Morphe Arreda

VIDEO L’omaggio a Martina Natale: il ministro consegna il diploma ai genitori

02/10/2018 di

«Essere qui a consegnare un diploma a persone meravigliose come voi per me è un onore: sono io che vi ringrazio. Voi dimostrate di essere comunità, di conoscere i valori della vita; anche questo è essere scuola. L’amore che state trasmettendo oggi è qualcosa di unico, è un simbolo per la scuola italiana». Con queste parole il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti è intervenuto al liceo Manzoni di Latina dove ha consegnato il diploma di maturità ai familiari di Martina Natale, la ragazza morta il 12 giugno scorso e per le quale le amiche hanno sostenuto l’esame di maturità illustrando la sua tesina.

«Io ho vissuto l’esperienza di Martina, tre anni fa di questi tempi ho vissuto quella esperienza e so cosa significa, l’ho vissuta come esperienza diretta in un letto d’ospedale e so quello che si prova: in quei momenti, lo so bene, si vive anche un senso di pace profonda. E in quei momenti avere intorno chi ti vuole bene è fondamentale», ha aggiunto il ministro.

«Avevo appena ricevuto l’incarico» quando ho ricevuto la notizia di quanto accaduto – ha raccontato il ministro Bussetti a Latina – e per me è stato istantaneo voler dare il diploma a chi ha dimostrato coraggio e voglia di vivere fino in fondo. Dietro Martina “non c’è solo la famiglia ma una famiglia più larga”, ha sottolineato il ministro, facendo riferimento alle compagne di classe che hanno sostenuto l’esame di maturità per lei, illustrando la sua tesina.

“Sarebbe stato un suo desiderio conseguire la maturità, la sua voglia era sempre essere presente – ha proseguito il titolare il Miur – e per questo per me è stato immediato attivarmi per fare quello che si poteva anche se non era così consueto. L’amore che state trasmettendo oggi è qualcosa di unico e un simbolo per la scuola italiana. Martina ha lasciato un segno che rimarrà per i prossimi anni”.

Parlando poi con i cronisti, Bussetti ha detto di sentirsi “soprattutto un padre, avevo un desiderio forte di essere vicino ai genitori e al fratello, so perfettamente cosa si prova in questi momenti”. Quanto avvenuto, ha concluso Bussetti “è anche un grande risultato della scuola, la scuola ha interpretato appieno il proprio ruolo. A giovani consiglio sempre di essere una comunità, vivere con naturalezza e spontaneità, guardarsi negli occhi, parlarsi, non usare solo i social: parlarsi serve anche ad uscire dai momenti difficili. La scuola è fondamentale lo dimostra un esempio come questo”.

I genitori e gli amici della ragazza hanno creato “Martina e la sua luna” una Onlus di beneficenza fondata per ricordare Martina Natale, la ragazza di 19 anni scomparsa per un grave tumore.

La storia di Martina colpì davvero tutti. Arrivò anche una dedica speciale di Tiziano Ferro: “Non abbiamo fatto in tempo a conoscerci. Ma ero con te e tu adesso sarai con me, per sempre. Buon viaggio Martina”.

Leggi anche un video per ricordare Martina Natale