Morphe Arreda

Misterioso furto nella cantina dell’avvocato Pernigotti, ora le indagini si complicano

25/05/2018 di

Sono stati violati i sigilli nella cantina dell’avvocato Ugo Pernigotti, sequestrata dai carabinieri dopo il ritrovamento di droga e altro materiale sospetto. Centinaia di stecche e pacchetti di sigarette, di probabile provenienza furtiva, sono stati rubati dalla cantina posta sotto sequestro. Un episodio che getta ulteriori ombre sul caso.

Il furto – come scrive oggi Il Messaggero – è stato scoperto dai carabinieri mercoledì ma potrebbe essere avvenuto anche martedì. Del materiale custodito nella cantina non rimane quasi nulla. Dunque sarà impossibile per i militari verificare il furto di tabacchi e risalire ai lotti tracciati delle sigarette che l’avvocato conservava nello scantinato. Di conseguenza anche le accuse all’avvocato saranno indebolite.

I carabinieri indagano sul misterioso episodio analizzando anche le immagini delle telecamere presenti in zona.

Oltre ai tabacchi i carabinieri avevano trovato anche un jammer, uno strumento che isola le frequenze dei telefoni cellulari, ma anche passamontagna, guanti e a 12 chili di monete da 1 e 2 euro, considerate provento di furti ai distributori automatici e slot machine. Un’indagine che diventa ora più complicata. E intanto i carabinieri continuano a controllare la lista di nomi sequestrata a Pernigotti.