Cusani lancia Di Giorgi: “E’ un candidato umile e valido”

21/04/2011 di
giovanni-di-giorgi-94727sf54

«Giovanni Di Giorgi non ha cercato la candidatura. Questo suo tratto di umiltà ci dà la misura del suo impegno, in caso di elezione». Armando Cusani, presidente della Provincia, illustra così il suo impegno per sostenere il candidato del centrodestra a Latina. E lo fa con una conferenza stampa con la quale benedice il candidato del Pdl.

«La Provincia – spiega Cusani – affiancherà il Comune nei tre assi della nostra azione (competitività, sussidiarietà e solidarietà) per portare a compimento il programma di Di Giorgi».

Cusani evidenzia il progetto del porto a Rio Martino (“meglio che a Foce Verde”) e quello di un nuovo ospedale. «Vogliamo subito il Dea di II livello, realizzato in parte presso il “Goretti” e in parte presso l’Icot, ma puntiamo ad avere un nuovo ospedale: ci impegniamo fin d’ora per un accordo di programma con il Comune per indire un concorso di idee, con annessa relazione finanziaria, e a predisporre il progetto di finanza».

 

 

 

 

 

 

 

  1. Aho se l’ha detto cusani, stiamo proprio a posto, non ne usciremo piu.Questi personaggi in cerca di autore piu’ sono dannosi ed inutili per la societa’ e piu’ hanno l’arroganza di sentirsi unti dal Signore e pensano di parlare: Essi sono interpreti solo di loro stessi,il loro modello e’ “famose i c…i nostri e dell’artri chi se ne frega”, e assieme al loro Lider maximo berlusconi, i stanno trainando nella tomba. Mandiamoli via facciamo un nuovo risorgimento, anzi direi un nuovo rinascimento, che dopo di loro e estremamente necessario.

  2. L’augurio, come cittadino-elettore, è che il candidato “umile e valido” non sia poi troppo umile una volta eletto e sappia cacciare a calci nel culo, metaforicamente parlando, quanti hanno distrutto questa città, sia a livello politico sia a livello sociale, vedi presenze di mafia-camorra&ndrangheta ormai radicate sul territorio perché forti di chissà quali coperture.

  3. @Fernando Bassoli
    per fare quello che dici doverebbe incominciare a cacciare a calci nel culo se stesso, visto che ha fatto parte del governo di questa citta’ e che ne ha appoggiato tutte le scellaratezze

  4. Io parlo in generale. Ormai si leggono troppe notizie sui giornali relative a infiltrazioni malavitose a Latrina.
    Trovo comunque curioso e nuovo che un politico non latinense debba presentare un figlio della nostra terra ai suoi concittadini. Non credo che un uomo made in Latina come Di Giorgi abbia bisogno di presentazioni.
    Mi pare un paradosso.

  5. la malavita o le organizzazioni mafiose s’infiltrano dove la politica è debole, tra i candidati delle mille liste elettorali c’è qualcuno coriaceo che non conosce certe debolezze?

  6. camorra? malavita? organizzazioni criminose? votate Tiero e Di MATTEO

  7. @ Navigator
    Io invece temo che la malavita preferisca insediarsi dove la politica è forte.
    Per intrallazzarci meglio.

  8. mafia e camorra sono 2 parole ke giovannidi giorgi conosce solo xkè le combatte da sempre
    e ve lo dico io ke se nonfossestato x lui ero ancoraxstrada a farequello keditevoi

    sivede keparlate solo xkèspeate di vincere e buttatefango addosso allepersone sezasapere di kistate parlando

  9. ahahahahahahahaha,buona questa di fede..hahahahahahah di giorgi combatte la mafia…hahahahahahahahaha…che risate…ahahahahahahahahahah

  10. Sì fede ma bisogna che questa lotta contro il malaffare non abbia pause perché il problema parrebbe avere dimensioni non indifferenti, sempre a giudicare dalle cronache. E questo non è un compito di Di Giorgi o Moscardelli, ma di tutti, cittadini compresi.
    Intanto possiamo dire grazie alle forze dell’ordine per il delicato lavoro di repressione delle attività criminose svolto negli ultimi anni.

