Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Basket, Benacquista sconfitta da Scafati

basket-latina-scafati-2016Sarebbe servita un’impresa e, in fin dei conti, la Benacquista l’ha compiuta. Ma non è bastato a battere Scafati che si è imposta al Palabianchini con il punteggio finale di 83-98.
I nerazzurri giocano una gara eroica ma nulla possono davanti la corazzata campana e, diciamolo, un arbitraggio a dir poco indecente. La terna arbitrale più volte ha penalizzato Mei e compagni mandando su tutte le furie coach Gramenzi. Unica macchia in una gara bellissima giocata su ritmi elevati.
Alla fine Latina, nonostante l’emergenza infortuni, realizza ben 83 punti contro la prima della classe. Ma la Givova dimostra di meritare la vetta del girone ovest di Lega2, grazie sopratutto ai due statunitensi. Mayo e Simmons sono sicuramente tra i migliori interpreti nei loro ruoli in questa categoria e chiudono la gara, rispettivamente, con 23 e 27 punti.In casa Benacquista ottime le prestazioni di Novacic e Pastore, quest’ultimo in grado di tirare quest’oggi con il 50% da tre.
Gli uomini di Gramenzi ce l’hanno messa tutta e l’applauso del Palabianchini a fine gara è più che meritato. Ora però bisogna rialzare subito la testa, domenica ad attendere i nerazzurri c’è la complicata trasferta a Casale Monferrato.

TABELLINO GARA
BENACQUISTA LATINA: Tavernelli 10, Tagliabue 7, Novacic 15, Uglietti 12, Mei 14, Grande 6, Pastore 12, Mosley 7, Di Ianni , Guerra n.e.

GIVOVA SCAFATI: Crow 7, Spizzichini 1, Baldassarre 2, Mayo 23, Ammannato 1, Portannese 18, Rezzano 16, Simmons 27, Loschi 3, Melillo n.e.

PARZIALI: 19-23, 26-22, 20-28, 18-25

Arbitri: Rudellat Marco di Nuoro, Caforio Angelo di Brindisi, Meneghini Francesco di Thiene (VI).


GARA
PRIMO QUARTO – Come previsto Gramenzi lascia in panchina Mosley affidandosi in “centro” a Tagliabue e al nuovo arrivato Novacic. I nerazzurri riescono ad infilare due triple con Novacic e Tavernelli, mentre, per Scafati, Simmons fa subito capire che sotto canestro comanda lui. E’ 10-8 a 5′. Un’altra tripla stavolta di Mei porta Latina sul +5, 15-10 a 3’24”. Ma la Givova non sta a guardare e Rezzano sigla due triple, dopo di lui anche Portannese e campani che riescono a chiudere questo primo quarto di gioco sul +4, 19-23.

SECONDO QUARTO – La Givova non solo difende aggressiva ma in attacco sa far girare palla egregiamente. Piazza così un parziale di 4-0 per il 19-27. Simmons non concede quasi mai rimbalzi e Gramenzi decide di mandare in campo Mosley (non in perfette condizioni) che subito schaccia su assist di Grande. Una tripla di Pastore e due contropiedi riportano Latina a -2, 28-30 a 4’15”.
Sale in cattedra Ivan Novacic che mette altre due triple, a cui risponde, fortunosamente, Mayo. Il croato segna ancora (ai tiri liberi stavolta) e sono 15 i punti personali per lui. L’intensità di gioco è altissima, Portannese risponde alla tripla di Tavernelli per il 43-45. Ultimo possesso per Latina, Grande guadagna e segna due tiri liberi che mandano le squadre al riposo sul 45-45.
Partita bellissima in questi primi due quarti, con Latina che tira da tre col 50% di realizzazione, contro il 40% degli avversari. Percentuali altissime.

TERZO QUARTO – Mosley dentro dal primo minuto ma Scafati parte meglio infliggendo a Latina un parziale di 7-0 dopo 2′, 45-52. Dopo il timeout Uglietti accorcia da tre, poi Mosley su assist di Tavernelli (che aveva portato a spasso tutta la difesa) per il -2.
Gli arbitri, intanto, collezionano più di un fischio inspiegabile contro la Benacquista, mandando Gramenzi su tutte le furie: eccesso di proteste e “tecnico” fischiato al coach nerazzurro. Pastore gioca un terzo quarto meraviglioso piazzando altre due triple, ma i campani giovano di parecchi tiri dalla lunetta ai tanti (dubbi) falli fischiati a loro favore. A 1’40” è 62-70 con Portannese molto preciso in lunetta. Latina non concretizza l’ultimo possesso e si avvia verso l”ultimo quarto sul 65-73.

ULTIMO QUARTO – Grande prova a tenere viva la Benacquista da tre, ma un altro fischio assurdo degli arbitri, che vedono (solo loro) un fallo di Mei, porta Loschi alla lunetta con ben tre tiri liberi. Latina sprofonda e a poco meno di 6′ dal termine il punteggio è 71-83. Pastore ancora da tre alimenta le poche speranze dei nerazzurri, ma Mayo è imprendibile e continua a trovare punti in arresto e tiro dentro l’area. Un Mei visibilmente innervosito (e chi non lo sarebbe) spreca due possessi e a 2′ dalla fine è -15, 75-90. Per Scafati gara in cassaforte. Gramenzi capisce che è finita allora tanto vale non rischiare e togliere Mosley, spazio al giovanissimo Di Ianni.
Partita che si chiude 83-98, ma nell’ultimo possesso merita nota il bel gesto di Mayo che tiene palla senza cercare il 100^ punto. Un campione in tutti sensi.

Arbitraggio a parte, Scafati merita la serie A. Chi ama il basket non può non essere d’accordo.

basket-latina-scafati 2-2016

 

Comments

comments

MandarinoAdv Post.