Morphe Arreda

FOTO Erosione a Latina, approvato il piano d’azione: ripascimento annuale programmato

22/02/2018 di

«La lotta alla erosione della costa pontina da oggi ha un nuovo, concreto strumento. Nell’ambito delle iniziative avviate dalla Regione per la tutela e valorizzazione del nostro litorale e contro l’erosione, la Giunta regionale ha approvato lo schema di protocollo d’intesa per la gestione sostenibile e la valorizzazione del tratto di litorale compreso tra Latina e Sabaudia, fortemente soggetto ad erosione. Al protocollo aderiscono anche l’Ente Parco Nazionale del Circeo, il Consorzio di Bonifica dell’Agro Pontino, il Reparto Carabinieri Biodiversità di Fogliano e l’Arpa Lazio». Lo annuncia il consigliere regionale del PD, Enrico Forte.

«Il documento approvato dalla Giunta Regionale – spiega Forte – inquadra il litorale compreso tra Latina e Sabaudia, in particolare tra la Foce del Canale Mascarello e Torre Paola, come un’unica area in cui intervenire in maniera integrata per combattere i fenomeni erosivi. I soggetti aderenti si uniscono per attuare un modello di gestione del litorale basato sulla sinergia e su un monitoraggio constante e continuo che consenta di attuare azioni congiunte, coordinate e tempestive. In pratica, verranno valutati gli interventi annuali da realizzare per mantenere l’equilibrio della spiaggia, attuando metodi condivisi che si basano sulla gestione integrata della zone costiere. Questa intesa – continua Forte – ha una operatività immediata e subito dopo la firma del protocollo verrà costituito un Tavolo Interterritoriale permanente per programmare gli interventi da effettuare. Sono previsti interventi operativi immediati contro l’erosione, con risorse messe a disposizione dalla Regione per il 2018 e, negli anni successivi, anche dai Comuni di Latina e Sabaudia».

«L’accordo – si legge in una nota – prevede, appunto, interventi annuali concreti. Ogni anno, infatti, nei mesi di marzo ed aprile, verranno realizzate opere di ripascimento del litorale, stabilite da un apposito Tavolo Tecnico, mediante l’utilizzo di sedimenti naturali che annualmente si accumulano lungo il tratto di costa interessato. Inoltre, le parti aderenti si impegnano a snellire al massimo le procedure burocratiche ed amministrative per l’attuazione delle attività programmate».

«Sono molto soddisfatto dell’approvazione del documento da parte della Giunta, perché testimonia ancora una volta l’approccio sinergico e collaborativo della Regione verso le problematiche del territorio – commenta Enrico Forte – Una tale azione per la difesa della nostra costa è necessaria se vogliamo finalmente programmare lo sviluppo delle attività turistico-ricreative pensando anche alla salvaguardia del territorio. Questa iniziativa, infine, è in linea con quanto stabilito dal Programma europeo di cooperazione territoriale MED, che per gli anni 2014-2020 definisce le azioni efficaci per la protezione delle aree costiere».