Moscardelli: Il Pd è pronto a governare a Latina

27/05/2014 di
claudio-moscardelli-latina-24ore-6771233

“ll PD è il primo partito in Italia ma lo è anche in provincia di Latina e a Latina. E’ un fatto che non ha precedenti. Il centrodestra ha avuto una propria roccaforte in provincia di Latina che ha resistito ad ogni cambiamento, anche quando il centrosinistra vinceva a livello nazionale. Un voto ideologico a prescindere dai disastrosi risultati di governo che hanno visto la Provincia impoverirsi negli ultimi 15 anni fino ad avere oggi il reddito pro capite più basso del Lazio. Oggi non è più così e a Latina tutto è cambiato, più profondamente di quanto si immagini”. Così commenta il voto Claudio Moscardelli che traccia un’analisi del risultato.

“A Latina e provincia – spiega Moscardelli – Forza Italia nonostante la candidatura di Cusani perde e continuerà a perdere colpi come da qualche tempo avviene: non c’è più la sanità, Acqualatina non è più la potente macchina di supporto, la Provincia chiude. A Latina, città emblema, seconda più popolosa del Lazio, la percentuale del PD è oltre il 40%, in linea con quella strepitosa nazionale.

Se escludiamo i borghi, dove pure il PD arriva primo in alcuni di essi come Borgo Santa Maria, Borgo Bainsizza, Borgo Podgora, Borgo Faiti e Latina Scalo, PD a pari merito con 5 Stelle primo a Borgo San Michele, in città il voto delle formazioni di centrodestra rimane sempre inferiore al voto del PD che è oltre il 40%. In alcune sezioni perfino se aggiungiamo il voto dei 5 Stelle il Partito democratico rimane primo. Cosa è successo? Una chiave di lettura è data dalla trasformazione in consenso politico del risultato sul voto a Sindaco delle amministrative 2011. Anche in quella occasione il voto superò il 40% mentre nei borghi si rimaneva ad un modesto 28%, sempre del voto sul sindaco e non sulle liste”.

“Tutto il partito democratico a livello locale – continua Moscardelli – ha aperto una fase di cambiamento e di rinnovamento con la stagione dei congressi da poco conclusa e che ha visto una nuova classe dirigente chiamata a ruoli di direzione dal provinciale al livello di circolo. Su Latina città il segnale di cambiamento del Pd e della sua percezione come forza di governo alternativa era già stato molto forte nel 2011 con il voto sul sindaco e solo l’unità di tutto il centrodestra come in nessuna città del Lazio allora, con la campagna elettorale condotta in prima persona da Berlusconi e dai suoi ministri ha consentito un passaggio di misura al primo turno grazie alla vittoria nei borghi e una sostanziale parità in città. Il lavoro politico portato avanti in coerenza con l’impostazione del 2011 e con l’immagine e il profilo dipartito democratico oggi interpretata in chiave assolutamente competitiva e positiva da Renzi a livello nazionale ha consentito di cogliere nella città di Latina il risultato straordinario di far superare al Pd il 40%. Oggi il Pd senza tentennamenti, sulla linea del rinnovamento e del cambiamento si pone come forza in grado di vincere la sfida del cambiamento e di essere punto di riferimento per tutti coloro che si aspettano un nuovo governo alla guida di Latina”.

  1. Moscardelli non sei capace di governare nemmeno il condominio di casa tua, falla finita.

  2. somma i voti del centrodestra moscardelli e vedi che matematicamente i numeri non ci sono per governare ila citta di latina.

  3. poveraccio!!! vive di illusioni. ricordiamo al sig. moscardelli che non ha vinto il PD ma RENZI.

