Una strada di Latina sarà intitolata a Giorgio Almirante

24/09/2014 di
giorgio-almirante

giorgio-almiranteA Giorgio Almirante sarà intitolata una strada a Latina, così è stato deciso dal Consiglio comunale dopo un lungo dibattito politico. Con 18 voti favorevoli è passata la mozione di Cesare Bruni e Gianni Chiarato, depositata a giugno, per “ricordare Giorgio Almirante quale protagonista storico della democrazia italiana ed esempio di leader politico che si è sempre contraddistinto per la fede negli ideali, per l’impegno disinteressato e militante, per la difesa dei valori tradizionali del nostro Paese e del principio di rispetto delle istituzioni”. L’iniziativa è stata contestata dal Pd.

  1. Ecco i problemi per quei pagliacci che un branco di pagliacci ha eletto… Andate a lavorare invece di RUBARE i soldi pubblici!

  2. visto che Hitler non è poi così lontano ??
    che problemi che ha il consiglio comunale, intitolazione strade, wi-fi libero…….

  3. Questa nuova iniziativa risolverà automaticamente tutti i problemi del comune di Latina. Un po’ come ribattezzare una vecchia nave con lo scafo crepato e sperare che il cambio del nome risolva tutto

  4. A vedere lo stato della destra italiana Almirante si rivolta nella tomba.

  5. intitoliamo una piazza ai ragazzi rumeni che rendono felici donne e ragazze italiane specialmente noi di Latina.
    In questa città succedono cose rumene non turche come dice il detto ormai obsoleto, grazie a questi maschi da “carattere” consistente e tosto.

  6. sono totalmente favorevole a questa intitolazione. L’unica scelta giusta in un caos decisionale cronico.

  7. Appena attaccano il palo, tiro giù l’insegna. Tranquilli. Sono 1.90 per 95 kg.

  8. E’ deprecabile leggere alcuni commenti senza sapere chi era Almirante. Prima di tutto era un uomo onesto.. e ho detto tutto. Ma una cosa voglio dire a certi signorotti della sinistra, che Giorgio Almirante (inchino) andò in ospedale a trovare Enrico Berlinguer dopo il malore. Fu un gesto umano quello di Almirante, prima da uomo, e poi da politico. Certi sinistri di oggi ma che ne sanno della storia italiana, neanche la propria conoscono.

  9. per chi non lo sapesse : “Giorgio Almirante fu tra i firmatari nel 1938 del Manifesto della razza e dal 1938 al 1942 collaborò alla rivista La difesa della razza come segretario di redazione.”
    il Manifesto della razza…mette orrore solo il nome..parliamo delle leggi razzìali emanate dal regime fascista nel 1938, addirittura prima di quelle dei nazisti…

  10. Spero sia una strada vicolo chiuso…proprio come è stata portata l’Italia pre e dopo guerra.
    Al max sara na bella viuzza do scende la sera li cani a p…

  11. A Beni il fascismo in Italia ha fatto più danni dei romeni. Guerra modiale, alleanza coi i nazisti, guerra civile ecc…ecc…fattene na ragione. Che poi qua a Latina i fascisti si camuffano da finti democratici dentro Fratelli d’Italia, Città Nuove e Forza Italia, so problemi loro. I rimasugli del PDLi fanno veramente ridere, si proclamano liberali e poi di nascosto fanno i fascisti. Parlano tanto di legalità e poi hanno consegnato la città in mano alla criminalità organizzata. Altro che Al Karama, slavi, rumeni e albanesi, ma vogliamo parlare delle terme, dell’intermodale, della metro leggera e di Acqua Latina? Dopo anni e anni di scandali a tutt’ora non esiste un’inchiesta….chi governa oggi, di Almirante ne è il degno erede, e per questo gli intitola la via….