Rifiuti, commerciante multato aggredisce le guardie ambientali

17/09/2013 di
rifiuti_strada_cassonetti_387876587

Fa gettare i rifiuti dal figlio senza rispettare le regole e, all’arrivo delle guardie ambientali del Comune reagisce insultandole. Un commerciante di Latina di 31 anni è stato denunciato con l’accusa di interruzione di pubblico servizio, oltraggio a pubblico ufficiale e minacce.

Due guardie ambientali avevano notato un ragazzo minorenne che stava gettando dei rifiuti in maniera non regolare. Lo hanno avvicinato chiedendogli da dove provenissero i rifiuti e lui ha indicato il negozio del padre. Una volta entrati sono stati aggrediti verbalmente e cacciati via dal’uomo.

La polizia municipale ha denunciato e sanzionato il commerciante che dovrà pagare 166 euro di multa, nonché rispondere dei reati penali contestati.

  1. E mò, con questa notizia, che vi aspettate, “solidarietà alle guardie ambientali”??
    E andiamo, non facciamo i ridicoli, basta con queste sceneggiate di falso e becero autoritarismo per queste caxxate nei confronti di gente che lavora.

  2. Ma smettetela, io che vengo da fuori Latina trovo il vostro atteggiamento incivile!
    Avete trasformato e ridotto questa città in uno schifo, ma lo conoscete il senso della parola “senso civile”?

    Il servizio di controllo delle guardie ecologiche mi sembra il primo barlume di civilità in questa maltrattata città.
    Ma se vi piace vivere nella munnezza andate avanti così, difendetelo pure il commerciante in oggetto, ma poi non vi lamentate se le cose non funzionano. E’ proprio dai piccoli gesti che le cose iniziano a cambiare, proprio come saper gestire bene l’immondizia.

    Povera Latina!

  3. chissà come viene gestita la nettezza urbana dopo averla ritirata… è italiano chi getta la spazzatura ma è anche italiano chi dovrebbe riciclarla per bene!

  4. Quanta retorica!!!
    Ma voi latinensi lo sapete che giusto sulla Pontina c’è un’azienda d’eccellenza che dall’immondizia “umido” della città produce un compost di classe A?

    Uscite dalla pochezza e dai luoghi comuni!
    Questo potrebbe essere una bellissima città, ma forse non nelle vostre mani!

  5. oramai a cafonaggine stiamo diventando un comune del napoletano! e questo per mantenere una città pulita…

  6. l’illecito da parte del commerciante non si limita al solo inquinamento, e il momento di magra non è un’attenuante, anzi dovrebbe esser spunto di riflessione, gli addetti avrebbero potuto sicuramente sorvolare e ammonire, ma a quanto pare l’individuo non si è risparmiato di aggredire chi stava semplicemente svolgendo il proprio lavoro (appunto,lo stesso che voi cercate di difendere, solo quello del commerciante pero’), insomma è indifendibile.
    Sorvoliamo pero’ sul fatto che i dipendenti pubblici sono a servizio degli stessi che la città l’hanno resa quello che è, qualche colpa ce l’hanno anche loro insomma.

  7. No a uno Stato di polizia, sì al buon senso e alla collaborazione SPONTANEA tra cittadini e Istituzioni.

  8. ehmmmm … ecco, mi sa che il commerciante stava in torto sin dall’inizio. Magari le guardie ambientali saranno un po’ “rompiballe” ma sono mesi che girano. Se butti l’immondizia senza rispettare le regole, beccati la multa e “stacce”.

  9. Sicuramente il commerciante ha reagito pensando alla situazione critica in cui ci hanno portato i politici nazionali. Siamo troppi tartassati. E anche una multa porta a queste reazioni. E’ inutile negarlo: il popolo italiano è sotto strozzo delle banche tedesche e francesi. Se non usciamo dall’euro, domani è ancora peggio.

  10. @simone visto che Noi siamo latinensi evidentemente Tu non lo sei QUINDI fatti i fattacci tuoi e vai a sparare le TUE inutili sentenze al PAESE tuo e ai PASSANO Tuoi….. Grazie

  11. solidarietà @ simone! devi capire che siamo cresciuti con la la DC , subito dopo il 92 il testimone è stato dato alla destra moderata e non. La sinistra ha assistito accontentandosi di uno stipendio sicuro. il risultato è che girano (anche nel web) persone di siffatta statura.

