivenduto
a un cittadino straniero davanti agli occhi del giovane, che è stato anche rapinato del portafogli e di una carta bancomat ricaricabile.   Il giorno successivo Carmine Di Silvio ha costretto il ragazzo a farlo entrare in casa sua presentandolo ai genitori come un amico. Una volta nell’abitazione, mentre il cugino Ferdinando lo attendeva fuori, ha preso un lettore dvd e un altro telefono cellulare. Immediatamente i genitori, insospettiti, hanno sporto denuncia in Questura insieme al figlio. Per il 18enne le accuse sono di rapina aggravata, minacce, violenza privata, violazione di domicilio e ricettazione, mentre a carico di Ferdinando Di Silvio quelle di concorso morale in rapina aggravata e ricettazione.   Su espressa disposizione del questore Nicolò D’Angelo la Questura di Latina ha costituito un apposito gruppo di lavoro composto da investigatori della Squadra Mobile, predisposto per la prevenzione e la repressione di fatti criminali che riguardano i giovanissimi.

  1. Siamo davanti ad uno schermo dove si svolge la stessa pellicola… in America, negli anni passati c’erano cinema all’aperto, dove si arrivava con l’auto con la ragazza, si spengeva il motore e si faceva all’amore, poi appena finito, si mangiava una pizza o un panino e si tornava a casa. Se si interrogava quei ragazzi, non ricordavano nemmeno di che film si trattasse… cos

  2. … non ti curar di quel che dice, sorridi e passa -parafrasando il maestro Virgilio – , poi a ‘pontificare’ sono gli altri. Intanto, aspettando il ‘Leader’, confidiamo nelle Istituzioni, anche se a volte pu

  3. Ancora i di silvio???????? bastaaaaaaa via da Latinaaaaaaaa

    E’ la stessa frase che ho detto io dopo aver ascoltato la frase al tg… condita con qualche maledizione e qualche insulto (rivolto non solo a di silvio ma anche alle istituzioni e a tutti coloro che li proteggono). Uno di quei due bravi ragazzetti, carmine o come cavolo si chiama, era appena stato rilasciato dopo aver commesso un reato simile. Sulla fedina penale di quell’altro c’e’ scritto addirittura “estorsione”. Io non sono razzista, ma i di silvio e le altre allegre famigliole di consimili che abitano in citta’, non li sopporto proprio. Mio sono stancato di andar in giro e aver paura che il mio sguardo incroci il loro! Non voglio essere la loro prossima vittima.

  4. la storia dell’allegra famiglia inizia 25 anni fa con il famoso cha cha che imperversava insieme all altro suo amichetto …..a oltre 40 anni

  5. Ciao Mario, io conosco questo ragazzo, conosco molto bene il fratello e anche la sua famiglia,

  6. sul fatto che ognuno sia libero di girare, e che i di silvio abbiano esagerato non c’

  7. … credo che se leggessi tutti gli interventi sviluppati nel tempo, capiresti che ho guardato sempre alla Luna, mai al dito… ma qu

  8. La storia dell’allegra famiglia non inizia 25 anni fa ma molto prima, almeno 35 e passa anni fa, quando giunsero queste parti dalla campania. Ancora mio zio mi dice che quando era giovane c’erano i loro padri o i loro nonni che combinavano guai e rubavano, ma allora erano pochi ora si sono moltiplicati come conigli

  9. Salve a tutti!! sono rimasto davvero scioccato da quanti hanno commentato questa notizia!! vi siete chiesti come mai ne stiamo parlando solo ora?? eppure questi episodi tra i giovani sono giornalieri.. per questo vi rivolgo un appello.. educhiamo i nostri ragazzi ad non aver paura e di rivolgersi alle autorit

  10. … hai messo il dito su una piaga aperta. Non certo il Fronte della Giovent

  11. no nessuna squadraccia e nessuna camicia nera… era solo la constatazione che in quegli anni i giovani potevano avere dei punti di riferimento extrafamiliari, che oggi non ci sono pi

  12. Per Mario innanzi tutto: scusa se ho usato la metafora del dito e la luna, non era minimamente riferita alla tua persona in quanto tale, leggo ed apprezzo i tuoi post e mi guardo bene dal denigrarli; piuttosto all’argomentazione, peraltro apprezzabile come provocazione, dei troppi soldi facili in mano ai ragazzi. Vero, verissimo, ma fuori contesto, consentimi: qui si parla di delinquenti che vessano chi probabilmente

  13. … purtroppo, eufemisticamente parlando, i processi non sono inquisitivi che uno si presenta e racconta quello che sa per sentito dire dal nonno, dallo zio, dal padre, e dal parentato o meno tutto. I processi si fanno con prove, come accadr

  14. verissimo
    ai tempi in cui c’era un certo gruppo
    a latina non succedevano certe cose, specie quando c’erano fdg e “piazza della liberta, o meglio la piazza..” … tutto era sotto controllo e queste cose non accadevano poiche c’era chi comunque si faceva valere e rispettare.
    ragazzi che si sono battuti per il rispetto e hanno preso denunce etc per questi motivi.
    un plauso anche ai “metallari” del palazzetto e piazza quadrata che sono stati gli unici ad affrontare certi figuri anche rimettendoci pesantemente….
    tutto il resto della citta dormiva o metteva la testa sottoterra…..
    adesso ecco la bella eredit

  15. Era da un po’ che non bazzicavo da queste parti, con un altro nick, e mi rendo conto che la situazione sta degenerando. Non

