Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Volley, a Sofia l’esordio europeo dell’Andreoli

Il sogno atteso da quarantenni di storia si sta avverando. Domani alle 19 locali, le 18 in Italia, al “Hristo Botev” di Sofia c’è l’esordio nelle coppe europee dell’Andreoli Latina. Prima avversaria dei pontini, i bulgari del Cska Sofia arbitrata dal cipriota Andreas Daniil e il belga Tudor Pop. La gara di ritorno è in programma al PalaBianchini di Latina il 1° novembre alle 18.

Il Cska Sofia è una delle storiche società presenti nel panorama pallavolistico fondata nel 1948. La dicitura Cska, come per il resto dell’ex blocco sovietico, indica che la squadra è nata come formazione dell’esercito. Ha vinto 29 scudetti e 20 Coppe nazionali. È alla 31ma partecipazione a livello continentale con due titoli in bacheca: la Coppa dei Campioni del 1968-69 e la Coppa delle Coppe del 1975-76. Ha guadagnato il diritto di disputare la Coppa Cev essendo arrivata lo scorso anno alle semifinali playoff eliminata dal Pirin Balkanstroy alla bella. Il Campionato è stato vinto dal Marek Union-Ivkoni.

Il Cska Sofia ha iniziato il campionato con due sconfitte al tiebreak entrambe in trasferta. La prima sul campo del Montana (25-23, 20-25, 19-25, 25-23, 20-18), la seconda su quello del Pirin Balkanstroy (20-25, 21-25, 25-21, 25-21, 15-13). L’ossatura è quella della nazionale juniores con l’aggiunta di alcuni elementi d’esperienza ritornati in Bulgaria dopo esperienze all’estero. Velizar Kiosev, di passaporto italiano, ha giocato nei nostri campionati dalla B2 alla A2 con Mantova. Peter Kirchev ha precedenti in Turchia e negli ultimi due anni in Austria. Ivaylo Barutov ha giocato in Turchia, Francia e Grecia. Ivaylo Stefanov in Turchia e in Polonia.

Il tecnico Alexander Popop nell’ultima gara ha schierato Georgi Seganov al palleggio e Ivaylo Barutov opposto (18 punti con il 42% in attacco), Krasimir Georgiev e Petar Kirchev al centro, Ivaylo Stafanov e Branimir Grozdanov (dal quarto set Boyko Bonev) schiacciatori con Velizar Koisev libero. Live score sul sito della Cev (www.cev.lu) mentre www.cittaspot.it farà la cronaca live della partita.

VITTORIE ED ESPERIENZE IN COPPA

Anche se per l’Andreoli Latina è la prima esperienza in Coppa c’è chi in Europa ha già vinto. Jeroen Rauwerdink nel 2002-03 la Top Team Cup con il Piet Zoomers Apeldoorn (Ned) con cui aveva partecipato a sei edizioni continentali; Daniele Sottile nel 1997-98 con Cuneo prima vinse la Supercoppa Europea e poi la Coppa delle Coppe. Alberto Cisolla ne ha ben sei nella sua bacheca personale condivise con la Sisley Treviso: la Supercoppa Europea 1999, le Coppe Confederali 1997-98 e 2002-03, le Champions 1998-99, 1999-00 e 2005-06. Sono invece otto i trofei di Silvano Prandi: a Torino la Coppa dei Campioni 1979-80 e la Coppa delle Coppe 1983-84; a Cuneo la Coppa Confederale 1995-96; le Supercoppe e le Coppe delle Coppe 1996-97 e 1997-98; a Macerata la Coppa Confederale 2000-01.

Salvatore Rossini ha disputalo lo scorso anno con Monza la Cev Cup.

Jakub Jarosz ha partecipato alla Champions con il Belchatow e a due Cev Cup con il Kedzierzyn Kozle.

Stefano Patriarca in champions nel 2006-07 con Macerata.

Pieter Verhees è alla sesta esperienza europea la prima con il Noliko Maaseik (Bel) in Champions, poi tre stagioni in Cev Cup con l’Asse Lennik (Bel), lo scorso anno ancora Champions con il Maaseik (Bel).

