Morphe Arreda

Sezze, successo per la sagra della zuppa di pane con fagioli

10/08/2011 di

Lo scorso week-end a Sezze, nella tenuta Orsini di via Chiesa Nuova, si è tenuta la XVII Sagra della Zuppa di Pane con Fagioli, organizzata dall’Associazione Culturale “Noi di Suso”. Già dal venerdì i partecipanti hanno affollato i tavoli sotto gli alberi di nocciolo al riparo dal caldo estivo. A farla da padrona, ovviamente, il piatto principe della manifestazione che ha deliziato persone provenienti da tutta la regione e anche dal resto d’Italia con delegazioni della Lombardia e dal meridione.

Oltre alle imperdibili serate danzanti con “La Banda del Cuore”, “Magia Redini” e “Giò Valeriani”, hanno riscosso grande successo gli appuntamenti culturali e i giochi popolari tornati protagonisti. In primis, “Incontro con i Poeti e la Poesia” ha raccolto una ventina di adesioni, con autori locali e non, che si sono confrontati a suon di rime in una gara di alto livello artistico. Irene De Pace e Lorenzo Giorgi hanno vinto rispettivamente tra i poeti che si sono espressi in italiano e quelli in dialetto.

Di grande spessore anche mostra fotografica “Scorci setini…ieri e oggi” di Pietro Mastrantoni, nonché la lavorazione della ceramica al tornio da parte del maestro Gambarelli e l’arte dell’intreccio da parte della Cooperativa Poièio. I giovani si sono, invece, dati battaglia nel “tiro alla fune” e “sull’albero della cuccagna” intrattenendo con simpatia il pubblico. La Sagra si è chiusa con l’estrazione a premi e l’immancabile spettacolo pirotecnico che ha deliziato i presenti.

“L’impegno dei soci dell’Associazione Culturale “Noi di Suso” è stato fondamentale – ha spiegato il presidente Pietro Mastrantoni – per la riuscita di questa diciassettesima edizione della Sagra della Zuppa di Pane con Fagioli. Sono felice dell’ampio riscontro e degli attestati di stima che i presenti ci hanno comunicato. Il nostro impegno è quello di proporre anche il prossimo anno divertimento, tradizioni e cultura che caratterizzano da sempre il nostro territorio”.

L’Associazioine Culturale “Noi di Suso” pone anche un giusto occhio alla solidarietà. Infatti, l’edizione di quest’anno è stata organizzata in collaborazione con la Slow Food Condotte di Priverno-Fossanova-Lepini e così  parte del ricavato è stato devoluto al progetto “Mille orti per l’Africa” con un pensiero a chi ha non poche difficoltà per reperire cibo.