  16. fdg sotto controllo? ma dove, a kabul?
    io (che ho quaranta anni passati) del fdg mi ricordo che si sono presi a pistolettate a piazza moro con un po’ di balordi (teste kalde, gruppo Roipnol e altre sigle del genere) con successivo assedio alla sede di via Pio VI.
    e poi me li ricordo andare in gruppo a bersi litri di birra alla Cueva e al vicolo cieco e vandalizzare tutto quando stavano ubriachi (=cio

  17. Non erano quelli che ora fanno i moralisti ‘reinverginiti’ da A.N., prossimamemnte P.d.L. ‘Partito del Littorio’?
    Una proposta io l’avrei, e ne concordate nel firmarla, scrivere a qualche parlamentare perch

  18. per Marta,
    i nomi non te li posso fare qui su un sito, non voglio rischiare querele inutilmente e poi c’

  19. quante chiacchiere inutili contro giudici, poliziotti… ma se i primi siete voi che avete tolto autorevolezza ai poliziotti, una volta avevamo poliziotti che per strada “educavano” certa gente anche a costo di dare uno schiaffo a chi non lo meritava… nessuno aveva da ridire perch

  20. .. caro Tizio, credo che hai centrato il problema, “voler dar schiaffi”.. le indaginbi non si fanno a schiaffi, ma con professionalit

  21. e invece il fdg e stato l unico gruppo che ha messo a calesse tutti quanti
    l unico gruppo che si e scontrato con tutti
    e ha sempre avuto la meglio
    onore a 40 ragazzi intrepidi che hanno avuto il coraggio di scontrarsi contro i drogati e i suoi messaggeri
    contro lo schifo morale di chi non ha mai reagito e anzi ha foraggiato questa gente
    onore al fdg e chi si e giocato la vita e si e battuto pure per chi stava a casa bello al sicuro

    fuori le palle

  22. carlo forse il tuo nick la dice lunga; forse forse forse
    ecco questa la mentalita latrinense per anni

    io ti dico che anni fa i soli ventenni e trentenni che si siano opposti allo schifo circostante e che abbiano rifiutato attivamente la droga come modello sono stati solo quelli del fdg
    e cio ha portato pmarecchi problemi
    mentre c era gente che consumava e vandeva allegramente guadagnando
    la gente del fdg ha combattutto per strada prendendosi pure denunce e condanne oltre a rischiare la propria vita per tutta la citta
    pure per quelli che se ne stavano a casa tranquilli e beati
    qualcuno a 20 anni e a 30 si e alzato in piedi e ci ha provato
    e tu che facevi
    eri pro o contro
    eri uno di quelli che era contro loro ma pero la cannetta se la comprava
    cio che cerco di dire e che tutti ci potevamo fare i c…i nostri ma qualcuno ha scelto e NON per guadagno ma solo per principio etico di schierarsi ^per strada e fare la guerra contro chi seminava la citta di problemi senza che qualcuno si opponesse
    eravamo noi contro tutti i prepotenti e questo non si puo negare
    e 20 ce li avavamo tutti
    solo che qualcuno ha scelto di rovinarsi pure per voi
    spettatori eunuchi
    e molti altri
    sono rimasti chiusi a casa al sicuro nelle certezze della loro cameretta

    tutto qui

  23. E’ troppo semplicistico classificare nel modo negativo in cui ho letto sopre quelli del Fronte e quello che hanno fatto.
    c vorrebbe un’analisi pi

  24. tutto vero luigi
    l unica cosa che anche il gruppo skinhead vero che si e poi distaccato dal FDG come ben sappiamo era formato dal fulcro di alcuni attivisti tosti e puri che si sono costituiti in MP
    e han dato vita ad una formazione di irriducibili ancora piu determinati e schietti. per carlo forse che nomina risse alla cueva gli ricordiamo che risse alla cueva non ce ne sono mai state; una al vicolo cieco si ; confermiamo. di risse a causa di ubriachezza molesta ce ne sono state poche e rare quella causate dal gruppo ma di risse provocate da fuori di teste e drogatoni vari ti posso assicurare che ce ne sono state a decine
    ora il fatto che alcuni del gruppo abbiano riportato ferite e denunce per spesso difendere un muretto o una strada che erano dominio di pescecani e di schiavi venditori di schifezze varie non lo trovo cosi shockante e negativo visto che a noi i punti in testa o in faccia non ci hanno piegato cosi come non ci hanno piegato le minacce e le aggressioni subite.
    il fatto e che mentre una citta guardava e una altra parte foraggiava c era una sparuta minoranza formata da giovani tutti di un pezzo almneno ai tempi che si sono schierati fisicamente.
    gli altri i 40enni di oggi stavano al polo o al corso a farsi le pippe e tentare di provarci con qualche tipa
    altri si giocavano la gioventu per cercare di arginare un fenomeno schifoso di sudditanza a 4 balordi e non solo come ben sapete quelli della famiglia nominata ma ti parlo di latinensi doc etc etc
    per cui di nuovo
    lungi da me invocare la legge dell asso di bastoni
    ma ai tempi qualcosa si poteva fare
    non lo si e fatto
    la gente ha lasciato pascolare i delinquenti e il risultato e che oggi non essendoci piu gruppi che possano far sentire la voce di chi e ancora puro ha vinto la delinquenza e la legge dei balordi.

    onore al bar bonanno
    onore al vecchio monte dei paschi