Sergio Noda ha disputato la Cev Cup con l’Almeria (Esp)

Andreas Fragkos ha disputato la Champions con l’Olympiacos Pireo (Gre)

Esordio per lo statunitense Marphy Troy, per Michel Guemart e per Carmelo Gitto (in panchina una stagione a Macerata).

Salvatore Rossini: “lo scorso anno ho fatto il mio esordio nelle coppe proprio nella Cev con Monza e siamo usciti in semifinale al golden set per 14-16 dalla Dinamo Mosca che poi si è aggiudicata il trofeo. Sarà un’altra bella esperienza è la prima per la società. Ti permette di girare per l’Europa e vedere le realtà diverse della pallavolo. Non tutti sono al nostro livello organizzativo anche per quanto riguarda gli impianti. Ci teniamo a far bene e ad arrivare più in alto possibile. La società ha fatto degli sforzi notevoli e vogliamo ricambiarla. Giocare ci farà bene per trovare l’amalgama in mezzo al campo”.

Carmelo Gitto: “Mi ricordo una panchina con Macerata forse in Belgio tanto tempo fa, ma l’esordio sarà questo. Ho vissuto in questi anni un grande miglioramento della società con la conseguente crescita. Ogni anno ha investito sempre di più allestendo squadre sempre più competitive. Quest’anno ci sarà anche questo traguardo, lo affrontiamo carichi per dire la nostra e farci largo in Europa, come in campionato”.

FORMULA E DATE

La formula prevede che per passaggio al turno successivo bisogna vincere entrambe le gare (quindi non contano i set vinti), in caso di parità si ricorre ad un set supplementare ai 15 punti (chiamato golden set). La Coppa Cev si disputa ad eliminazione diretta, le 32 formazioni sono inserite in un tabellone, ripetiamo ad eliminazione diretta, fino a diventare quattro, a questo punto verranno inserite le migliori quattro squadre eliminate dalla Champions League per la disputa dei quarti (la Cev chiama questa fase “Challange Phase”) le vincenti disputeranno semifinali e finali, sempre con andata e ritorno ed eventuale golden set fino a dichiarare la vincente della Coppa.

La Cev Cup è il secondo Trofeo riservato ai club per importanza, dopo la Champions e prima della Challange Cup, da non confondere con la Coppa Cev che fino al 2006-07 attribuiva il terzo Trofeo per ordine di importanza. Dal 2007-08 ad oggi l’Italia l’ha vinta tre volte su cinque: 2008 M.Roma, 2010 Cuneo, 2011 Treviso, lo scorso anno la Dinamo Mosca.

Le date:

Primo turno: andata 24 ottobre Cska Sofia-Andreoli Latina, ritorno a Latina il 1° novembre
Secondo turno: andata 13-15 novembre, ritorno 20-22 novembre

Terzo turno: andata 4-6 dicembre, ritorno 11-13 dicembre

Quarti (challenge phase): andata 15-17 gennaio, ritorno 22-24 gennaio

Semifinali: andata 5-7 febbraio, ritorno 12-14 febbraio

Finale: andata 26-27 febbraio, ritorno 2-3 marzo

LATINA E LE STATISTICHE

Con la vittoria di domenica l’Andreoli rimane imbattuta in campionato dopo tre giornate. Nelle statistiche individuali Jakub Jarosz è al nono posto nella classifica marcatori con 41 punti. Negli ace Pieter Verhees con 8 punti è al secondo posto insieme a Zaytsev (Macerata) e dietro a Klapwijk (Vibo) a 10, anche a muro il belga con 10 punti è secondo ad un punto da Rak in compagnia di Podrascanin (Macerata) e Barone (Vibo). Per quanto riguarda le statistiche di squadra, Latina è quinta negli ace con una media di 1,38 a set (prima Modena con 2.33), a muro sale al secondo posto con 3.15 punti a set dietro a Verona con 3.17, è all’ottavo posto in attacco con il 44.9% (prima Piacenza con 51,7%), mentre negli errori a set sale al primo posto con 5.23.

Comments

comments

MandarinoAdv Post.