Comune di Latina, bilancio approvato: isola pedonale in centro

30/10/2013 di
piazza-popolo-latina-comune-09783345

E’ stato approvato, nel cuore della notte, il bilancio del Comune di Latina. Con i voti contrari dell’opposizione il documento è stato licenziato dopo una seduta fiume durante la quale sono stati discussi molti emendamenti.

In particolare l’opposizione ha ottenuto il via libera sui progetti per l’educazione scolastica e contro il bullismo. Passano anche gli interventi di manutenzione nelle strade dei borghi e lo sportello unico per le attività produttive.

Il bilancio è passato con 21 voti favorevoli della maggioranza, 7 contrari dell’opposizione. Quattro gli assenti: due per la maggioranza e due per l’opposizione.

Il bilancio non prevede aumenti per le tasse scolastiche, confermati i livelli di finanziamento per l’assistenza sociale. Tra le novità il progetto di pavimentazione di Piazza del Popolo per la realizzazione di un’isola pedonale.

IL SINDACO. “Questo è un bilancio ragionato, che ha una visione strategica della città sia sulle opere pubbliche sia sui servizi ai cittadini senza aumentare le tasse. Insieme all’intera maggioranza abbiamo scelto di non fare emendamenti al piano delle opere pubbliche del bilancio stesso, proponendo un documento contabile ragionato e dai contenuti importanti”. E’ questo il commento del Sindaco Giovanni Di Giorgi in merito all’approvazione del bilancio.

“Da una parte, infatti, a fronte di ulteriori sette milioni di tagli dal Governo rispetto al 2012, abbiamo deciso di non far pesare i tagli sui cittadini. A fronte, cioè, del mantenimento del livello dei servizi, Latina è l’unico grande Comune italiano a non aver aumentato le tasse per i cittadini, e ci tengo a sottolineare tale elemento come frutto dello sforzo fatto da tutta la mia maggioranza.

Dall’altra parte, attraverso le non molte risorse a disposizione, abbiamo voluto concentrare gli investimenti su alcune opere che riteniamo strategiche per il futuro della città perché si vanno ad integrare con le opere già in atto, dalla riqualificazione del litorale ai programmi di ciclabilità e mobilità sostenibile”.

I PROGETTI PIU’ IMPORTANTI PREVISTI DAL BILANCIO:

1) progetto per la pavimentazione e pedonalizzazione del centro cittadino;
2) riqualificazione del mercato annonario;
3) interventi nelle zone periferiche con opere racchiuse nel cosiddetto “piano borghi”;
4) recinzione del parco “A. Mussolini” e riqualificazione del monumento ai caduti, in vista del progetto riqualificazione complessivo e messa in
sicurezza dell’area;
5) interventi per la eliminazione delle barriere architettoniche;
6) interventi per la manutenzione degli edifici scolastici, a cui si aggiunge l’adeguamento o la realizzazione di ascensori, per i plessi che ne sono
sprovvisti, il collegamento delle caldaie degli edifici scolastici alle rete del gas (per le scuole ancora alimentate a gasolio, con notevoli risparmi), e l’incremento del fondi di dotazione scolastica;
7) la messa in sicurezza di via Epitaffio.

“Ribadisco, inoltre – continua il sindaco – che non abbiamo fatto tagli al sociale e ai servizi ai cittadini nonostante i minori trasferimenti dal Governo e i vincoli del Patto di stabilità. Ecco perché la maggioranza ha ritenuto di non dover presentare emendamenti al piano delle opere pubbliche. Questa impostazione del documento di bilancio ha trovato grande condivisione e compattezza nella maggioranza che non ha quindi ritenuto di dover presentare emendamenti.

Nel piano triennale delle opere pubbliche sono previsti numerosi interventi per, borghi, quartieri, aree della città ma con questo bilancio siamo sicuri di poter dare risposte importanti ai nostri cittadini – conclude il Sindaco Di Giorgi – con l’auspicio che dal prossimo anno ci siano più risorse per i Comuni e il Governo centrale cessi di operare tagli indiscriminati, considerando i Comuni stessi come strumento per spremere i cittadini”.

  1. pavimentazione di piazza del popolo??? chi è che ce deve magnà sopra???

  2. non siete riusciti nemmeno a fare 4 passarelle al mare volete pavimentare piazza del popolo

  3. Mi sembra la lista delle promesse che ha fatto 3 anni fa quando doveva uscire sindaco poi non è stata fatta neanche la metà della roba..il lungomare è abbandonato a se stesso una provincia come la nostra di mare deve sfruttare meglio questa risorsa anche d’inverno cercando di fare attività o centri ricreativi per avvicinare i giovani all’aria pulita invece di girare per il centro annoiati a fare danni..
    I borghi sono abbandonati si vedono qualche rotonda in costruzione ogni tanto ma piu di quello niente..Latina sembra che si concentra tra autoline e piazza del popolo quando sarebbe molto piu estesa se si comprendono i borghi sempre se fossero collegati bene con la città in tema di commercio e centri di interesse pubblico

  4. Di giorgi sei un burattino..mi raccomando appalta i lavori agli zingari come sai ben fare!!! (non censurate come al solito)

  5. A Di Giò….fa na mega rotatoria pure a piazza del popolo no? Cosi fai magnà per bene l’amochetto tuo. Si dai quel costruttore…..quello amico del deputato…

  6. Ah dimenticavo: ma con tutti i problemi che abbiamo a latina…caro Di Giò..tu stai a pensà a piastrellare piazza del popolo? Nun ve rivoto MAI PIÙ. Tu e l’amichetto tuo deputato. E se vedo le famiglie di zingari fuori i seggi le prendo a sassate.

  7. Ma in quanto tempo dovreste fa’ tutte ste’ cose? Non siete stati capaci de fa’ niente e intanto Latina sprofonda agli ultimi posti tra le città’ italiane sia come vivibilità’ che come qualità’ della vita. Fate solo e semprenpromesse ma che avete fatto finor? solo 2 cose: qualche appalto agli amici vostri palazzinari che siedono in consiglio comunale e avete mandato gli zingari delinquenti al governo della città’

  8. ricordiemocele queste cose alle prossime elezioni…
    ma sono sicuro che i latinensi sono così fessi che gli fanno fare anche il secondo mandato

  9. ….Per scuotere la gente nn bastano i discorsi ci vogliono le BOMBE….ma lo capite o no, ve lo rispieghero……..

    MAIETTA ha il padre truffatore di patenti ai domiciliari e mi firma il pagamento della TARES…vergogna.

    se io in famiglia ho un parente solo indagato mi sospendono dal lavoro.

  10. Il parco “A. Mussolini” andrebbe raso al suolo del 90% di tutti gli alberi e siepi in modo da guardarlo da una parte all’altra in visualizzazione totale.

  11. Flavio, mi spieghi meglio il perché della tua proposta di radere al suolo gli alberi dei “giardinetti”?

  12. invece di sparare a zero dedicatevi al Latina calcio in serie B o al video poker, popolino senza storia e dignita’ che si vende la madre per comprarsi l’automobilina alla moda.