Movida, il Comune spegne la musica al “Lovers”. Multa al “Baraonda”

07/05/2011 di
movida-discoteca-pub-locali-latina-ted64

Il Comune di Latina ha sanzionato il locale notturno “Lovers” (ex Blow) in via Lago Ascianghi, dopo le verifiche sul rumore effettuate dai tecnici dell’Arpa Lazio nel marzo scorso. Il rumore del locale è eccessivo e supera i limiti imposti dalla legge. Ora un’ordinanza dell’ufficio attività produttive dispone lo stop alla musica, alle bevande e alla ristorazione per 10 giorni.

“Il titolare del locale – scrive oggi Il Messaggero – è già indagato dalla Procura per “disturbo al ripose delle persone” e per non aver applicato una precedente ordinanza. Ora il settore attività produttive del Comune ha emesso una nuova ordinanza (numero 32 del 4-5-2011) che sospende «le attività di intrattenimento musicale con annessa somministrazione si alimenti e bevande per il mancato rispetto del limite di immissione differenziale a finestre aperte e chiuse». I dati dell’Arpa dimostrano che i residenti, almeno in questa specifica situazione, hanno ragione a lamentarsi”.

I tecnici dell’Arpa avevano effettuato rilievi fonometrici anche al “Baraonda” verificando che, anzhe in questo caso, i limiti massimi venivano superati. Da qui la violazione e una multa in arrivo, con una sanzione che sarà compresa tra i 516,46 euro e i 5.164,57 euro come previsto dalla legge.  «Non tutti i locali danno fastidio – spiega il presidente del comitato dei residenti, Patrizio Cianfoni sul Messaggero – alcuni si sono adeguati alla legge e soprattutto al rispetto per chi vive in zona. Altri locali, purtroppo la maggioranza, non rispettano le regole fregandosene altamente di tutti noi. Ci siamo dovuti così adattare alla situazione, a spese nostre, installando doppie o triple finestre, ma anche costosissimi pannelli isolanti, insomma abbiamo fatto ciò che avrebbero dovuto fare tutti i locali».

La situazione nel quartiere è sempre più tesa. L’altra sera sono volate alcune secchiate d’acqua dai balconi. Dalla strada insulti e parole pesanti. Spesso qualcuno infila uno stuzzicadente nei citofoni dei residenti facendoli suonare ininterrottamente nel cuore della notte. Insomma un muro contro muro che non lascia ben sperare.

  1. Grande Mino!!!!! la penso anch’io così : massa di ubriaconi e falliti

  2. ..dobbiamo ringraziare anche per questo il sindaco Zaccheo…. che ha voluto fare nella zona Via Lago Ascianghi – Via Neghelli la “trastevere” di Latina come l’amava chiamare…. pensate che idiota che hanno votato!!!!! sveglia gente mandiamo a casa questi ignoranti (come dice un mio amico “se butti un libro durante un loro comizio…scappano perchè non sanno cosè”) del PDL e tutte le finte-liste civiche a loro associate…..

  3. ….Ma l’immaggine e’ tutto gende!!!!!! state alla casa a vedere la tv ingnorandoni !!!!!

  4. ma che strano, nonostante l’ordinanza del 4 maggio il Lovers ieri sera era aperto ….. ed anche stasera sicuramente somministrerà bevande alimenti e musica!!!
    mah!!

  5. io continuo a dire che il problema NON E’ SOLO LA MUSICA ma la massa di gente che si raduna davanti ai locali. Ovviamente i gestori se ne lavano le mani perché in mezzo alla strada “i ragazzi possono fare quello che vogliono” e “loro non ne rispondono”. Per questo ci vorrebbe una vigilanza fissa almeno per i giorni di venerdì sabato e domenica (cosa che tra l’altro, fu fatta dai locali per un breve periodo, pagarono dei vigilantes privati…) . La soluzione è sempre e soltanto una: chiudere quei locali stramaledetti e portarli in una zona isolata, in modo che i giovani ubriaconi non possano dare fastidio a nessuno.

  6. @ugo: condivido il tuo pensiero ma credo che la soluzione non sia affatto quella di far chiudere dei locali, ma di far rispettare delle semplici regole.
    c’è tanta inciviltà e maleducazione ….
    basterebbe una volante di pattuglia nelle sere di maggiore affluenza. un po’ di sano ordine pubblico non fa male a nessuno!
    Non dico di spegnere la musica ma di abbassarne il volume. Non mi pare una richiesta assurda!!!