Morphe Arreda

Furto di rame, isolati 2.000 telefoni a Latina

03/01/2014 di
furto-di-rame

Un furto di rame ha lasciato senza telefono circa 2.000 utenti a Latina. Una banda specializzata in questo tipo di furti ha rubato la notte scorsa un pezzo di cavo di rame della rete Telecom causando un guasto gigantesco.

Il furto ha infatti bloccato il traffico telefonico causando un guasto alla centrale che distribuisce il segnale nella zona nord di Latina fino alle porte della Pontina.

A constatare quanto accaduto una squadra della Telecom alle prese con il guasto che ha riscontrato, dopo ore di lavoro, il furto del pesante cavo. La rete dovrebbe essere ripristinata in quarantotto ore. Il cavo è stato tirato fuori da un tombino nella zona di piazza del Quadrato.

LA DENUNCIA. Telecom Italia ha presentato denuncia all’autorità giudiziaria a seguito di un furto di cavi in rame avvenuto oggi. Ignoti hanno tagliato ed asportato 75 metri di  un grosso cavo sotterraneo che serve centinaia di utenze nell’area della città lungo via Piave. “I tecnici di Telecom Italia – si legge in una nota – sono tempestivamente intervenuti sul posto per ripristinare il cavo asportato e riattivare nel più breve tempo possibile le linee telefoniche coinvolte. In merito ai conseguenti disservizi verso la clientela, l’Azienda sottolinea di essere parte lesa rispetto ad un fenomeno che anche nel Lazio si sta verificando con frequenza e gravità tali da pregiudicare talvolta i normali tempi di risoluzione. Considerata la complessità della situazione, l’azienda ha già avviato una proficua collaborazione con le Forze dell’Ordine al fine di assicurare una tempestiva ed efficace  attività di contrasto e mettere in atto ulteriori azioni di prevenzione volte ad arginare il fenomeno, attivandosi nel contempo per ridurre al minimo i disagi per i propri clienti”.

  1. Rumeni. Sicuro al 100%, quando si tratta di rame, stupri e roba rubata a Latina, sono quasi sempre loro. Nel resto dell’Italia, invece, fanno a gara con i nordafricani.

  2. Xehmmm, basta con queste battute del caxxo, del tutto inconferenti al periodo sociale che stiamo attraversando; bisogna stare o da una parte o dall’altra, scegliere la Patria e i suoi valori, o sopravvivere in questo orrido minestrone pseudoculturalsinistroide. Io scelgo l’Italia, anche se con la mafia e la camorra, ma ITALIA.

  3. Nel far west i ladri di cavalli ed i fuorilegge in genere venivano appesi al primo albero disponibile …

  4. io conosco tanti napoletani tutti carabinieri, poliziotti, militari, imprenditori, avvocati ,aspetta anche la maestra di mio figlio che va alla materna è NAPOLETANA ( una persona che con la sua professionalità e pazienza nn ha uguali), nn ho mai conosciuto ladri, per fortuna.
    forse per questo li odiano un po perche sono delle persone squisite.

  5. RUMENI AL 90%.
    L’ALTRO 10% POTREBBE ESSERE GLI ZINGARELLI DI AL KARAMA, MA QUELLI SON DAVVERO TROPPO SOTTOSVILUPPATI PER COMMETTERE UN COLPO DEL GENERE.

  6. napoletani e rumeni accomunati nel peggio: non può essere, fate solo commenti superficiali e razzisti, per coprire le porcherie -molto più gravi- dei nostri politici benpensanti e dei nostri imprenditori che, in quanto a “sole”, son molto peggio dei rumeni (almeno la gran parte di loro si fa un mazzo tanto) e napoletani (più simpatici e svelti dei latinensi, di sicuro)

  7. Per me sono ladri e basta, non hanno nazionalità, e prosperano perché la ns. società lurida ben rappresentata gli’e lo permette, tanto poi noi poveri dementi cog..oni stiamo qui a commentare che la colpa è della destra o della sinistra, poi se vediamo qualcuno che delinque ci giriamo dall’altra parte.

  8. latina (come l’italia) è stata rovinata prima dai napoletani: camorra, voglia di lavora saltame addosso, fazzone e cusani, carabinieri e poliziotti napoletani corrotti e solo dopo dai romeni, tranne le prostitute che svolgono una funzione sociale e tutti quei poveracci romeni che vengono sfruttati dai napoletani e i muratori assoldati da “imprenditori” napoletani…o vesuvio pensaci tu!!!!

  9. Perché vi meravigliate. I nostri cari politici hanno scritto un accordo con la con il governo romeno. A loro le fabbriche italiane. In cambio ci mandano i delinquenti.

  10. ma vi rendete quanto fate schifo? incolpate persone senza sapere…così…rumeni…napoletani……la mia città deve crescere, e tanto……troppa gente con mentalità provinciale…SVEGLIA!!!

  11. Il sindaco e l’attuale prefetto sono assolutamente INCOMPETENTI per i ruoli che ricoprono. Vanno cacciati subito, hanno ridotto Latina in una città invivibile. Le istituzioni sono corrotte a tutti i livelli quindi ci vogliono azioni di forza per rimuoverli.