Morphe Arreda

Giornata della memoria, studenti di Latina ad Auschwitz

24/01/2015 di
shoah-latina-24ore-4463511452

 

shoah-latina-24ore-4463511452Per il terzo anno consecutivo il Comune di Latina darà vita ad apposite iniziative in occasione della “Giornata della memoria”, il 27 gennaio, per ricordare la tragedia della Shoah nella ricorrenza della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, e della “Giornata del Ricordo”, il 10 febbraio, per ricordare la tragedia delle foibe.

Oltre ad appositi manifesti commemorativi, il Comune di Latina ha messo a disposizione i fondi per consentire a gruppi di studenti di Latina la partecipazione alle manifestazioni celebrative presso gli stessi luoghi delle tragedie. Alla presenza di delegazioni dell’ente comunale, gli studenti si recheranno ad Auschwitz e, successivamente, alla Foiba di Basovizza, dichiarata monumento nazionale nel 1992 e simbolo delle atrocità commesse sul finire della seconda guerra mondiale e negli anni successivi dalle milizie di Tito contro gli italiani. Sarà presente anche il sindaco Giovanni Di Giorgi, che la mattina del 27 gennaio presenzierà anche alle cerimonie presso la prefettura di Latina.

Sempre nella giornata del 10 febbraio, inoltre, il Comune di Latina, insieme all’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, promuove apposite cerimonie che prevedono, nel corso della mattinata, una funzione religiosa, la deposizione di una corona al monumento ai martiri della foibe (in zona Villaggio Trieste).

Per quanto concerne il viaggio ad Auschwitz, quest’anno grazie anche ai fondi messi a disposizione dal Comune, saranno 50 i ragazzi che, insieme ad un gruppo di insegnanti, parteciperanno alle celebrazioni nella città polacca. Il gruppo di studenti è già partito per la Polonia, dove sarà presente anche l’assessore alla cultura e all’istruzione, Marilena Sovrani. Il 26 mattina gli studenti visiteranno l’ex campo e museo di Auschwitz, mentre il 27 febbraio prenderanno parte alla cerimonia ufficiale nel campo di Birkenau per il 70° anniversario della liberazione del campo. Sarà l’assessore Marilena Sovrani a rappresentare il Comune di Latina che è legato da un patto di amicizia con la città di Oswiecim, sede dell’ex campo di Auschwitz. Il Comune di Latina, nel 2013, ha anche donato appositi fondi per il mantenimento e la sicurezza del museo di Auschwitz, come ricorda anche una targa posta all’interno della struttura.

“Anche quest’anno la nostra città celebrerà queste due giornate in un’ottica particolare, vale a dire come momenti per consentire soprattutto ai giovani di poter riflettere insieme – afferma il sindaco Giovanni Di Giorgi – Per questo abbiamo messo a disposizione i fondi necessari per consentire ai nostri studenti di conoscere da vicino i luoghi della nostra storia, un percorso educativo e di crescita legato a valori condivisi che sono alla base della libertà di scelta e della crescita di una comunità. Alla città di Oswiecim (sede dell’ex campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau), ci lega una stretta collaborazione nel nome della pace e dei valori di fratellanza, per contribuire a lavorare affinché quell’orrore non possa più ripetersi.

Inoltre nella sua breve storia Latina ha maturato il seme dell’accoglienza, avendo ospitato una folta comunità di giuliano-dalmati che sono da sempre parte integrante della nostra e con cui, ogni anno, promuoviamo le celebrazioni in occasione, appunto, della Giornata del ricordo”.