Picchia la ex moglie e un poliziotto, arrestato un avvocato di Latina

04/07/2018 di

Un avvocato di Latina, Daniele Giordano di 44 anni, è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni. Ieri intorno alle 14,30 una voltante della polizia è intervenuta in via Boito, quartiere Q4, dopo una segnalazione al 113.

“Giunti sul posto e saliti al III^ piano della palazzina, all’ingresso dell’appartamento interessato, i poliziotti – si legge in una nota della Questura – constatavano la presenza della donna in lacrime, in preda ad una crisi nervosa. Nel mentre tentava, con difficoltà, di spiegare cosa stesse accadendo, i poliziotti udivano delle urla provenire dal cortile del condominio. Immediatamente accorsi individuavano la presenza dell’ex marito della donna il quale, avvedutosi, urlando a squarciagola, aggrediva uno dei poliziotti colpendolo al volto. L’uomo, generalizzato veniva immediatamente bloccato nonostante, a più riprese, continuasse a minacciare gli operanti”.

Secondo la ricostruzione, la donna, separatasi circa tre anni fa, aveva più volte richiesto l’intervento della polizia a causa del comportamento dell’ex compagno il quale, in particolare nell’ultimo anno, “mostrava atteggiamenti che, con il passar del tempo erano peggiorati e che ora pretendeva, in ogni momento, con la scusa di sapere del figlio minorenne, di essere informato su dove ella si trovasse, cosa stesse facendo, chi frequentasse. A questo si erano aggiunte ripetute minacce di morte proferite nelle molteplici occasioni, anche a mezzo telefono, chat o messaggistica.
Una vicenda che aveva ridotto la donna allo stremo, che non le permetteva di vivere una esistenza tranquilla e la possibilità di condurre una vita serena, compromessa da presenza costante ed invadente dell’ex marito. L’uomo, in evidente stato psicofisico alterato, veniva riportato successivamente alla calma. Nel prosieguo delle attività e al termine delle relative formalità, è stato tratto in arresto per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni, nei confronti della donna la quale, raggiunto il Pronto Soccorso del S.M. Goretti, era stata refertata con 10 giorni di prognosi per un grave stato ansioso reattivo, e per i reati di violenza e lesioni a pubblico ufficiale nei confronti del poliziotto della Squadra Volante”.