Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Via Epitaffio, petizione per rotonde e autovelox

Inizia a Latina Scalo la raccolta di firme a sostegno della petizione per realizzare strade più sicure, con autovelox e rotonde, per interrompere la catena degli incidenti su via Epitaffio.

Come aveva preannunciato, l’ex presidente della 7 Circoscrizione, Gildo Di Lorenzo, insieme ad un nutrito gruppo di cittadini, ha deciso di raccogliere firme da consegnare alle amministrazioni locali per chiedere interventi risolutivi e strutturali su di un’arteria che sta diventando ogni giorno di più causa di tragici eventi di cronaca. E’ la velocità, che moltissimi automobilisti mantengono sul tratto che collega Latina alla stazione ferroviaria, l’elemento che determina questi incidenti nonostante i continui e pressanti appelli al buonsenso ed alla guida prudente.

A Latina Scalo hanno quindi deciso di sciogliere gli indugi e chiedere misure severe e rigorose nei confronti di questi automobilisti che, specie in alcune ore, trasformano quel tratto di strada in una vera e propria pista. Da qui l’istanza di sostituire il semaforo dell’incrocio tra Via Epitaffio e la statale Appia con una rotonda e dislocare su Via Epitaffio alcuni autovelox, trasferendo qui il metodo della strada regionale Flacca, uno dei tratti più incidentati d’Italia, che si è trasformato in una arteria dove gli incidenti si sono drasticamente ridotti grazie agli autovelox fissi e mobili.

Sostiene Di Lorenzo: “Per essere concreti ed operativi abbiamo approntato una petizione ed inizieremo a raccogliere domani le firme tra i cittadini chiedendo un rondò e gli autovelox. Mentre per il primo, che coinvolge le competenze di stato, regione, provincia e comune i tempi potrebbero non essere brevissimi, per gli autovelox di nuova generazione gestiti dai vigili urbani, la cosa si potrebbe rivelare molto più rapida. Aspettiamo risposte concrete e rapide. Vi aspettiamo sabato 27 dalle ore 9.00 alle ore 19.00 e domenica dalle ore 9.00 alle ore 13,00 in via della Stazione presso l’impianto semaforico all’altezza del bar Tullio.”

Comments

comments

  • lupino buzzo

    ottima idea, rifare subito anche il fondo stradale e mettere il guard-rail su entrambi i lati

  • argonauta

    Per ridurre la velocità su Via Epitaffio,tra le altre ammirevoli iniziative promosse dal Comitato spontaneo, sarebbe sufficiente disporre delle barriere new-jersey in plastica ( come sono presenti in alcuni tratti della Pontina da Borgo Piave direzione sud) al centro della carreggiata.
    In tal modo sarà impossibile effettuare sorpassi azzardati ( x la cronaca su Via Epitaffio esiste la doppia striscia continua che pochi rispettano).
    Il costo di questi elementi è molto più conveniente rispetto ai guard-rail tradizionali.
    Se poi questi elementi venissero posti anche in prossimità dei pini avremmo raggiunto un ottimo risultato perchè attutirebbero molto l’urto in caso di incidente.
    Non sono favorevole agli autovelox per mia cultura personale,ma se questa è la soluzione per salvare delle vite umane,ben vengano.

  • Chi l’ha svisto?

    Tra le clamorose Sviste del BENEAMATO di GIORGI ci sono anche i tappetini in stato disastroso, rattoppati ma sempre con esiti infausti, poi la cittadinanza vorrebbe sapere dove sono impiegati i vigili urbani, dovrebbero assomma a un numero di circa 100, ma se solo a gestire le multe ci sono almeno 6-7 vigili, poi procura, asl, e alcuni erano stati distaccati dalla buonanima di finestra a impieghi diversi come autisti o impiegati comunali….

  • Cittadino di Latina

    Bisogna obbligare gli amministratori a destinare TUTTI i proventi da (eventuai) autovelox agli investimenti in sicurezza stradale e in favore del trasporto pubblico (corsie preferenziale e il benedetto biglietto integrato Lt-Rm!), scoraggiando l’uso del mezzo privato.

    In bocca al lupo per l’iniziativa.

  • /associazione ex politici/

    la politica del fare…. ma che cosa ? è dal maggio 2011 che sta lì, DUE ANNI orco boia…….
    ma non si è stancato di non far nulla ?

  • /associazione ex politici/

    grazie al comitato metrobugia(usato da qualche politichetto locale di sinistra come cavallo di battaglia per prendere voti) se la situazione di via epitaffio rimane disastrata.
    Vorrei sapere se e’ superiore l’impatto ambientale dello smog causato dalle migliaia di auto che percorrono la sopra citata strada o una comoda ferrovia che usa l’energia elettrica come locomozione.

  • -Marco-

    Mettere gli autovelox sono solo soldi sprecati e provocano solo maggiori incidenti..ovvio se ne mettono 1 ogni km va bene….ma se prendiamo esempio dalla pontina che ha un autovelox solo all’altezza di aprilia2 la gente quando sta li inchioda o rallenta (creando rischi) va a 90 e poi di nuovo a 140 a cosa servono allora solo per fare cassa per qualcuno che non lo sa che sta li non per la sicurezza..

    Ok per rotonde una all’incrocio con unieur e l’altra sull’appia..ok guard-rail..ma a questo punto invece di investire su autovelox inutili (che non se ne metteranno piu di 2) investire su forze dell’ordine in moto nascoste e appena vedono automobilisti che corrono come matti inseguirli e levargli la patente..punire questi individui che mettono a rischio la vita degli altri e dargli una mazzata di multa che la prossima volta se la ricorderanno a vita..

  • /associazione ex politici/

    e si sono proprio un deficientino a pensare che una comodita’come la metro leggera sia uno spreco di danaro pubblico perche’ e’ un’idea scaturita dalla destra .E si sono proprio stupido a non pensare che esistono fondi stanziati dalla comunita’ europea destinati ad opere e restauri .
    E devo essere proprio un cog…ne a non pensare che in molte citta’ italiane le metro sono delle realta’ che funzionano.
    E si i soldi pubblici e’ meglio utilizzarli per costruire ricoveri per extracomunitari .

  • clicca-qui-per-maggiori

    Ho trovato il vostro blog su google e sto leggendo alcuni dei tuoi post iniziali. Il tuo blog è semplicemente fantastico.
    clicca-qui-per-maggiori http://www.thisnext.com/by/creditmovers6

MandarinoAdv Post.