Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Bersani-Renzi, sfida finale per la guida della coalizione

E’ arrivato il giorno della sfida finale tra Bersani e Renzi. Per quanto riguarda la Provincia di Latinariconfermato lo stesso impianto organizzativo. Il Comitato provinciale Italia Bene Comune di Latina esprime la sua soddisfazione per essere riuscito a riconfermare, sul piano organizzativo, la complessa macchina organizzativa.

Al lavoro ci sono nuovamente 296 volontari, che gestiranno i 53 seggi previsti. Nella città di Latina confermati i sei seggi di Domenica 25 novembre. Gabbiano, in viale XVIII Dicembre, Lestrella zona Q4, San Michele, Borgo Podgora, Latina scalo e Sabotino.

Per quanto riguarda gli aventi diritto al voto, dopo la prima tornata che ha visto recarsi al voto circa 18mila persone, la base elettorale, come previsto dalla delibera 26 del Comitato nazionale, anche a Latina e Provincia è aumentata di poche centinaia di unità.

In questo senso, il Comitato tiene a sottolineare che tutti coloro che possono votare sono stati preventivamente autorizzati dallo stesso comitato provinciale, mentre chi non ha ricevuto risposta, purtroppo, in questo secondo turno, non potrà esercitare il suo diritto di voto.

LE RICHIESTE NEL LAZIO. Il Comitato Italia Bene Comune del Lazio rende noto che le commissioni provinciali hanno preso in esame 17.847 richieste di nuova registrazione nell’albo degli elettori per il ballottaggio, pervenute il 29 e il 30 novembre. A norma delle delibera 25 e 26 del coordinamento nazionale, e delle indicazioni del Collegio dei garanti, le commissioni hanno accolto 1849 richieste. Le 1849 richieste sono così ripartite: nella città di Roma 753; nella provincia di Roma, 700; nella provincia di Latina, 273; nella provincia di Frosinone 58; nella provincia di Viterbo 18; nella provincia di Rieti 47.  I 1849 elettori, a cui è stato accordato il diritto di voto, riceveranno entro stasera comunicazione dell’accoglimento della loro richiesta.

L’ATTESA DEI CANDIDATI. Matteo Renzi scioglierà la tensione con una partita a calcio con lo staff, Pier Luigi Bersani, invece, starà in famiglia dopo il classico pranzo della domenica. Così i due sfidanti alla premiership del centrosinistra trascorreranno domani pomeriggio l’attesa dello spoglio, che comincerà quando alle 20 chiuderanno i seggi.

Il segretario del Pd andrà a votare, come per il primo turno, intorno le 10.30, accompagnato dalla moglie e dalle figlie al seggio in via 24 maggio, a Piacenza. Nessuna gita fuori porta per Bersani che, stasera, dopo l’ultimo comizio in Piemonte, arriverà a Piacenza per cena e resterà a casa anche domani. Solo in serata il leader Pd dovrebbe partire per Roma per seguire i risultati al suo comitato romano, in via Montecatini, nel centro della capitale.

Non si sa ancora, invece, a che ora voterà Matteo Renzi, che per il primo turno preferì andare al suo seggio, in piazza dei Ciompi, nel tardo pomeriggio trovando una lunga fila. Fedele alle metafore calcistiche spesso usate in campagna elettorale, il sindaco ingannerà l’attesa della chiusura dei seggi, giocando a pallone. Secondo quanto si è appreso, il ‘rottamatorè ha organizzato per il pomeriggio una partita di calcio con il suo staff, dividendo gli stessi collaboratori in due squadre. Come domenica scorsa, Renzi aspetterà i risultati nella sede del suo comitato fiorentino, che per l’occasione si è spostato alla Fortezza da Basso.

Comments

comments

MandarinoAdv Post.