  4. Fai ride vergognati politico da due soldi vai a lavorare in mezzo ai compi a borgo sabotino

  5. Alle prossime elezioni comunali, che NULLA hanno a che vedere con le europee, se il csx vuole avere qualche chance di vincere deve puntare su persone nuove attive sul territorio anche fuori dai partiti. Persone conosciute e apprezzate. Ce ne sono.
    E soprattutto metta prima in campo l’idea di città che vuole realizzare. Io, per esempio,ancora non ho capito quali sono le posizioni su acqua, edilizia, trasporto pubblico e privato, cultura, turismo, conflitti di interessi locali, lotta alla criminalità…

  6. Caro Moscardillo……emh…Moscarducci…..azz non riesco proprio a pronunciarlo, se alle prossime elezioni su latina ti presenti tu ed i tuoi vecchi compagni di merenda, stai pur certo che voteremo nuovamente come abbiamo fatto in passato, e Latina resterá con un amministrazione di centro destra…..
    Ha ragione LT, ha vinto Renzi non voi che rappresentate il vecchio PD, clientelare come la vecchia DC, Forza Italia, ecc ecc

  7. ahahhaha tutti pronti a salire sul carro del vincitore……delle europee
    A Moscardè…..un conto sono le europee col 58% di votanti.-..e 42 di astensioni

  8. Moscardelli… ma per favore… voi “VECCHI” avete rotto le scatole, ve ne dovete andare via! E visto che ci siete, restituite anche i rimborsi elettorali ILLEGITTIMI e tutto quello che vi siete presi che non vi spetta… poi ne riparliamo.
    (Ovviamente, non è che il centro destra sia da meno per quello che riguarda l’onesta…)

  9. Moscardelli, non è che non ti votiamo perchè sei del PD, non ti votiamo perchè fino ad oggi NON HAI FATTO UN CA**O (cioè non hai fatto opposizione, cioè il lavoro che avresti dovuto fare), sono concetti chiari e semplici che fai finta di non capire te e i tuoi degni comparI del PDL.
    Vuoi un semplice consiglio? VAI A CASA!!!!!!

  10. ….analisi del voto patetica e di basso profilo analitico e matematico. L’ unico modo per continuare a non avere un sindaco di sinistra è sentire e leggere queste analisi politiche fatte da chi non ha nessuntitolo per poter aspirare a nulla visto che non ha mai fatto opposizione ed è stato sempre attaccato a qualche carrozzone o listino. Se mai ci sarà una sconfitta della destra in questa città ( visti e contati i voti anche di queste elezioni mi sembra che anche se si sono spalmati in varie cozzaglie di gruppi tanto per contare un pò di più ) sarà esclusivamente perchè ci sarà una persona talmente fuori dalla vecchia politica di destra e di sinistra che attirerà i voti di quel 24 % che ha votato Grillo che rappresentano la vera novità di queste elezioni. Caro Moscardelli ….rifatti i conti e parla quando ci saranno le vere amministrative e ci metterai la faccia tu e non Renzi.

  11. Latina si scoprì di sinistra.
    Potenza di 80 denari.

    Siamo sempre i soliti opportunisti ma siamo anche miopi.

  12. A proposito mi sono informato, le lucciole che “lavorano” in casa, guarda caso, chiedono proprio 80 Euro. tutto torna.

  13. il PD sarà pure pronto, ma certo non con Moscardelli e con gran parte dell’attuale classe dirigente…..
    vogliamo vedere quanti sono i “Renziani” fulminati e convinti nell’ultimo anno ??

  14. Non credo che qualcuno abbia votato il PD a queste elezioni per gli 80 euri…credo piuttosto che il progetto di Renzi stia risultando vincente e piaccia al popolo. Ora…da qui a dire che il PD è pronto per governare Latina….
    E comunque mio caro Moscardelli il PD ha vinto perchè è cambiato…noi chi potremmo avere come sindaco…Lei o De Marchis?….ma per piacere….

  15. mahhh vincente…….Diciamo che sta seguendo alla lettera i diktat imposti da Draghi nella lettera dell’Agosto 2011. Ha buttato fumo negli occhi con la storia degli 80 euro ma basterà aspettare qualche mese e vedremo il conto da pagare.