Morphe Arreda

Velletri, agenti del carcere coinvolti in un incidente. I parenti dei detenuti applaudono

02/03/2015 di

«Due poliziotti penitenziari del carcere di Velletri, al rientro in sede con l’auto di servizio, sono rimasti coinvolti qualche giorno fa in un incidente stradale nella strada principale del carcere. I due agenti della Polizia Penitenziaria sono stati trasportati alla clinica “Città di Aprilia” e, per fortuna, non hanno subito gravi conseguenze, se non alcune contusioni e ferite alla testa e al volto, per il violento urto dovuto al tamponamento subito da un furgone. La cosa deplorevole accaduta da condannare con fermezza è che alcuni parenti dei detenuti che avrebbero dovuto fare il colloquio con gli stessi, hanno applaudito all’evento e si sono compiaciuti del grave incidente». Lo dichiara, in una nota, Carmine Olanda, segretario locale del Si.P.Pe., Sindacato Polizia Penitenziaria.

«Se da un lato il Ministro della Giustizia sospende dei poliziotti penitenziari per dei commenti deplorevoli fatti su facebook, vorremmo capire – conclude il Segretario Generale del Si.P.Pe. Alessandro De Pasquale – quali interventi intende adottare il Ministro in questi casi, dove dei servitori dello Stato hanno rischiato di morire e qualcuno, a quanto pare, ha sperato che ciò avvenisse, applaudendo e festeggiando. Il Si.P.Pe. a seguito di tale evento, il 28 febbraio ha immediatamente chiesto alla Direzione del Carcere e al Provveditore, di richiedere immediatamente all’ente gestore della strada, di provvedere a mettere un’adeguata segnaletica stradale che indichi l’uscita di mezzi di Polizia».