Roma-Latina, i lavori inizieranno nel luglio 2015

22/05/2014 di
pontina-65654

I vertici di Autostrade del Lazio rassicurano: «I cantieri per la Roma-Latina saranno aperti nel luglio 2015. Ci sarà lavoro per tutti». L’opera continua a provocare reazioni contrastanti, molti gli scettici e non pochi i contrari. A chiedere di accelerare per l’apertura dei cantieri è il presidente di Unindustria pontina Fabio Miraglia, in considerazione che è proprio il territorio della provincia di Latina quello maggiormente interessato alla connessione autostradale ed a quella con Roma.

Miraglia – scrive il Corriere.it – auspica una serie di interventi nel campo dei trasporti e «per quanto riguarda i collegamenti viari, al primo posto risulta essere sicuramente l’autostrada Roma-Latina, opera per la quale ci si augura un celere inizio dei lavori».

L’amministratore delegato di Autostrade per il Lazio – la società della Regione che seguirà l’iter per l’aggiudicazione dell’opera – Massimo Averardi, rassicura tutti: «Non siamo rimasti assolutamente fermi. Aspettiamo per settembre prossimo l’offerta economica della imprese che hanno risposto al bando. E se non ci saranno problemi  penso che per l’estate 2015 i cantieri potranno aprire».

 L’opera prevede 186 chilometri – di cui 100 in autostrada – con diverse sezioni. Il costo calcolato per chilometro è di 14, 6 milioni di euro. Ecco come si compone il progetto: tratto Roma A12 – Roma Tor de’ Cenci (16 km); tratto Roma Tor de’ Cenci–Latina Borgo Piave (52,3 km); tratto Cisterna–Valmontone (31,5 km). L’intervento, per un importo complessivo di 2,728 miliardi di euro, prevede la costruzione, mediante affidamento in concessione, degli assi autostradali Roma–Latina e Cisterna–Valmontone, per un’estensione complessiva di circa 99,8 km; nonché la realizzazione di opere connesse al sistema autostradale per complessivi 46,2 km (tali opere connesse saranno realizzate dal concessionario e saranno, poi, gestite dalle amministrazioni locali).

L’intervento prevede, infine, la costruzione di due complanari, ciascuna monodirezionale e monocorsia, all’autostrada Roma–Latina nel tratto Aprilia Sud–Latina per circa 18,2 km e l’adeguamento funzionale di un tratto di circa 22 km dell’attuale Pontina Nuova, per circa 40,2 chilometri.

  1. Non sbagli! Solo in corrispondenza di Aprilia e Pomezia se ne allontana per breve tratto! Adesso vediamo quanti secoli ci metteranno a realizzarla e di quanto riusciranno a far lievitare i costi prima che sia finita! :)

  2. io non ho ben capito, praticamente per andare da latina a roma diverrà obbligatorio pagare il pedaggio?

  3. se si fa l’autostrada si paga il pedaggio,se fate l’appia fino a roma no.

  4. che piaccia o no, questa struttura è necessaria perché ormai la Pontina così com’è è inadatta a gestire i volumi di traffico attuale ed è talmente scassata che conviene rifarla daccapo. Speriamo che i lavori inizino davvero nel 2015 e che non ci mettano un secolo e mezzo a completarli

  5. Un po’ come il ponte sullo stretto… un opera che non si farà mai. E’ da decenni argomento di campagna elettorale. Ma il pontino ci casca sempre… chi è causa del suo mal pianga se stesso verrebbe da dire. E comunque il potenziamento della stazione ferroviaria di Latina ( infrastrutture binarie e treni che partono direttamente da Latina Scalo) costerrebbe meno di un decimo e toglierebbe auto dalle strade. L’ utenza sulla pontina sarebbe prettamente di tipo commerciale a quel punto ( camion e furgoni) e con la giusta quantità di autovelox ( che funzionano pero’) calerebbe drasticamente il numero di incidenti. Questa è la mia idea.

  6. il discorso di slatan non fa una piega… peccato che stiamo a Latina!!

  7. io spero che non la faranno mai. Ogni giorno roma-frosinone sono 10 euro di pedaggio. Quanto mi dovranno far pagare per fare la stessa tratta e impiegando lo stesso tempo? sti ladri…

  8. Sarei curioso di sapere quanto costerebbe all’estero un’opera del genere, senza considerare i tempi biblici!!! Un’opera sicuramente necessaria ma non in forma autostrada le a pagamento. Una grande sistemata alla pontina iniziando da un asfalto decente andrebbe già bene. Continuano ancora a chiedere soldi, ma non paghiamo già il bollo? La verità é che siamo arretrati di 30 anni! All’estero si viaggia in treno o metro (non in carro bestiame), in città bici o autobus elettrici. Qui a Latina invece per passare sulle normali strisce pedonali ostruite dale auto bisogna telefonare alla polizia municipale perché loro quando , dico quando, passano fanno finta di non vedere!!

  9. Se veramente parte l’opera per la nostra Provincia ci sarebbe anche prosperità economica oltre che sicurezza. Si rimetterebbe in moto tutta l’economia della Provincia di LT… Speriamo che si faccia….

  10. Ringrazio per il link dove ho potuto vedere di che strada stanno parlando, mi dispiace solo per lo slogan di cui viene da pensare anziché “Un’Opera, Un Uomo” -> “Un’Opera dei Pupi”, comqe non voglio essere pessimista, è probabile che si faccia, come il restyling della città, come il rifacimento della Lido, come tutte le cose che sono state dichiarate come prossime, ma di prossimo ci sono state solo le rotonde con le fontane. Probabilmente rifare una strada come questa necessiti di accessi alla città un pò diversi dalle strade di campagna littoriane che attualmente utilizziamo tutti i giorni. Si rifaranno anche quelle? Chi vivrà … voterà!
    Ciao!