  11. ho dato una risposta a F. Bassoli, spero esauriente sulle infiltrazioni malav. peccato che il commento è ancor ain moderazione, spero che non venga censurato.

  12. ragazzi l’Italia è allo sbando alla deriva a causa di una classe politico dirigente regredita culturalmente, ci sono due possibilità o buttiamo loro fuori dalla nave o saltiamo fuori noi (intesi metaforicamente) con un gesto forte e civile di protesta annullando le schede elelttorali.

  13. Ma mi spiegate perche il cusani parla d’altro? Vule forse farci dimenticare le sue vicissitudini con gli abusi edilizi di cui e’ artefice?

  14. di giorgi un candidato umile , più che umile direi impedito, ha sempre bisogno di qualcuno che parli per lui. fa bene a rifiutare i confronti in televisione (gli è stato imposto dal berlusca) fa solo delle figure meschine.

  15. ciao a tutti, al di là delle appartenenze politiche vi invito ad una riflessione che si basa su argomentazioni tangibili e riscontrabili.
    Le infiltrazioni della criminalità nel nostro territorio sono ormai consolidate, sappiamo tutti che nell’immediato intorno di Latina risiedono personaggi legati alla malavita organizzata di livello nazionale, ex-mafiosi, pentiti e quanto altro. Questi personaggi hanno indubbiamente “legato” e fatto accordi con la criminalità locale instaurando una serie di rapporti che non dobbiamo e non possiamo sottovalutare. Senza fare nomi, per evitare censure, vorrei ricordare un fatto che ha riguardato una città a Sud della nostra provincia, nella quale un Prefetto ed un Ministro, chiesero lo scioglimento del comune per “comprovate” infiltrazioni mafiose. In quel caso, sempre senza fare nomi, un senatore chiamato “Signor 30.000” (i voti che prende in quella città) ed un amministratore provinciale (guarda titolo), diedero del pazzo sia al Prefetto, sia al Ministro, rompendo qualsiasi forma di rispetto istituzionale. Ora, chi vuole capire capisce, io non vorrei mai che Latina diventasse Provincia di Caserta e credo che sia evidente che se ci “mettiamo” in casa questi personaggi, se ci appoggiamo al loro supporto, alla loro forza politica, al loro modo di pensare le istituzioni, rischiamo di parlare un dialetto che non ci appartiene.

  16. Un errore senza dubbio è stato fatto, iutile nasconderlo: Cusani non avrebbe mai dovuto appoggiare un candidato in qualità di Presidente della Provincia poichè deve rappresentare tutti, non solo una fazione.
    Per quanto riguarda chi ha commentato prima di me ho una cosa da dire: complimenti per il vostro essere forcaioli. Capisco che sia di moda attaccare Di Giorgi su questo forum, ma cavolate del tipo che Di Giorgi sale per farsi i cavoli suoi risparmiatevele. Tutti sono capaci a lanciare accuse gratuite e anche meschine. Mi spiegate perchè i sospetti vengono lanciati solo sui candidati del PdL? Nel PD in altre zone d’Italia ci sono dirigenti locali che sono assassini, cocainomani, corrotti, ma non per questo dico che tutto il PD sia così. Lo ritengo un partito di sfigati, è vero (e ritengo Moscardelli un bugiardo patentato, uno che promette mari e monti sapendo benissimo che non può mantenere le promesse che sta facendo causa mancanza di fondi comunali), ma ciò non vuol dire che ritenga tutti disonesti a prescindere. Imparate cos’è il garantismo ed evitate la cultura del sospetto immotivato.

  17. Allora Andrea, qui parliamo senza cognizione di causa evidentemente. Innanzi tutto Giovanni DI Giorgi ha governato questa città negli ultimi anni facendo parte del consiglio comunale come Assessore allo Sport e ai Servizi Sociali, inutile dirti che il suo operato sia stato mediocre e volto essenzialmente al mantenimento di fasce elettorali, in pratica assegnava palestre pubbliche a società sportive che si impegnavano a votare per chi voleva lui. Il fatto che i dirigenti delle massime squadre della città e non solo si siano schierate apertamente nei confronti di Moscardelli è un dato che deve fare riflettere. Inoltre, non dimenticherò mai che proprio Giovanni Di Giorgi, pagò il concerto di Vasco Rossi con i soldi della colonia estiva dei ragazzi disabili, roba da inorridire. Questi sono fatti e non chiacchere.
    Sono un’ex elettrice del centro destra, ora con questa storia della “SFIDA DEL FARE” mi sento veramente presa in giro.

