Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Volley, l’Andreoli sfida i campioni d’Italia

Il massimo campionato di pallavolo è al giro di boa. È di scena la prima giornata del girone di ritorno con l’Andreoli impegnata nell’anticipo, sabato 11 gennaio alle 20.30, dove al PalaBianchini di Latina ospita i Campioni d’Italia della Diatec Trentino detentori anche della Coppa Italia. Anticipo voluto dalla formazione trentina per preparare al meglio la trasferta di martedì in Belgio con il Noliko Maaseik valida come andata degli ottavi di finale di Champions. Trento, oltre al campionato e la Coppa Europea, è impegnato su più fronti: ha vinto la Supercoppa (3-0 a Macerata) ad inizio stagione, ha chiuso al 3° posto il Mondiale e si è qualificata per i quarti di Coppa Italia. Nella bacheca dei trentini ci sono 15 trofei: 3 scudetti (2007-08, 2010-11, 2012-13), 3 Coppe Italia (2010, 2012, 2013), 2 Supercoppe (2011, 2013), 3 Champions (2009, 2010, 2011) e 4 Mondiali (2009, 2010, 2011, 2012).

La Diatec rispetto allo scorso anno ha cambiato molto, Roberto Serniotti è stato promosso primo allenatore dopo la partenza di Stoytchev che ha portato con se all’Halkbank Ankara (la società che lo scorso anno ha vinto la Coppa Cev in finale proprio contro l’Andreoli) Kaziysky, Juantorena, Raphael e Tzourits, ha riabbracciato l’opposto Sokolov (rientrato dal prestito a Cuneo) e il giovane Fedrizzi e può contare degli innesti dell’argentino Solè, del portoghese Ferreira e dello statunitense nato in Albania Suxho. Potrebbe schierare Suxho al palleggio e Sokolov opposto, Solè e Birarelli centrali, Ferreira (non in perfette condizioni potrebbe essere sostituito da Fedrizzi) e Lanza di banda con Colaci libero.

Dalla parte pontina Rossini e compagni devo fare di tutto per cambiare il passo negativo della prima parte di stagione. Ne è consapevole anche il presidente dell’Andreoli Gianrio Falivene che fa il punto della situazione in casa biancoazzurra: “Non ho giustificazioni da fare rispetto al girone di andata profondamente deludente, ci aspettiamo un riscatto a partire da sabato. L’unica cosa da salvare è il cammino nella Coppa Europea, siamo agli ottavi, e come abbiamo dichiarato più volte, ci teniamo particolarmente ad arrivare fino in fondo. Con Trento ci sono tutti i presupposti per assistere ad una bella partita, con tanti campioni in campo, ho avuto modo di seguirli in Brasile nel Mondiale per club e apprezzare tutto il loro valore”.

Le strade tra i due club s’incrociano in Europa nelle date, infatti l’Andreoli sarà impegnato mercoledì 15 gennaio in Estonia contro il Parnu nella gara di andata degli ottavi di Challenge Cup. Il tempo per entrambe per tornare e disputare la 13ma giornata (Trento ospita Ravenna, Latina è impegnata a Macerata) per poi continuare il tour de force con le gare di ritorno delle coppe europee in contemporanea mercoledì 22 gennaio alle 20.30.

La gara di andata in campionato fu posticipata al 23 novembre per l’impegno al Mondiale per club della squadra di Serniotti, fu giocata senza nazionali (Birarelli, Lanza e Rossini) perché in contemporanea alla Grand Champions Cup dove la nazionale di Berruto chiuse con la medaglia di bronzo. Gara che terminò con la vittoria di Trento al tiebreak 24-22.

Santilli prima di decidere sul sestetto attende notizie dall’infermeria dove potrebbe recuperare alcuni uomini.
Nei 25 precedenti tra le due formazioni, 18 sono andati a favore dei trentini e 8 dai pontini. In casa il Latina ha vinto 5 delle 12 gare disputate con l’ultima vittoria che risale al 5 gennaio 2012 (3-1). Non ci sono ex in campo per entrambi gli schieramenti.

 

 

Comments

comments

MandarinoAdv Post.