  12. Sta messo male a 31 anni già a mandare avanti il figlio… come crescerà questo figlio?

  13. In questa città, di cui mi vergogno, ovviamente la colpa non è di chi non rispetta le regole ma di chi tenta di farle rispettare.
    Latina, il riassunto di tutto il degrado di questo paese disgraziato.

  14. Ma un negoziante cosa può buttare? Cartoni? Carta? Perché non guardate la vostra?

  15. Pubblico ufficiale? Ma le guardie ecologiche multano anche latina ambiente spa se non pulisce i cassonetti e se non passa a ritirare la spazzatura negli orari previsti da contratto?
    Gli ausiliari del traffico multano urbania perchè ha messo le stiscie blu dove non poteva metterle?
    Ok è gente che lavora ma ho sempre che queste spa non siano altro che gli “sgerri” di un sistema di affari e di politica che poco centra con i servizi al cittadino

  16. Latina è degradata. PUNTO. Materialmente e civilmente. E’ compito di tutti cercare di mantenere un minimo di decoro urbano… ok nessuno vuol sentirsi richiamare.. ma basta guardarsi intorno per sentirsi colpevoli di una città allo sfascio.

  17. Aggiungo che oltre alla multa, lo avrei obbligato a pulite tutte le isole ecologiche che ci sono………..
    Roba da non credere, a leggere i commenti, siccome uno lavora deve essere lasciato libero di fare come vuole.
    Per chi e’ tanto smanioso di tale pratica, raccolga i suoi stracci e se ne vada in direzione Flacca. Facendo qualche chilometro potra trovare la sua terra promessa.

  18. @Simone e per tutti coloro che sono accorsi in difesa delle guardie ambientali.
    Guardate che il senso civile a Latina è stato perso da tempo, e non è con le “guardie ambientali” che si INIZIA a risolvere qualcosa.
    Nessuno vuole difendere un commerciante che forse ha sbagliato, ma non ci si può far vedere “forti” solo quando succedono queste caxxate. Anche perché lo schifo che c’é intorno ai cassonetti, spesso è dovuto a gente che vi rovista dentro e butta tutto fuori.
    Il senso civile a Latina si è perso quando si è deciso di creare la LTambiente per foraggiare politici trombati, quando si è deciso di legittimare la presenza delle famiglie nomadi, quando si è permesso di costruire ai soliti noti trasformando locali tecnici in superattici, quando negli asili comunali i genitori debbono portare la carta igienica per i figli etc etc… vabbé, lasciamo perdere, consoliamoci, che adesso ci sono le guardie ambientali…

  19. Dove sono le “guardie ambientali” quando sulle aree verdi della centralissima Viale Mazzini i cani fanno i loro bisogni allegramente con i loro padroncini e quando i rom rovistano nella immondizia buttando tutto fuori dal cassonetto? E quando c’è quel pazzo (anzi c’era… perchè da un po’ non lo vedo) che gira per il centro e butta a terra i cassonetti prendendoli a calci e strillando ai passanti? Ok il commerciante ha sbagliato, ma quello che non piace sono i due pesi due misure di queste azioni correttive. O si presidia sempre, o mai. Una volta si e dieci volte no non serve a nessuno.

  20. in Q4/Q5 devo fare slalom tra le cacche di cane mentre faccio una passeggiata. Quando le guardie ambientali sanzioneranno anche queste persone???

  21. Ma cos’è, la sagra del benaltrismo?
    Fin quando non beccano tutti i ladri, perché metti in galera me che ho rubato solo un portafoglio?
    E se ho fatto qualcosa di sbagliato pretendo l’immunità finché non si risolvono TUTTI i problemi delle ingiustizie ed illegalità del mondo mondiale.
    Perché il problema è sempre un altro e sempre si potrà dire, dato che a problemi non stiamo certo scarsi.
    Mah, ormai non mi stupisco più di niente, è passato il messaggio che a strillare fesserie senza vergogna si ha ragione.