    FARE, CAMBIAMENTO, NOVITA’, sono parole di cui di Giorgi si fa grande, senza però aver cambiato nulla della squadra di governo che lo appoggia, quella squadra di governo che da 17 anni è seduta al comune.

    L’appoggio politico Di Fazzone e della Polverini poi la dice lunga sull’autonomia che Di Giorgi può assicurare a Latina, ed è inevitabile che sarà influenzato fortemente dal volere di queste persone nelle sue scelte politiche e amministrative.

    Il centro destra ha portato Latina nelle ultime posizioni di qualsiasi classifica, sul sociale, sull’economia, sul turismo, sull’ambiente ecc…..a scriverlo è il sole 24 ore, e non mi sembra un giornale di Sinistra.

    Per quanto riguarda Moscardelli, non sarà di certo la salvezza assoluta, ma almeno si può dire che non ha “MAI” governato questa città e che se vincesse le elezioni ( i sondaggi lo danno al 4% su tutti) Latina sicuramente avrà una ventata politica “Diversa”, una speranza.

    Il suo programma politico non promette grandi progetti, sono tutte cose che si possono realizzare. Dove prenderà i soldi? Risparmiando sui grandi sprechi che la vecchia amministrazione ha prodotto.

    Per dirtene una, controlla pure quando vuoi, i consigli di Amministrazione di Società come AcquaLatina e di Latina Ambiente, dove risiedono i soliti noti…costano al comune circa 600.000 euro annui. Moscardelli li vuole chiudere, questo vuol dire che per esempio, si potrebbero creare due o tre nuovi Asili per i bambini che non trovano posto nella situazione attuale, così le loro mamme potrebbero andare a lavorare serenamente senza perdere il posto di Lavoro. Ti sembra una cosa impossibile? Un progetto irrealizzabile? A me sinceramente no.

    Credo che Latina questa volta si svegli, e per una volta, proprio come dici tu, i cittadini si accorgeranno che quello che conta non è il colore politico, i partiti hanno buoni e cattivi amministratori ovunque, Di Giorgi ha già avuto occasione di dimostrarcelo, e non ha fatto una buona figura, E’ ORA DI CAMBIARE!

    E’ l’ora di Moscardelli.

  18. Beh cara Esther, visto che vogliamo parlare di fatti, perchè allora nel quinquennio in cui Di Giorgi è stato assessore Latina era sesta per qualità dei servizi sociali della classifica Sole 24 ore? Per quanto riguarda il concerto di Vasco Rossi, quei soldi sì sono stati presi, ma in seguito sono stati messi a posto, non dimentichiamolo. E poi di che squadra di Governo parli scusa? A meno che tu non abbia il dono della preveggenza, non puoi conoscere la futura squadra di Di Giorgi, non è stata ancora fatta…e poi con la vecchia squadra non c’entra nulla anche per un altro motivo: gli uomini di Zaccheo sono stati confinati nella lista della Polverini e nella coalizione è rientrato Fabrizio Cirilli, che non ha nulla e che vedere con la precedente gestione. Fazzone poi averebbe voluto proprio Cirilli come candidato, non Di Giorgi.Poi tu mi presenti Moscardelli come l’uomo della salvezza e come “nuovo”. Tutto falso per vari motivi: anzitutto Moscardelli fa politica da quando esisteva ancora la Democrazia Cristiana, in sei anni in regione non ha mantenuto alcuna promessa (vedere la discarica di Borgo Montello che aveva promesso di chiudere nel 2005) e, ripeto, la mancanza di fondi per realizzare i castelli in aria che va dicendo in giro. Contro le partecipate inoltre si è espresso anche Di Giorgi, avendo ribadito più volte di voler rottamare sia Acqualatina sia LatinaAmbiente. I soldi non ci sono, inutile inventarsi che si recuperano…l’unica è sperare nei finanziamenti dell’Europa o della Regione.

