Morphe Arreda

Scoppia la protesta degli ormeggiatori, striscioni sugli alberi davanti alla Regione

27/01/2015 di
regione-lazio-latina24ore-001

terracina-foce-sisto-latina24ore-8678722 Tre persone si sono arrampicate questa mattina sugli alberi di fronte alla sede della giunta regionale del Lazio per protestare contro presunte irregolarità nella concessione degli ormeggi lungo il fiume Sisto, a Terracina. Tra i due grandi platani di fronte ai cancelli hanno steso uno striscione con scritto “La mafia bianca ci vuole distruggere” e “Se non vuoi morire paga il pizzo all’Ardis”.

In particolare su uno dei due alberi sono arrampicate due donne, sull’altro un uomo anziano che già nei mesi passati aveva messo in atto una simile protesta. Sul posto tre mezzi dei vigili del fuoco tra un’autoscala: l’uomo, che sta protestando al megafono, minaccia infatti di gettarsi se non sarà ascoltato e ha al collo una fascia che però non ha ancora assicurato ad alcun ramo dell’albero.

«C’è stata richiesta una tangente per le concessioni – afferma l’uomo sull’albero che dice di chiamarsi Amedeo Di Pietra – ma non abbiamo accettato. Lo scorso giugno un dirigente regionale ha fatto un sopralluogo e ci ha detto che avevamo ragione, ma poi non ci ha fatto più sapere niente». L’uomo riferisce di aver più volte denunciato il presunto tentativo di tangente ma di non aver ottenuto alcun effetto. Ora, con un megafono, sta chiedendo un incontro con la Regione.

  1. questo è il mercato libero inteso dai governi Berlusconi, Prodi, Monti, Letta adesso Renzusconi…..ma sempre in cu…. agli italiani!

  2. Anche il finto porto-bagnarola di Rio Martino non ha concessioni per le barche
    perché Cusani e Di Giorgi non sono d’accordo sulle percentuali da incassare….

  3. magari i mezzo a quelli che protestano ci sono gli elettori di Zingaretti e quelli che hanno votato alle primarie Renzi! …..pronti a rivoltarli ancora….