Telefonino durante l’esame, il Tar “boccia” di nuovo la studentessa che copiava

28/07/2013 di
esame-maturita-latina-scuola-studenti-8792834

Era stata sorpresa mentre usava lo smartphone durante l’esame di maturità a Terracina. Un’alunna del liceo Leonardo Da Vinci era stata esclusa dall’esame e, dopo aver consultato un avvocato, si era rivolta al Tar con un ricorso.

I giudici amministrativi però hanno dato ragione alla scuola e alla presidente della commissione d’esame, respingendo il ricorso della studentessa scorretta.

I prof avevano pizzicato la ragazza mentre usava l’applicazione WhatsApp che permette di comunicare in tempo reale con altri telefoni. Sul suo apparecchio c’erano le tracce svolte della prova in corso per la quale evidentemente stava chiedendo aiuto a un esterno.

LA SENTENZA DEL TAR

 

  1. con che coraggio i suoi genitori hanno presentato ricorso ???
    che vergogna…

  2. io fissi stato in quel momento il professore gli avrei semplicemente sequestrato il cellulare fino alla find dell’esame

  3. Complimenti ai genitori, molto educativo intentare tale ricorso.

  4. complimenti a tutti i buonisti dei commenti, non avete mai copiato eh?

    Tutti onesti e santoni…

  5. si bravo, ma in pochi hanno il coraggio e la pretesa di aver ragione anche colti in flagrante. te la sei rischiata, sei stata beccata, prendi il colpo e impara la lezione.

  6. poi ci si lamenta se certi posti di lavoro sono occupati da incompetenti.Terminata la scuola dell’obbligo se non si ha voglia di studiare meglio lasciar perdere.