Arriva la fibra ottica a Latina: internet a 30 megabit

02/01/2014 di
fibra-ottica-latina

Telecom Italia ha avviato a Latina la rete in fibra ottica di nuova generazione che renderà disponibili servizi innovativi a cittadini e imprese.

L’iniziativa si inserisce nel piano di sviluppo nazionale di Telecom Italia per la realizzazione della rete NGAN (Next Generation Access Network) che prevede di raggiungere 600 città entro il 2016, con una copertura di 12,4 milioni di unità immobiliari, corrispondenti a oltre il 50% della popolazione.

L’investimento programmato da Telecom Italia per lo sviluppo innovativo della banda ultra larga sulla rete di accesso è pari a 1,8 miliardi nel triennio 2014-2016. I lavori sono già iniziati in diverse zone della città. Nel corso del 2014, cittadini e aziende di Latina potranno cominciare a usufruire di connessioni ultrabroadband con velocità a partire da 30 Megabit al secondo che migliorano nettamente l’esperienza della navigazione in rete e abilitano nuovi servizi. Da casa, ad esempio, sarà possibile fruire di video in HD, gaming on line multiplayer in alta qualità e contenuti multimediali resi disponibili contemporaneamente su smartphone, tablet e smart TV.

Ma la fibra ottica abiliterà anche applicazioni innovative come la telepresenza, i servizi di cloud computing per le imprese e servizi per la realizzazione del modello di città intelligente per le amministrazioni locali, tra cui la sicurezza e il monitoraggio del territorio, l’infomobilità e le reti sensoriali per il telerilevamento ambientale.

Per la posa dei cavi a fibra ottica verranno sfruttate le infrastrutture esistenti e, dove necessario fare scavi, verranno utilizzate tecniche e strumentazioni innovative a basso impatto ambientale che minimizzano i tempi di intervento, l’area occupata dal cantiere, l’effrazione del suolo, il materiale asportato, il deterioramento della pavimentazione e, conseguentemente, i ripristini stradali. Con questa iniziativa Telecom Italia si conferma motore dell’innovazione sul territorio.

La realizzazione di infrastrutture ultrabroadband e soprattutto la diffusione dei servizi che esse abilitano, infatti, possono dare un impulso importante ad una crescita sostenibile dell’economia locale e al miglioramento della
qualità della vita dei cittadini.

  1. 1) Quali zone avranno questo “privilegio”?
    2) Ma oltre al cavo stradale, va sostituito anche quello all’interno delle abitazioni?

    La velocità della mia connessione è di circa 1mb……………….

  2. riusciranno a dare il servizio solamente al centro di latina e chi si trova da via piave in su si atttacca al …… ridicoli.

    siamo indietro di 20 anni

  3. si si c’è da crederci …..prevalentemente per far viaggiare le frescacce non i servizi quelli veri.

  4. ok tutte parole , ci siamo accorti tutti dei lavori che hanno fatto nei mesi scorsi nel portare la fibra nelle strade…..ma quando iniziano a commercializzare la fibra su latina??nessuno lo sa nemmeno il 187!!!!
    robba da pazzi!!

  5. e invece è una grande cavolata perchè questa fibra arriva solo in strada poi dalla strada a casa vostra viaggerete con il caro e vecchio rame, l’ennesima presa per i fondelli dalle TELCO italiane.

    intanto nel terzo mondo vanno a 100mb in down e 50 in up, ah scusate è vero siamo noi il terzo mondo.

  6. I solchi che stanno facendo sulle strade, in varie zone della città, sono molto pericolosi per biciclette e motorini…spero che le autorità comunali intervengano prima che qualcuno si faccia male!

  7. Personalmente non mi accontento del semplice copia e incolla di un comunicato stampa aziendale: da lettore mi aspetto qualcosa in più, mi aspetto qualcosa di meglio, mi aspetto un approfondimento. Voglio capire, per esempio, se e fino a che punto questa fantomatica “velocità a partire da 30 Megabit al secondo” è mera propaganda (mi aspetto il parere di un esperto), se e in che ordine sono state abbozzate le tariffe per noi consumatori (mi aspetto se possibile un confronto con i costi nel resto d’Europa dove il servizio viene già erogato), se altri operatori nostrani hanno in programma di creare a breve una propria rete qui in città o di appoggiarsi in futuro a quella dell’azienda sopra citata (mi aspetto un riscontro con gli addetti stampa e i responsabili tecnici per capire come le rispettive aziende intendono muoversi ed eventualmente competere sul mercato)… insomma un po’ di buon giornalismo!

    Ah, mi aggiornate sul famigerato “Centro di Alta Diagnostica per immagini e bio-molecolare”? I macchinari sono stati installati, collaudati, inaugurati presso l’ospedale Goretti di Latina?

  8. Ancora con questi cavi………….
    Ma non si era detto che il futuro e’ il wifi? ( ovvio che e’ cosi)