Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Questa non è la vera Latina, campagna di De Marchis

  • svar_4
  • svar_3
  • svar
  • svar_1
  • icos_1

“Questa non è la vera Latina”, cartelli attaccati nei luoghi simbolo del degrado urbano. È la nuova campagna lanciata da Giorgio De Marchis, candidato sindaco alle primarie del prossimo 16 gennaio. Nelle notti fra il 28 e il 30 dicembre centinaia di cartelli con la scritta “Questa non è la vera Latina” sono comparsi in tutta la città a segnalare buche, palazzi abbandonati, cumuli di immondizia, situazioni di degrado e abbandono della città. Una campagna che mira a ricordare i danni realizzati dall’amministrazione Zaccheo e dalla sua maggioranza di centrodestra, che ha ridotto al degrado buona parte della città capoluogo. Lo slogan “Questa non è la vera Latina” punta a risvegliare l’orgoglio dei latinensi, che meritano una città migliore, più bella, più pulita, una città degna di questo nome.

“Con questa azione abbiamo voluto rendere ancora più evidente lo stato di abbandono e degrado in cui il centrodestra ha lasciato Latina – afferma il candidato sindaco alle primarie del Centrosinistra Giorgio De Marchis – Perché non è solo sui grandi progetti che la giunta Zaccheo ha fallito: è in quelle piccole cose che oggi rendono difficile, brutta e insicura la vita quotidiana di ogni latinense che il fallimento del centrodestra è inequivocabile”. Le immagini dei cartelli sono state raccolte in una galleria fotografica visualizzabile sul sito ww.giorgiodemarchis.it, che potrà essere aggiornata in tempo reale con il contributo di tutti i cittadini: basterà scrivere all’indirizzo cambieremotutto@giorgiodemarchis.it per segnalare una situazione di degrado o abbandono. In alternativa, chi vorrà, potrà scaricare, dal sito e stampare e apporre di sua iniziativa il cartello. Una campagna aperta, virale, partecipativa, dunque. “Non si tratta solo di una campagna di comunicazione – continua De Marchis – ma di una vera e propria mappatura, condivisa e partecipatacon i cittadini, di quello che dobbiamo cambiare nella nostra città, i cartelli collocati a scopo puramente dimostrativo saranno rimossi nei prossimi giorni”.

La scelta dello slogan non è casuale. “Abbiamo voluto usare Questa non è la vera Latina anche in maniera un po’ provocatoria – spiega De Marchis – Il centrodestra si è sempre detto custode dei valori fondanti della nostra città. Ma è questa l’idea di Latina che vogliono incarnare? La verità è che hanno tradito e umiliato Latina. E con essa tutti i latinensi, che sono i veri eroi di questa città”. “Dobbiamo cambiare tutto” ha concluso De Marchis, “dando una nuova prospettiva di futuro alla nostra città, una visione strategica e progettuale, che però non può prescindere dall’ordinario, da quegli interventi che sono fondamentali per rendere migliore la vita di ogni cittadino. Perché la vera Latina è quella in cui è facile, bello e sicuro vivere”.

Comments

comments

  • FAUSTO

    La candidatura di Giorgio De Marchis va al di là delle ideologie politiche,diamogli fiducia !!!!!!

  • Gianluca Trezza

    pur non essendo dello stesso schieramento politico… spero caro Giorgio che tu possa farcela a vincere le primarie… Latina ha bisogno di persone che amano questa città… e non di persone che la sfruttano come già successo!!!
    Buon lavoro!!

    Il Consigliere Circoscrizionale
    Gianluca Trezza

  • Enjo

    questa è la vera “latrina”!..ossia come hanno trasformato quella che una volta era latina!!

  • Paperon De Paperoni

    ….Si vabbene, ma i soldi per tali campagne pre-elettorali quanti sono? E soprattutto da dove provengono?

    Comincino a spiegarci perche’ investire una quantita’ esorbitante di soldi per farci sapere che, in caso di nomina agiranno per il bene comune.

    Che si comincino a dare le dovute spiegazioni!

  • nicos

    De Marchis non fa politica da ieri e sono anni che la sua voce si fa sentire a denunciare gli scandali della ns città, non ultimo la battaglia sulla TIA. Spero che gli intorpiditi cittadini votino per davvero ora, senza regalare il voto come è stato fatto finora , sperando in un ritorno economico….. svegliamoci e diamo fiducia a chi la sta meritando con un comportamento onesto e trasparente.

  • Anophele

    purtroppo quella è la vera LATINA!
    Mi domando perchè chi si propone per il cambiamento ci mostra ciò che vediamo e sappiamo? Che si voglia “cavalcare la tigre” cioè la rabbia dei cittadini (lega docet) quelle immagini rappresentano il quotidiano disinteresse di tutti CENTROSINISTRA compreso! Perchè c’erano al governo della città quelli di destra lo scempio è attribuibile solo a loro? Quando fu rilasciata la concessione edilizia per l’edificio sulla pontina il centrosinistra dov’era?
    Stessa cosa con la SVAR ed ancora per quella schifezza urbanistica dei quartieri Q4 e Q5 la sinistra dov’era? Per più di vent’anni di terme di Fogliano la sinistra che faceva dormiva? Perchè la sinistra si sveglia solo in prossimità delle elezioni?
    Oltre ad evidenziare gli ORRORI degli altri s’occupassero per esempio del depuratore di acque reflue della città, dove finiscono i liquami di 120mila abitanti?
    Appare evidente che sinistra centro e destra non brillino per capacità di analisi critica verso se stessi ed il mondo=sistema che li circonda.
    IL DEGRADO AMBIENTALE ED URBANISTICO SCATURISCONO DAL DEGRADO INTELLETTUALE E CULTURALE DELL’ESSERE UMANO, QUINDI LA SOLUZIONE NON SI TROVA CAMBIANDO PARTITO o SCHIERAMENTO.

  • Italo

    Tutto quello che vi pare…porgo una questione che non c’entra niente…apparentemente. Ma perchè tutti voi (di destra, di sinistra, di centro o come volete) affiggete (o meglio fate affigere) i vostri manifesti in modo abusivo sugli spazi acquistati e regolarmente pagati da altri? Non è anche questo degrado urbano e civile?
    Poi proponete visioni di legalità da altro pianeta (sia chiaro visioni sposabilissime). Non sarebbe il caso di iniziare dal basso?

MandarinoAdv Post.