Robilotta: Zingaretti chiuda 251 enti inutili

23/03/2014 di

«La Regione Lazio giustamente sta razionalizzando le società regionali e adeguando la rappresentanza alla normativa nazionale, che prevede la diminuzione dei posti nei diversi cda, proprio per questo ci aspettiamo che il Presidente della Regione, Nicola Zingaretti, chiuda tutti gli enti intermedi di secondo livello così come il Cal ha chiesto ufficialmente da tempo». Così in una nota Donato Robilotta, presidente del Consiglio delle autonomie locali (Cal).

«Nel Lazio oltre alla Regione, a cinque Province, a 378 comuni, senza tener conto delle Asl e degli enti e società regionali, degli enti e società comunali, si individuano ben 13 livelli di governo e 251 enti intermedi: 23 comunità montane, 21 unioni di comuni, 82 università agrarie, 10 consorzi di bonifica, 12 enti parco, 30 riserve e aree protette, 5 ato acqua, 5 ato rifiuti, 4 consorzi intercomunali, 5 consorzi industriali, 1 bacino imbrifero, 8 Gal e 39 distretti socio-sanitari – prosegue Robilotta – Insomma un groviglio reticolare che fa aumentare la spesa pubblica a dismisura, con enti che fanno la stessa cosa, ma soprattutto opprime il cittadino, rende la vita complicata alle imprese e blocca lo sviluppo del territorio. Abbiamo proposto all’assessore Ciminiello, durante la discussione sulla pdl di trasformazione delle comunità montane in unioni dei comuni, di partire da questa fotografia e da quella dei distretti socio sanitari per costruire 27 ambiti territoriali ottimali (3 in provincia di Viterbo, 2 in quella di Rieti, 11 in quella di Roma, 7 in quella di Frosinone e 4 a Latina), oltre ai cinque comuni capoluogo, cui assegnare tutte le competenze e al cui interno non vi fossero altri enti di secondo livello. Passeremmo da 13 livelli di governo ad 1, da 251 enti a 32 ambiti territoriali di gestione di funzioni e servizi: il massimo della semplificazione. Aspettiamo ancora una risposta».

  1. non avverrà mai!
    Come faranno ad eliminare Enti creati da loro per metterci a sedere con lauti stipendi, i trombati della politica, gli amici, i figli, i nipoti, le mogli, i cognati le cognate, le amanti, mig..tte, e put…ne di turno?