Parentopoli in Provincia, Cusani: “Abbiamo rispettato la legge”

29/06/2013 di
cusani-latina-67ts6w

Il presidente dell’amministrazione provinciale, Armando Cusani, difende le quaranta assunzioni contestate dalle Fiamme gialle. «Sono assunzioni effettuate attraverso un concorso pubblico, abbiamo seguito esattamente il percorso stabilito dalla legge regionale sui cantieri scuola» ha dichiarato al Messaggero.

Cusani sostiene che non è stata assolutamente applicata la legge sulla stabilizzazione. «Abbiamo seguito un’altra strada, vale a dire l’iter stabilito dalla legge regionale che prevede l’avviso pubblico, la selezione è pubblica, aperta a tutti. In un secondo tempo – continua il presidente – si effettua una seconda selezione, dopo tre anni, per l’assunzione a tempo indeterminato, lo prevede la stessa legge ovviamente, chi ha partecipato e ha superato la prova è stato assunto».
«Ogni volta – continua Cusani – si tirano in ballo gli eletti, i concorsi vengono effettuati dalla parte burocratica e non da quella politica». Sulla presenza di parenti di politici aggiunge: «Non credo siano tutti parenti di politici, trovo tribale insinuare questo dubbio. Sul piano strettamente tecnico non ci sono irregolarità a mio modo di vedere, la legge è stata rispettata, come noi hanno fatto decine di comuni e le altre Province del Lazio».

Teoricamente in autotutela si potrebbero licenziare i 40 dipendenti. «Sì, questa è una sua facoltà, aggiungeremmo disoccupazione a disoccupazione, anche se è ovvio che se qualcosa è stato fatto in modo sbagliato è sacrosanto intervenire. Se poi fossero stati fatti trucchi e imbrogli nella selezione questo è un altro discorso, ma non mi sembra si stia parlando di questo».

  1. Chissà perché noi, poveri plebei, non siamo quasi mai a conoscenza di questi concorsi. Un’esclusiva di pochi. E già!!!

  2. Cusani nella sede dell Provincia di Latina si parla FONDANO…sarà un caso???!!!
    V E R G O G N A !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. beh! che poteva dire? Si è vero abbiamo eluso leggi e normative per favorire parenti amici ed amanti? Chiaramente nega tutto anche l’evidenza!

  4. tutto regolare, tutto spartito a regola d’arte, tutto a posto
    Letta, fai qualcosa di utile e fai sparire questi enti inutili: certo il personale non si può cacciare ma si può impiegare molto diversamente e dove serve davvero……..

  5. Verrebbe da dire, ma alle elezioni chi vota questa gente, Cusani in testa? Poi vedi l’esercito di parenti che ha fatto assumere in provincia e dici loro ma gli altri??? Chi lo vota senza avere neanche un beneficio effettivo personale, come lo definireste? Non ho parole……

  6. Voglio dire, è chiaro che è riprovevole e schifoso, è voto di scambio vero e proprio votare e ricevere un posto di lavoro in conseguenza di quel voto, ma almeno questi avrebbero l’alibi dei fatti loro per fare una simile scelleratezza ovvero votare un personaggio come Cusani.
    Ma visto che questo sta alla presidenza della Provincia da anni mi domando e gli altri? Tutti con l’anello al naso????

  7. Latina è proprio una città “fantastica”…………..nel senso fuori da ogni ragionevole immaginazione.

  8. Cusani, che bella frase: “la legge è stata rispettata, come noi hanno fatto decine di comuni e le altre Province del Lazio”
    Bravissimi, tutti hanno famiglia, anche negli altri comuni del Lazio e nelle altre provincie. Tutti sono “politici”, bisognosi di voti di fronte a tanta gente bisognosa di essere assunta… poverini…
    Per cui se lo fan tutti, allora è lecito e anche tu ti adegui…. bravo Cusani.