Morphe Arreda

PIROMANE, MASTELLA CHIEDE GLI ATTI ALLA PROCURA DI LATINA

11/08/2007 di
«Il ministro della Giustizia
Clemente Mastella ha dato mandato ai suoi uffici di acquisire,
per il tramite dei competenti procuratori generali presso le
corti d appello di Genova e Roma, ogni elemento di informazione
relativo ai procedimenti trattati dalle procure della repubblica
di Genova e di Latina rispettivamente» per l’omicidio di Maria
Antonietta Multari, per mano di Luca Delfino, già indagato per
l’uccisione della sua precedente ex fidanzata, e per l’arresto e
la successiva scarcerazione del piromane di Fondi.

 
«Ciò – si legge in una nota del ministero di via Arenula –
al fine di valutare l eventuale sussistenza di condotte rilevanti
dal punto di vista disciplinare da parte di magistrati del
pubblico ministero. Il ministro – conclude – ricorda per altro che
il sindacato disciplinare a lui spettante non può avere ad
oggetto in quanto tali scelte discrezionali proprie
dell autorità giudiziaria non sconfinanti in gravi errori di
legge, nel travisamento di fatti o in negligenze inescusabili».
  1. …Ah pero’ che efficenza questo Mastella da Ceppaloni ,
    prima valoroso combattente per L’INDULTO A TUTTI I COSTI , dopo…..METAMORFOSI COMPLETA , bhe e’ chiaro un piromane merita la giusta condanna al carcere , mentre invece chi falsifica i bilanci di societa’ ,chi occulta capitali , chi mette in vendita carta straccia chiamandoli “bond” , ecc …ecc… , ha tutto il sacrosanto diritto di non entrarci nemmeno in carcere .

    Evviva la terra dei cachi .

  2. Caro Virghil, parli di metamorfosi… io voglio credere che sia stato come San Paolo.. colpito sulla strada di Damasco… ed ora al contrario di S.Paolo, che perseguitava i cristiani e poi ne