  19. Sicuro i due candidati fanno campagna elettorale contando sullo stipendio della regione, male che va..
    Stipendi sprecati
    alla fine uno sarà ostaggio dei grandi “capi” che lo hanno candidato e l’altro sarà uno contro tutti (prov. e reg.)

    Mi viene l’orticaria quando li vedo in giro.

  20. @ Fat puddy, grazie, lo prendo come un complimento :P
    @ Lampadino, uno dei due governerà Latina, occhio a non confondere le cose….
    @ Alfredo, meglio soli che accompagnati da Faz e da quello che rappresenta…

  21. è possibile pronosticare la vittoria di Di Giorgi facilmente, in che modo? Semplice, verso la fine della campagna elettorale arriverà a Latina il gota del PdL dalla Polverini a Berlusconi in persona che strapperanno applausi e strette di mano tra show battute e discorsi per sostenere il loro pupillo, spazzando la concorrenza.

    L’unica possibilità che Moscardelli ha sta nel voto di protesta dell’elettorato trasversale per presa di coscienza difronte alle vicende a tutti note di Berlusconi, quindi considerando queste amministrative un anteprima delle politiche nazionali, ma se questo non avverrà scordatevi Moscardelli sindaco.

  22. …ma il voto di protesta andrà disperso grazie alle mille liste di PIENI DI SE’ quali M5Stelle, i CRA, ecc… come al solito i bravi cittadini si danno la zappa sui piedi per egosimi e personalismi, almeno imparate dalla dx come sanno compattarsi per finta pur di vincere. MINCKIONI

  23. Purtroppo ti devo dare ragione, Quantum, ma le liste civiche sono create sempre da qualcuno, le aggregazioni non nascono mai dal nulla, c’è sempre qualcuno che caccia la pecunia, e ovviamente ci mette ci decide lui come candidato sindaco, secondo le proprie opinabili convinzioni,
    Per candidato sindaco ci vorrebbe un ” talebano” che nn guarda in faccia a nessuno.
    Siamo gia fortunati se escono candidati che non si sono mai compromessi con sistemi di potere lobbystici( e qui ci includo tutta la partitocrazia di Latina e provincia).
    Speriamo che l’elettore castighi tutti i vecchi consiglieri comunali, nessuno esluso.

  24. NON ANDATE A VOTARE—-N
    NON ANDATE A VOTARE
    NON ANDATE A VOTARE
    o al limite VOTATE IL PARTITO DEI GIOVANI OK (Salvatore Minenna unico e vero SINDACO di Latina)

  25. Se costui e’ raccomandato dal compare di fazzone, quello che nega il fenomeno dell’infiltrazioni criminali in terra pontina possiamo davvero stare tranquilli, e votare qualunque altro.

    DI GIORGI L’UOMO CHE SI E’ FATTO DA SOLO IN QUESTO LINK (video)
    http://youtu.be/70d9ZgTnaZw

    Fare copia e incolla per la visualizzazione, altrimenti direttamente su YOUTUBE cercare il video : un uomo che si e’ fatto da solo.

    I MANIFESTI COSTOSI E ABUSIVI CHE IMBRATTANO TUTTA LATINA, SONO INVECE ATTACCATI CON L’AIUTO DEGLI ALTRI.

    …..Senza nemmeno sapere chi e’ che paga!

  26. Chiara stò ancora ridendo per il video è bellissimo…hai pienamente ragione Di Giorgi l’uomo che si presenta come la novità…meglio di Zelig!!!!ahhahaha

  27. QUESTO VIDEO E’ LA REALE DIMOSTRAZIONE di che cosa intenda il candidato Di Giorgi quando afferma di essere la politica del fare .

    http://youtu.be/70d9ZgTnaZw

    Intanto l’UNICA COSA DEL FARE concreta da parte di Di Giorgi, e’ il continuo imbrattamento di Latina, citta’ di cui vorrebbe esserne il sindaco, con i suoi odiosi manifesti abusivi che propongono la sua altrettanto odiosa espressione da ebete che lo ritraggono.

  28. certo che a rileggere queste notizie, sulla fine che hanno fatto personaggi del genere, vengono i brividi……….